in foto: Leeuwarden. Foto di Hindrik Sijens

Non è più Amsterdam la città dei Paesi Bassi su cui sono accesi i riflettori. Bensì oggi si parla molto di Leeuwarden, una cittadina giovane e cosmopolita, regno dell'arte, del design e della cultura e che nel 2018 sarà Capitale Europea della Cultura insieme a La Valletta. Leeuwarden vanta oltre 600 monumenti, un mix di shopping, attrazioni culturali ed eccitante vita notturna.

Capitale della Cultura 2018: gli eventi in programma.

Leeuwarden. Foto di Hindrik Sijensin foto: Leeuwarden. Foto di Hindrik Sijens

Leeuwarden è la capitale della Frisia, una delle 12 province dei Paesi Bassi. Visitarla è molto interessante, in particolare quest'anno, poichè in occasione della prestigiosa designazione a Capitale della Cultura 2018, il calendario di Leeuwarden è zeppo di avvenimenti imperdibili. Si parte il weekend del 26-27 gennaio con il gala di opening dell’anno culturale europeo e si continua per tutto l’anno. Gli eventi organizzati sono circa una sessantina, con progetti che si snodano seguendo quattro filoni narrativi: Osa Sognare, per incoraggiare i giovani a sognare in grande sul loro futuro; Osa Fare, per accrescere la sostenibilità della terra; Osa Essere Diverso, per promuovere un maggiore rispetto della diversità culturale; Royal Frisian, per ricordare gli eroi e i grandi artisti della Frisia.

Tra i primi appuntamenti da non perdere le mostre dedicate ai suoi più celebri cittadini. Leeuwarden, infatti, è la patria di personaggi come Mata Hari, la famosa danzatrice ma anche agente segreto olandese condannata alla pena capitale per la sua presunta attività di spionaggio durante la prima guerra mondiale, e Maurits Cornelis Escher, il più celebre incisore e grafico di tutti i tempi. Ai due più noti cittadini frisiani il Fries Museum dedica le due mostre più importanti del 2018.

Poi si prosegue con 11 fontane, che prenderà il via il 18 maggio in undici città della Frisia dove undici artisti internazionali creeranno una fontana che racconta la storia della città, e altri grandi eventi, come Oerol, che prevede performance teatrali e I giganti di Royal de Luxe, il magico spettacolo di strada francese. Da menzionare anche il Northern Film Festival che metterà in scena le opere di alcune tra le compagnie teatrali più famose del nord Europa.

Visita alla città di Leeuwarden.

Leeuwarden. Foto di Hindrik Sijensin foto: Leeuwarden. Foto di Hindrik Sijens

Oltre agli eventi per celebrare il prestigioso riconoscimento, Leeuwarden è una città da visitare anche per altre attrazioni. Il centro storico è un vero gioiello, formato da un labirinto canali, ponti, viuzze su cui affacciano case dai toni pastello ed edifici curiosi, come la torre più pendente d'Europa. Si tratta della Oldehove, la cinquecentesca torre alta 40 metri e inclinata di due. Sarebbe dovuta diventare l’imponente campanile di una grande chiesa dedicata a San Vito e nelle intenzioni avrebbe celebrato la potenza e la ricchezza di Leeuwarden, ma durante i lavori il terreno acquitrinoso mostrò di non essere in grado di sopportare il grande peso della torre, facendola inclinare in modo preoccupante. Ben presto si decise di non procedere nei lavori e di accontentarsi di una torre costruita a metà. Sempre da visitare è il Waag, una vecchia pesa che veniva utilizzata negli anni tra il 1400 e il 1700 per materiali come il burro.

Merita una visita anche il Natuurmuseum Fryslan, il museo naturale della Frisia che ripercorre la storia di questa splendida regione e il Keramiekmuseum Princessehof, il Museo della Ceramica. Vi è conservata la più ampia e varia collezione di porcellane cinesi e orientali dell'Olanda oltre a collezioni di porcellane olandesi che risalgono al periodo Art Noveau – Art Decò e vi vengono allestite esposizioni tematiche. Altro museo interessante è il Fries Museum, tutto dedicato alla cultura ed agli usi dei frisoni, con ricostruzioni di abitazioni, oggetti di uso comune ma anche reperti archeologici.