18:54

Vacanze in Val Badia, la località nelle Dolomiti più richiesta dagli italiani

Sempre più tra le mete preferite tra quelli che prenotano alberghi per una vacanza in montagna, la località dell'Alto Adige ci porta alla scoperta della valle ladina che ha davvero tanto da offrire sia in estate che in inverno.

Vacanze in Val Badia, la località nelle Dolomiti più richiesta dagli italiani.

Ritorniamo in Alto Adige per uno dei nostri appuntamenti sulle mete più belle per le vacanze in montagna. Questa volta ci fermiamo a Badia, una località che sembra rientrare sempre più tra le preferenze degli italiani in inverno, come dimostrano le continue ricerche di disponibilità alberghiera. Si trova nell’omonima Valle, ed è un comune sparso composto dalle frazioni di Pedraces, San Leonardo, La Villa e San Cassiano. La visita di questo paese è un’ottima occasione per dare uno sguardo a tutta l’Alta Badia, una zona molto ricettiva dal punto di vista turistico . Il fascino che esercita questa regione non è solo dovuto alle bellezze della valle, quanto anche alla sua cultura peculiare. L’Alta Badia è tra l’altro uno dei luoghi dove la lingua ladina è più diffusa, riconosciuta ufficialmente e parlata come madrelingua da oltre l’85% degli abitanti. Diamo uno sguardo alle attività che ci possono intrattenere e alle cose che possiamo visitare.

Dolomiti della Val Badia, foto di ciasaprimula

Impianti di risalita. L’Alta Badia comprende 130 km di piste, 95 in tutto, servite da un totale di 53 impianti. Queste fanno parte del più ampio comprensorio Dolomiti Superski, che incontriamo sempre quando decidiamo di trascorrere una settimana bianca da queste parti. La regione si trova al centro di numerosi itinerari sciistici. Tra questi il Sellaronda, un circuito che ruota attorno al massiccio del Sella e permette di godere di bellissimi scorci sul panorama dolomitico; allo stesso tempo non è impegnativo e si conclude in una giornata. Più lungo e difficile è il Giro Grande Guerra, attorno al Col di Lana, teatro durante la Prima Guerra Mondiale di  numerosi combattimenti, e per questo definito Colle di Sangue: lì si possono incontrare resti di avamposti italiani, tedeschi e austro-ungarici. Numerosi altri ski tour si snodano lungo i vari percorsi sciistici, passando per la celeberrima Gran Risa: la pista nera coperta da una fitta pineta che è sede ogni anno di una prova di slalom gigante per la Coppa del Mondo di sci alpino.

Val Badia in estate, foto di Giulio Acerbi

Estate. Come sempre, la bellezza delle valli altoatesine è una calamita anche per il turismo estivo. Molti impianti di risalita dell’Alta Badia rimangono aperti per permettere ai turisti nella bella stagione di dedicarsi ad escursioni e passeggiate, in sentieri tematici o in percorsi guidati. Le Dolomiti sono uno dei panorami naturali più belli del nostro paese, e per questo riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità Unesco. Uno degli spettacoli più apprezzati è quello dell”enrosadira”, che in lingua ladina indica il fenomeno del gruppo montuoso che al tramonto si tinge di rosa. Lo spettacolo è ancora più bello in quanto le tinte variano a seconda degli orari della giornata, della località e della stagione: in pratica si può ammirare ogni volta un panorama sempre diverso. Gli amanti degli sport più attivi avranno di che scegliere tra centri di volo libero (deltaplano e parapendio), equitazione o, per gli amanti dell’alpinismo, le numerose vie ferrate che si estendono per le pareti rocciose della valle. Il parco avventura di Colfosco è dotato di tutte le attrezzature per chi vuole provare il brivido degli sport estremi in tutta sicurezza. E per chi ha nostalgia dell’inverno, a Corvara si può pattinare sul ghiaccio nella pista coperta.

Castel Colz a La Villa, foto di Riccardo

Eventi e attività. Tra estate e inverno vi sono numerose manifestazioni sportive che si tengono nell’Alta Badia. La già nominata Sellaronda è sede di due eventi: la Skimarathon di febbraio, una gara in notturna che percorre 42 km attorno al massiccio; e il Bike Day, che si tiene sia a giugno che a settembre, e non è nient’altro che un’enorme pedalata collettiva alla quale chiunque munito di bici può partecipare. A novembre si tiene la Cavalcata di San Leonardo, la festa di cavalli e cavalieri nella frazione di Badia; a dicembre la Slittada da paur, una sfilata di cavalli e slitte con competizione annessa. Chi invece poco è interessato allo sport e alla mondanità può tranquillamente concedersi una visita in alcuni punti di interesse: tra questi il Santuario di Santa Croce, una chiesa del XV secolo a San Leonardo di Badia; e il Castel Colz, una rocca rinascimentale nella frazione di La Villa, chiamato in ladino “la gran Ciasa”. E a proposito, se volete immergervi totalmente nell’ascolto della lingua retoromanza dovete recarvi a Pedraces, dove c’è il maggior numero di parlanti ladini. Come in ogni luogo del nord montano in Alta Badia si ritrova una meta tranquilla e animata allo stesso tempo durante tutto l’anno, punto di incontro perfetto per chi dalle vacanze cerca relax e divertimento.

Val Badia in inverno

Ecco come appare la valle altoatesina quando le piste sono innevate e le vette dolomitiche assumono il loro aspetto migliore.

[In apertura: La Villa di notte, foto di Roberto Fuligni]

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE