Baia di Chia, Sardegna
in foto: Baia di Chia. Foto di Stefano Calori

Nel sud ovest della Sardegna c'è un luogo incantevole, definito "Caraibi della Sardegna", dove si susseguono acque cristalline e candide spiagge. Stiamo parlando della baia di Chia, una parte della costa sarda che l'anno scorso si è aggiudicata le 5 vele, il titolo di spiaggia più bella secondo Legambiente. Questa zona della Sardegna viene scelta ogni anno da milioni di turisti per la vacanze al mare, capire il perchè non è difficile. Sulla costa della baia di Chia si susseguono chilometri di spiaggia bianchissima, bagnata da un mare trasparente. Questa costa è molto frequentata dai surfisti, poichè battuta dal vento di maestrale.

Chia è una frazione del Comune di Domus de Maria, dominata dalla Torre costiera fatta costruire nel XVII secolo dalla Corona di Spagna contro le incursioni dei corsari barbareschi. Una mareggiata ha portato alla luce anche un tophet punico e l'antica strada che la collegava alla città di Nora. Partendo dalla Torre costiera, si accede alla costa, formata da una lunga lingua di sabbia sulla quale si susseguono piccole insenature, bagante da un mare spettacolare e incorniciate in una natura rigogliosa. Di seguito le spiagge più belle della baia di Chia.

Le spiagge della baia di Chia

Baia di Chia
in foto: Chia. Foto di Elena

Le dune più belle della costa di Chia sono quelle della spiaggia Su Giudeu e della spiaggia Sa Colonia. La prima è separata da una piccola isoletta che si può raggiungere facilmente a nuoto. Nelle vicinanze della spiaggia si trova un piccolo stagno dove vivono molte specie, tra cui il fenicottero rosa. Sa Colonia è anch'essa una spiaggia di sabbia fine ed è situata dove sono iniziati i primi scavi archeologici dell'antica Bithia, l’antica città punica che sorgeva dove sorge l'attuale Chia.

Una delle spiagge più caratteristiche del litorale di Chia è Su Cardolinu, che si trova su una piccola isoletta collegata alla terraferma da un cordone di sabbia e su cui si possono ammirare anche i resti del tophet punico dell'antica città di Bithia. La Cala del Morto, è suggestiva non solo nel nome, ma anche per l'incanto che racchiude, formata da sabbia molto fine rachiusa tra rocce di granito rosa. La spiaggia è la più piccola della baia ed è raggiungibile solo a piedi.

Altra spiaggia da non perdere a Chia è la famosissima Cala Cipolla decorata da ginepri, e da dove inizia un piccolo sentiero che in venti minuti conduce alla località Capo Spartivento col suo omonimo faro, dalla cui sommità si domina l'intera costa meridionale del Sulcis. A Cala Cipolla sembra di stare sulla Costa Smeralda, con la sabbia chiara ed il mare turchese.

Per gli amanti degli scogli ci si può spostare alla spiaggia di Du Portu, formata da sabbia e ciottoli, ma che all'estremità presenta enormi banchi rocciosi. Infine a 3 chilometri da Chia, si raggiunge la spiaggia di Tuerredda, situata in una splendida insenatura, tra Capo Malfatano e Capo Spartivento. La bellissima spiaggia è composta da sabbia candida ed è bagnata da un mare trasparente. Di fronte sorge l'ononimo isolotto.