Veduta della città di Arco
in foto: Veduta della città di Arco. Foto di Volker Kannacher

Un luogo incantevole sulle sponde del Lago di Garda è Arco, un borgo medievale arroccato sulle alture vicino a Riva del Garda. Arco si trova in Trentino ed è dominato dai resti dell'antico castello. Il paese è una delle mete più amate per chi pratica l'arrampicata, infatti, qui è presente una delle pareti più suggestive ed impegnative del panorama italiano, quella del Monte Colodri. Arco è anche celebre perchè in inverno ospita uno dei mercatini di Natale più belli del Trentino.

Cosa vedere ad Arco

Castello di Arco
in foto: Castello di Arco. Foto di Alessandro Vecchi

Arco è un borgo molto bello e piacevole da visitare. Il nucleo storico si trova ai piedi della parete rocciosa formando un arco, da cui prende il nome la città. Durante un giro nella parte vecchia si possono ammirare piazzette, case antiche, vicoli nascosti e piccoli negozietti e bar. Meritano una visita il Duomo, alcuni palazzi antichi ricchi di affreschi e la Collegiata Santa Maria Assunta. Quest'ultima si trova nella piazza principale di Arco ed è uno degli esempi più importanti del tardo Rinascimento in Trentino, con la sua facciata austera e un interno molto decorato. Altri importanti edifici religiosi ad Arco sono la Chiesa della Trinità, la chiesa medievale Sant'Apollinare, la chiesa di San Rocco e la Chiesa di San Martino, situata in collina.

Il simbolo della città è il castello, ovvero l'antica rocca medievale appartenuta ad conti d'Arco che ha più di 1000 anni. Il Castello si trova a 273 metri di altezza e per raggiungerlo bisogna attraversare un sentiero di 20 minuti tra una ricca vegetazione, composta soprattutto da ulivi. Di recente attraverso un'opera di recupero architettonico il castello è stato restaurato. Grazie a questi interventi è possibile visitare la Prigione del Sasso e la Torre Grande, le cui pareti sono decorate con uno affreschi profani del Trecento che raffigurano dame che giocano a scacchi. Dalla sommità del castello si può di un panorama unico.

Ad Arco si trova anche il casinò municipale che risale all'ottocento, trasformato oggi in un centro congressi. Precedemente questo luogo era frequentato dai nobili europei e vi soggiornò anche la pincipessa Sissi, imperatrice d’Austria. Arco, infatti, è da sempre stata una meta prescelta da nobili e ricchi mercanti che hanno costruito qui le loro ville e residenze per trascorrere le vacanze.

Vista di Arco
in foto: Vista di Arco. Foto di Aurelio Candido

Le pareti rocciose che circondano la città sono un vero paradiso per gli scalatori e amanti del free climbing, per questo la città è stata nominata "Patria degli scalatori sportivi". Questo titolo spetta ad Arco poichè la parete di roccia calcarea è ricca di appigli e sembra fatta apposta per le scalate, inoltre il clima mite anche in inverno, permette l'arrampicata tutto l'anno. Ad Arco ogni anno verso la fine del mese di Agosto si tiene il "Rock Master Festival", una manifestazione durante la quale atleti provenienti da tutto il mondo provano a scalare le pareti rocciose.

Nelle vicinanze di Arco c'è un altro luogo unico da visitare, si tratta dell'Alboreto, l'antico parco che l'arciduca Alberto d’Asburgo fece allestire nell’Ottocento accanto alla sua villa. All'interno si può passeggiare nel giardino botanico che ospita circa 150 tipi di piante rare e vegetazione tipica del paesaggio mediterraneo. All'interno sono presenti anche giganteschi alberi mammut e la famosa Grotta di Patone.