Immaginiamo l'incanto di Piazza Duomo, del Colosseo, del Golfo di Napoli o di altra bellezze italiana o europea vista dall'alto. Immaginiamo di poter assaporare una delle delizie culinarie che ci offrono queste terre. Ed ora immaginiamo di poter fare entrambe le cose contemporaneamente, il risultato che avremmo è "Dinner in the sky": un tavolo sospeso a 50/60 metri da terra, su cui potremo mangiare e osservare il panorama. Il servizio è nato in Belgio, ma si è ora diffuso in tutto il mondo e su prenotazione, a patto di dare a disposizione uno spazio libero di almeno 500 metri quadrati, lo si può avere anche fuori la porta di casa. Ovviamente la cucina è di altissima qualità, se dunque sentite lo stomaco sottosopra la colpa probabilmente è dell'altezza, ma non dello chef. A proposito, il personale, nel tavolo da 11 posti, si trova al centro, assicurato da funi. Così come il personale, anche i clienti saranno assicurati alle loro poltrone dalle obbligatorie cinture di sicurezza. In base al luogo, è possibile scegliere il tavolo grande oppure l'alternativa per 4 persone. Dato il costo di questa esperienza, "Dinner in the sky" è stato scelto spesso dalle aziende per sponsorizzare i propri prodotti ed ammortizzare in questo modo la spesa del noleggio. Non mancano tuttavia facoltosi clienti che magari hanno scelto "Dinner in the sky" per occasioni speciali, quali romantiche richieste di matrimonio. Il costo si aggira infatti tra gli 800 e i 1600 euro a persona. E già, non esattamente un ristorante alla portata di tutti: che per mangiare in cielo, non si mandi il proprio conto sottoterra!