Castel San Vincenzo, Molise
in foto: Castel San Vincenzo, Molise. Foto di Simon Falvo

Il piccolo Molise, definito spesso addirittura inesistente, nonostante la sua ridotta dimensione è una regione ricca di bellezze da scoprire. Il Molise con la sua storia, i suoi tesori naturali e le tradizioni antiche è una terra, forse non ancora de tutto conosciuta, ma meta ideale di un turismo culturale, naturalistico ed enogastronomico. Ecco 8 cose che vi faranno innamorare del Molise.

1. Le montagne del Molise

Campietello Matese
in foto: Campitello Matese

Il Molise è una delle destinazioni top per le vacanze in montagna sia in inverno che in estate. I suoi paesaggi sono caratterizzati da una natura incontaminata con enormi vallate che creano dei panorami da cartolina. L'Appennino Molisano è composto da tre importanti formazioni: le Mainarde, il Matese e l'Alto Molise. La vetta più alta del Molise è il Monte Meta, 2.242 metri, situata al confine tra Lazio, Abruzzo e Molise. Il Massiccio del Matese è il più antico del Molise con vette che superano i 2.000 metri e una natura mozzafiato, con fiumi, torrenti, querce e abeti. Le principali località montane sono Campitello Matese e Capracotta che vantano impianti sciistici all'avanguardia e una variegata offerta per gli sport invernali. In particolare Campitello Matese è situato sul Monte Miletto e rappresenta una delle mete turistiche invernali più importanti e rinomate del Molise.

2. Le spiagge del litorale molisano

Litorale di Termoli
in foto: Veduta del litorale di Termoli. Foto di Luca Aless

Il turismo estivo sul mare Adriatico non si esaurisce solo lungo le coste della Puglia, Veneto, Romagna e Abruzzo, ma anche il Molise può vantare un tratto di costa molto apprezzato. Nella Regione ci sono poche località attrezzate, e probabilmente, proprio per questo, il mare del Molise è molto bello. Una delle località più famose è Termoli, il cui borgo si affaccia sulla spiaggia da un promontorio, con il castello aragonese che domina il mare. La spiaggia di Termoli è stata premiata più volte con la Bandiera blu ed è molto amata dagli appassionati di sport acquatici e i velisti.

Altre spiagge incantevoli si trovano a Campomarino, in provincia di Campobasso. Questa località è anche una meta ideale per chi vuole stare a contatto con la natura; il paese infatti, sorge sulla foce del fiume Biferno e gran parte del territorio è occupato dall'Oasi del Bosco di Ramitelli. La spiaggia di Campomarino è composta di sabbia dorata.

3. I Parchi Naturali della Regione

Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise,
in foto: Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Foto di valtercirillo

Il Molise vanta anche tante oasi naturali protette, come il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, l'Oasi di Bosco Casale e l'Oasi Naturale di Guardiaregia -Campochiaro. Da segnalare anche la Riserva di Montedimezzo, situata nell'Appennino molisano e istituita nel 1977. La riserva presenta una fitta flora e numerose specie di mammiferi come cinghiali, lepri, tassi, caprioli, donnole, faine, volpi e scoiattoli ma anche uccelli come il falco pecchiaiolo, la balia dal collare.

4. Campobasso

Campobasso
in foto: Campobasso. Foto di trolvag

Campobasso è il capoluogo del Molise che sorge a 700 metri di altezza, regalando panorami suggestivi. Il nome della città deriva dalla fondazione della città nuova, costruita nel "campo in basso" nel 1814. Il centro storico di Campobasso è costruito da un intreccio di vicoli e scalinate che si inerpicano intorno al Castello Monforte, che domina la città. Passeggiando nel centro si incontrano tanti palazzi degni di nota e bellissime chiese, come Santa Maria delle Grazie, la Chiesa di San Giorgio, quella di San Bartolomeo, la chiesa duecentesca di San Leonardo e la Cattedrale neoclassica della Santissima Trinità. Si segnala, infine, il Museo del Presepe che conserva una raccolta di presepi antichi.

5. Isernia

Fontana Fraterna (Isernia)
in foto: Fontana Fraterna (Isernia). Fot di TheFab4

Isernia è una città che vanta una lunga storia. La città fu la capitale di popoli di origine sannitica e nonostante i bombordamenti che l'hanno colpita durante la Seconda Guerra Mondiale, Isernia, è riuscita a conservare parte del suo aspetto originale. Il centro storico si contraddistingue per i vicoli stretti e monumenti importanti. Tra le cose da vedere ricordiamo la Fontana Fraterna, realizzata introno al Trecento in onore di Papa Celestino V, la Cattedrale, che custodisce un'icona bizantina conosciuta come La Madonna della luce.

6. Frosolone, la città dei coltelli

Strada verso Frosolone
in foto: Strada verso Frosolone. Foto di Accolturato

In provincia di Isernia c'è una cittadina molto interessante da visitare. Parliamo di Frosolone conosciuta come la città dei coltelli. Qui, infatti, si può visitare il Museo dei ferri taglienti. Nella città si può anche partire alla scoperta della Riserva di Collemeluccio, un'aria naturale dichiamara patrimonio Unesco.

7. Bagnoli del Trigno

Vista panoranica della chiesa di San Silvestro, Bagnoli del Trigno
in foto: Vista panoranica della chiesa di San Silvestro, Bagnoli del Trigno. Foto di Luigi Salimbeni

Un borgo romantico e suggestivo che richiama tanti turisti soprattutto durante i suoi eventi. Bagnoli si trova a circa 35 chilometri da Campobasso e uno dei suoi eventi più importanti è Frammenti D'Antico che si tiene ogni anno il 18 agosto. Si tratta di una fiera medievale con sfilate in costume, cibi tipici e l'obbligo di cambiare gli euro in ducati per acquistare qualsiasi cosa.

8. Castel San Vincenzo e la sua Abbazia

Monastero di San Vincenzo al Volturno
in foto: Monastero di San Vincenzo al Volturno. Foto di cc–by–2.0

Castel San Vincenzo è la meta ideale per gli amanti della montagna e dell'archeologia. Il borgo si trova in provincia di Isernia, all'interno del Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Tra i monumenti spicca l’Abbazia di San Vincenzo al Volturno, uno dei più importanti siti archeologici altomedievali d'Europa. Il borgo si affaccia su un bellissimo lago artificiale, creato alla fine degli anni Cinquanta per finalità idroelettriche.