in foto: Ortigia. Foto di Bopuc

Il sud est della Sicilia con Siracusa è una delle zone più affascinanti di tutta la Regione Sicula. Le piazze incantevoli, il mare da sogno e le gustose granite valgono di sicuro un viaggio nella città delle mille meraviglie, custode di imponenti vestigia greco-romane, di edifici di raffinata armonia barocca. Siracusa, incarna la bellezza senza tempo della regione, girando per la città vecchia, le rovine greche si alternano a spettacolari piazze barocche e vicoli medievali. Siracusa era la più grande città del mondo antico, più grande persino di Atene e Corinto. I coloni corinzi sbarcarono sul'isola di Ortigia nel 734 a.C, e quattro anni più tardi divenne una città vera e propria. Sono ormai trascorsi tre millenni, ed ad oggi le rovine di questo insediamento costituiscono il Parco Archeologico della Neapolis, uno dei siti archeologici più importanti in Sicilia. Ortigia, la zona antica, situata di fronte alla terraferma e collegata con dei ponti, rimane l'angolo più affascinate di Siracusa, un gioiello ammirato da visitatori di tutto il mondo.

Cosa vedere: Ortigia
Cosa vedere sulla terraferma
Le spiagge e il mare di Siracusa
Come arrivare a Siracusa

Cosa vedere: Ortigia.

Piazza Duomo, Ortigia. Foto di Graeme Churchardin foto: Piazza Duomo, Ortigia. Foto di Graeme Churchard

Ortigia è un labirinto di viuzze e piazze raffinate, con splendidi palazzi che si susseguono tra trattorie e caffè. La piccola penisola di Ortigia è incorniciata da case incantevoli e mura che si affacciano sul mare, tra cui scogli in estate si fa il bagno o si ammirano panorami mozzafiato. La piazza centrale, piazza Duomo, è una delle più spettacolari di tutta la Sicilia. Circondata da Palazzi barocchi riccamente decorati, questa lunga piazza rettangolare si estende su quella che un tempo era l'acropoli di Siracusa. Degli edifici greci rimane ben poco, ma si possono ammirare alcune massicce colonne doriche inglobate nella struttura della Cattedrale. A nord del Duomo sorge il Palazzo Municipale, mentre dall'altro lato del Duomo si erge l'elegante Palazzo Arcivescovile che ospita la Biblioteca Alagoniana. Nell'angolo nord occidentale della piazza sorge il Palazzo Beneventano del Bosco, mentre all'estremità meridionale sorge la Chiesa di Santa Lucia alla Badia, che custodisce il fantastico capolavoro di Caravaggio "Seppellimento di Santa Lucia".

Il Castello Maniace (di Ortigia) sorveglia la punta meridionale dell'isola ed è un luogo incantevole dove contemplare il mare. Sempre sull'isolotto di Ortigia si trova la Galleria Regionale di Palazzo Bellomo, un museo d'arte allestito all'interno di un palazzo in stile gotico catalano risalente al XIII secolo e ospita una collazione comprendente sculture bizantine e normanne, ceramiche di Caltagirone, dipinti e sculture religiose e persino splendide carrozze siciliane del XVIII secolo. Altro museo molto interessante è quello del papiro che custodisce una pregevole collezione di documenti e oggetti in papiro, tra cui antiche imbarcazioni, e all'interno viene proiettato un documentario sulla storia di questo materiale.

Cosa vedere sulla terraferma.

Teatro Greco, Siracusa. Foto da Wikipediain foto: Teatro Greco, Siracusa. Foto da Wikipedia

Nonostante sia meno suggestiva di Ortigia anche la parte sulla terraferma di Siracusa offre siti d'interesse archeologico molto importanti. Meritano una visita il Parco Archeologico della Neapolis e il famoso museo archeologico civico. Inoltre, sottoterra, si estende una vasta rete di catacombe di epoca romana.

Il Parco archeologico della Neapolis ospita il Teatro Greco, un anfiteatro di colore bianco perla, risalente al V secolo a.C. Dietro al teatro si trova la misteriosa Latomia del Paradiso, un'immensa cava di calcare da cui furono estratte le pietre usate per costruire l'antica città. L'orecchio di Dionisio, una grotta lata 23 metri e profonda 65, fu così chiamata da Caravaggio, sulla base di una leggenda secondo cui il tiranno Dionisio avrebbe sfruttato le straordinarie proprietà acustiche della grotta per ascoltare i discorsi dei prigionieri. Alle spalle di questa zona si trova l'ingresso dell'Anfiteatro Romano, dove si tenevano i combattimenti di gladiatori e le corse dei cavalli, successivamente però fu distrutto dagli spagnoli e le sue pietre furono usate per costruire le mura di Ortigia. A Ovest dell'anfiteatro si erge il monolite dell'Ara di Gerne II, un altare sacrificale dove potevano essere immolati fino a 450 buoi in una cerimonia.

Da non dimenticare la Basilica di Santa Lucia al Sepolcro, un edificio imponente con un portico colonnato, un portale normanno e una cappella settecentesca a pianta ottagonale, conosciuta come il sepolcro. Sotto la chiesa si cela una rete straordinaria di Catacombe, utilizzate dai primi cristiani come riti sepolcrali. La più vasta rete di Catacombe della città si estende sotto la Basilica di San Giovanni e sono esplorabili solo partecipando alle visite guidate che partono dalla biglietteria.

Le spiagge e il mare di Siracusa.

Spiaggia di Fontane Bianche, Siracusa. Foto da Wikipediain foto: Spiaggia di Fontane Bianche, Siracusa. Foto da Wikipedia

Visitare monumenti e girare per la città può essere stancante, ma fortunatamente A Siracusa e dintorni si trova anche un mare stupendo. Da Brucoli a Isola delle Correnti si susseguono 100 kilometri di costa, ad alcuni tratti rude e selvaggia ad altri animata e spensierata, ma sempre emozionante. Lungo la costa siracusana Calamosche, Fontane Bianche, Vendicari e La Riserva Marina del Plemmirio sono solo alcuni dei luoghi che qui potrete ammirare, tra i caldi raggi del sole che fa luccicare lo specchio d’acqua cristallina che ne bagna tutto il litorale. Una spiaggia è quella di Arenella, formata da morbida sabbia dorata, in una piccola baia. Il paesaggio è magnifico, si possono affittare sdraio e lettini, e si trova a soli 9 chilometri dal centro della città.  Altra spiaggia molto bella è Fontane Bianche, famosa in tutta costa orientale della Sicilia, presenta sabbia bianca. Deve il suo nome al fatto che qui si notano tantissime fontane di acqua dolce.

Se vi sentite più avventurieri potete proseguire verso sud, a una quarantina di chilometri da Siracusa si raggiunge la Riserva Faunistica Oasi di Vendicari, dove oltre alla bellezza della natura e un fantastico paesaggio costellato da resti archeologici di varie epoche, troverete delle splendide coste rocciose che si alternano a spiagge sabbiose. Fra queste, la spiaggia di Calamosche, protetta dai due lati da due promontori, magnifica e calma.

Come arrivare a Siracusa.

L'aeroporto più vicino a Siracusa è quello di Catania Fontanarossa, ben servito da tutta Italia e anche dalle compagnie low-cost. Il percorso da Catania a Siracusa si può percorrere in treno, con circa un'ora e venti, partendo dalla stazione di Catania, o in bus che partono direttamente dall'aeroporto.