in foto: Noto. Foto da Flickr

Entrando nella città di Noto, sulla costa orientale della Sicilia, sembra di vivere un sogno. I palazzi Barocchi la rendono una perla meravigliosa da sembrare un set cinematografico, ma la città di Noto esiste davvero e visitarla è un vero incanto. La città è situata a 40 chilometri a sud dalla città di Siracusa.

Il centro storico di Noto
La Costa di Noto e la riserva di Vendicari

Il centro storico di Noto.

Noto. Foto di Carlos de Pazin foto: Noto. Foto di Carlos de Paz

Il gioiello di Noto è il suo centro racchiuso intorno a Corso Vittorio Emanuele, un viale elegante fiancheggiato da splendidi palazzi e chiese in  stile barocco. Nelle prime ore della sera diventa uno spettacolo unico al mondo, con i palazzi che si colorano di rosso e oro e sembrano brillare di luce propria. In realtà l'antica città di Noto o Netum non esiste più, poichè è stata distrutta dal terremoto del 1693. L'attuale Noto è stata ricostruita e risale all'inizio del settecento, ed è divenuta una magnifica città d'arte, patrimonio Unesco assieme alle altre città della Val di Noto come Caltagirone, Militello, Catania, Modica, Palazzolo, Ragusa e Scicli. Per la ricostruzione furono chiamati gli artisti più brillanti dell’epoca da tutta la Sicilia, che la progettarono come la scenografia di un film, studiando le prospettive per renderla perfetta.

Da vedere la Cattedrale di San Nicolò, il monumento più spettacolare della città. Un gioiello barocco, che a seguito del crollo della cupola, avvenuto durante un temporale nel 1996, è stato ristrutturato ed oggi è tornata ad essere un punto focale dello skyline di Noto. A circa metà strada lungo Corso Vittorio Emanuele si apre Piazza Municipio, su cui si affacciano gli edifici più suggestivi. Sul lato Nord troneggia la Cattedrale di San Nicolò. A sinistra sorge il Palazzo Landolina, mentre sull'altro lato della strada si erge il Palazzo Ducezio, con splendidi archi sostenuti da colonne Ioniche. Molto suggestivo è anche il Palazzo di Villadorata con la sua splendida facciata. All'interno si trovano molti affreschi che evocano la vita opulenta condotta un tempo dagli antichi nobili siciliani e ritratta nel romando di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo. Durante il tour a Noto, altre chiese meritano di essere viste. La Chiesa del Santissimo Salvatore, con annesso un convento di suore. L'interno è molto bello con combinazioni di rosa, blu, porpora e rosa. La Chiesa di San Domenico è considerata uno degli edifici barocchi più raffinati di Noto, mentre la Chiesa di Santa Chiara ha una terrazza sul tetto molto affascinate che regala una vista unica. Infine, ricordiamo la Chiesa di San Carlo al Corso, dal cui campanile si può godere di una vista sublime.

La Costa di Noto e la riserva di Vendicari.

La torre sveva di vendicari. Foto di Marcello Falcoin foto: La torre sveva di vendicari. Foto di Marcello Falco

La punta Sud Orientale della Sicilia è una zona abbastanza selvaggia, con la totale assenza di cementificazione. La costa è ricca di spiagge sabbiose, con un alternarsi di baie e cale, con un mare pulito e dalle acque trasparenti. La presenza di diverse aree naturali di costa quali Vendicari, l’Area marina protetta del Plemmirio, i pantani di Pachino, rendono interessante una escursione che certamente, nel periodo estivo, culminerà con un tuffo rinfrescante sotto il sole caldo di una Sicilia assolata.  Accanto alle aree più selvagge, troveremo anche spiagge e lidi attrezzati, in grado di rispondere alle necessità di chi non vuole rinunciare a tutti i servizi in una vacanza al mare. Una zona dove andare al mare che negli ultimi anni è stata molto rivalutata è Marzamemi, oggi ricca di locali e feste sulla spiaggia. Da non perdere un pasto a base di pesce davanti al mare e un cocktail sulla piazza. Da Marzamemi, la strada in direzione sud, conduce fino a Portopalo di Capo Passero, una località balneare molto frequentata nei mesi estivi. Al largo della costa c'è la piccola isola di Capo Passero, con un castello e una riserva naturale.

Uno dei luoghi più incantevoli di questa costa è però la riserva di Vendicari, un tratto incontaminato, composto da tre diverse aree paludose e da alcune spiagge di sabbia. La più bella è Marianelli, nota a livello locale per essere una spiaggia naturista e gay friendly. Dall'entrata principale si impiegano circa 10 minuti a piedi per raggiungere la spiaggia più vicina, da dove si può esplorare uno dei sentieri lungo la costa. La riserva, con una torre sveva  uno stabilimento abbandonato per la lavorazione del tonno, è un'area marina importante, che offre protezione a numerose specie di uccelli.