Cefalù
in foto: Cefalù. Foto di mel263

La "bedda" d'Italia, la nostra Sicilia, viene scelta ogni anno per le vacane estive, e basta guardare il suo mare per capire il perchè. L'isola è bagnata da un mare bellissimo e circondata da spiagge dalla sabbia bianchissima, che si alternano a litorale di ciottoli o scogliere da ammirare con immersioni o snorkeling. In questa guida parleremo delle spiagge che si trovano in provincia di Palermo, città capoluogo della Sicilia. Questa parte dell'isola viene spesso associata solo alla spiaggia di Mondello, sicuramente una delle più belle di tutt'Italia, ma non di certo l'unica della zona palermitana. Non si può restare indifferenti alla bellezza dell'Isola delle Femmine, Sferracavallo, Ficarazzi, Cefalù e tante altre che si incontrano lungo i 150 chilometri del litorale settendrionale della Sicilia. Di seguito saranno elencate alcune delle più belle, ma vi assicuriamo che esplorando la costa ne troverete molte altre che vale la pena di ammirare.

Spiaggia di Balestrate

Spiaggia di Balestrate
in foto: Balestrate. Foto di Marco Tarantino

La spiaggia di Balestrate occupa 8 chilometri della costa palermitana ed è l'ultima prima di arrivare nella provincia di Trapani. La spiaggia è divisa in due da un promontorio roccioso, ricco di vegetazione mediterranea. A causa delle correnti, spesso l'acqua è molto fredda. Il suo nome deriva dalla balestra, l'arma utilizzata durante il periodo normanno. 

Spiaggia di Ficarazzi

La spiaggia più celebre del litorale di Ficarazzi è quella di Crucicchia, una spiaggia libera di sabbia e ghiaia. Qui non ci sono stabilimenti balneari, ma non mancano punti di ristoro dove bere una bibita fresca o acquistare qualcosa da mangiare. Questa spiaggia ogni estate viene presa d'assalto dai giovani che adorano gli eventi in spiaggia e la vita notturna. movimentata.

Spiagge di Cefalù

Cafalù
in foto: Cefalù. Foto di Andrea Schaffer

Alcune delle spiagge più belle di Palermo si trovano a Cefalù, una perla incantata della sicilia. Tra le spiagge più belle c'è proprio il Lido di Cefalù, un tratto costiero a pochi passi dal centro storico. La spiaggia di sabbia fine e bianca è bagnata da un mare limpido, circondato da uno scenario meraviglioso, dove si affaccia il Duomo, la rocca e il vecchio porto. Altra spiagia sugggestiva è quella di Mazzaforno, incastonata tra le rocce e la natura selvaggia, come la spiaggia Caldura, una caletta che si trova a 20 chilometri a piedi dal centro di Cefalù. Raggiungibile a piedi dal centro è anche la spiaggia di Sant’Ambrogio. Altri tratti di costa incantevoli da vedere nei dintorni sono: Capo Playa, amata soprattutto dai surfisti poichè è molto ventosa, la spiaggia delle Salinelle, requentata da chi pratica windsurf e la più tranquilla spiaggia di Finale di Pollina.

Spiaggia di Addura

L'Addaura è un’aspra scogliera, immersa nel verde, ai piedi del Monte Pellegrino. Questa spiaggia non è adatta a tutti poichè l'accesso non è dei più comodi, ma lo spettacolo che offre è davvero incredibile. I fondali di questo tratto di costa sono, infatti, molto amati dagli appassionati di immersioni, grazie alla ricchezza delle flora ittica che garantisce affascinanti panorami subacquei.

Spiaggia di Mondello

Golfo di Mondello
in foto: Golfo di Mondello. Foto di Andrea Calcagno

Se si parla del litorale di Palermo è impossibile non nominare Mondello, che offre anche un grazioso centro storico, con affascinanti architetture d’epoca. La sabbia di Mondello è bianca e il mare molto limpido, a parte i giorni di eccessivo affollamento. Le spiagge sono tutte attrezzate e la spiaggia è divisa da un antico stabilimento balneare, costruito a palafitta sul mare, nel primo Novecento.

Capo Gallo

Capo Gallo chiude a nord il Golfo di Mondello. E’ privo di spiaggia, si trovano solo scogli levigati dall'acqua nel corso dei secoli. Per questo Capo Gallo è una delle parti del litorale perfette per lo snorkeling e le immersioni. Per accedere bisogna pagare una cifra simbolica di pochi euro, ma lo spettacolo che si scoprirà sarà incredibile. I fondali sono ricchi di fauna marina, tra cui l’aragosta.

Isola delle Femmine

Isola della Femmine
in foto: Isola delle femmine. Foto di Marcello Karra

Tra le spiagge più belle della Sicilia quelle dell'Isola delle Femmine  meritano un posto d’onore. Il fascino di questa zona è arricchito anche da leggende misteriose che si celano nel suo nome. Le spiagge di Isola delle Femmine sono l'attrazione più importante del posto e sono formate da un litorale di circa 1 chilomtero bagnato da un mare particolarmente limpido e pulito di colore verde smeraldo. L'isolotto stesso che dà il nome al comune è un'oasi di verde e tranquillità. Questa zona oggi è una Riserva Naturale che attrae molti visitatori amanti delle immersioni. I fondali offrono una visione di pesci e coralli, ma anche un tesori archeologici. Un esempio  è il relitto Junkers-52, la carcassa di un aereo tedesco affondato nel 1942 nella vicina baia di Sferracavallo.

Spiaggia di Capaci

La spiaggia di Capaci è una lunga spiaggia di sabbia dorata con fondali bassi, ideale per le vacanze in famiglia, ma non solo. E' costituita dall'ultimo tratto balneabile del Golfo di Carini e si possono trovare numerosi stabilimenti balneari e una parte di spiaggia libera. Inoltre i numerosi locali, negozi e i ristoranti  animano le serate che rendono la zona viva fino a notte fonda.