Terre lontane con tramonti che fanno innamorare. Scogliere a picco sul mare o paradisi naturali che sembrano usciti da una favola. I paradisi terrestri non si trovano necessariamente al sud, in luoghi caldi e assolati, ma il il Nord Europa custodisce veri e propri Eden. Oggi vi portiamo alla scoperta di alcune isole del Nord Europa, un luogo perfetto per ricaricare le energie e rifarsi gli occhi. Nel mare del Nord la natura regna sovrana e si mescola fra la storia e le tradizioni popolari dei luoghi. Le isole del Nord Europa sono spazi da esplorare a piedi o in bicicletta, senza fretta, poiché tutto intorno si ammira una scenografia unica al mondo. Ecco 4 di queste isole da esplorare.

Le isole Faroe.

Isole Faroe. Foto di Stefan Wisselinkin foto: Isole Faroe. Foto di Stefan Wisselink

Le isole Faroe si trovano nel nord dell’oceano Atlantico e formano un arcipelago di ben 18 isole, tra il Mare di Norvegia e il nord dell'Oceano Atlantico, a metà strada tra l'Islanda e la Norvegia. Queste isole rappresentano una regione autonoma del Regno Unito di Danimarca e contano ben 50 mila abitanti. Pur non essendo ancora colpite dal turismo di massa, le isole sono un vero e proprio paradiso dove la natura domina incontrastata. Un luogo ideale per chi ama i paesaggi naturali e la vita tradizionale.

Le isole Shetland

Shetland. Foto di Ronnie Robertsonin foto: Shetland. Foto di Ronnie Robertson

Si trovano in Scozia e hanno un forte animo vichingo e una storia antica e misteriosa. L’arcipelago delle Shetland è composto da un centinaio di isole, di queste solo 12 sono abitate. Per la loro particolare latitudine, questo arcipelago, nei mesi estivi gode di diverse ore di luce, tant'è che è anche conosciuto con il nome di “terra del simmer dim”, cioè del chiaroscuro estivo. Durante l’inverno, si può sempre ammirare l’aurora boreale.

Oland, isola amata dai reali.

In questa isola la famiglia reale svedese passa le sue vacanze estive, nella residenza a Palazzo di Solliden. La cui architettura dei primi del Novecento richiama le case patronali italiane, mentre il parco con le rose colorate e le aiuole perfettamente curate, riprende lo stile dei giardini inglesi. Vale la pena andarlo a visitare anche solo per ammirare la differenza di paesaggio fra questo luogo e la natura ben più selvaggia del resto dell’isola, soprattutto nella riserva naturale di Trollskogen, chiamata foresta di Troll in cui gli alberi mossi dal vento, che soffia costante, hanno assunto forme bizzarre da sembrare, appunto, dei Troll.

L'arcipelago delle Lofoten.

Lofoten. Foto da Flickrin foto: Lofoten. Foto da Flickr

Molto più a Nord, nel Mar di Norvegia si trova l’arcipelago delle Lofoten. Montagne frastagliate che cadono a picco nel mare, minuscoli villaggi di pescatori, piccoli fiordi e le aurore boreali sono le caratteristiche principali di queste isole. Il pittoresco paesino di Henningsvær è sede di alcune delle architetture meglio conservate tra i tradizionali villaggi di pescatori norvegesi. Molto bello anche Reine, sull’isola di Moskenesoya. Nella parte nord la zona è percorsa da una strada panoramica lunga 230 chilometri, la cui vista offre il contrasto fra ripide vette, mare azzurro, bianche spiagge. Mentre nel cielo spiccano le aquile pescatrici.