infografica del viaggiatore

Tempi di percorrenza sufficientemente veloci e massima libertà, questi i principali vantaggi di chi, durante un viaggio, può fare affidamento sulla propria auto. Per non parlare poi del clima di amicizia e goliardia che si viene a creare all’interno della vettura, dove la chiacchiera anima l’attesa per la prossima tappa e la musica fa trascorrere il tempo con leggerezza.

Sarà per questi motivi che noleggiare un’auto anche all’estero è diventata un’opzione così popolare. Coniugare volo e macchina è secondo molti la soluzione di viaggio più comoda. A dimostrarlo è l’infografica di Avis, una delle compagnie di noleggio più conosciute al mondo.

Nell’analisi di AVIS si studiano le preferenze dei viaggiatori italiani, ovvero quali sono le motivazioni che spingono i nostri concittadini a noleggiare un’auto e quali sono le destinazioni (estere e italiane) più gettonate. Lo spostamento dall’aeroporto alla meta di destinazione risulta il motivo più frequente di noleggio (58%). Probabilmente il collegamento non sempre agevole dei vettori che collegano le stazioni alla città, così come i costi artatamente “gonfiati” dei diversi ticket convincono i nostri concittadini ad orientarsi verso la più comoda vettura privata.

Il 41% degli intervistati, invece, fa ricorso all'autonoleggio durante le vacanze, mentre il 22% la trova la soluzione più economica per il viaggio. Va detto, di passaggio, che la possibilità offerta dall’auto di accorciare i tempi di percorrenza e di trovare alloggio in luoghi poco turistici permettono spesso di abbassare i costi del viaggio.

Per quanto riguarda le mete predilette tracciate dal checkin su facebook, gli autonoleggiatori italiani riflettono, almeno in parte, le stesse preferenze che influenzano i flussi turistici stagionali. Il 23,8% sceglie la Spagna, mentre il 6,2% la Grecia. Prevale probabilmente la voglia di sentirsi liberi e girare il più possibile per chi sceglie la Francia (8,8%) e la Germania (6,3%).

L’Avis presenta anche un dato interessante sui turisti stranieri che visitano il nostro paese. Il reddito e la forza della moneta sembrano ricoprire un ruolo fondamentale, se è vero che il 21% proviene dagli USA, il 13% dal Regno Unito, l’8% da Francia e Spagna e il 6% dalla Germania. Le attrazioni più gettonate sono Pompei, Gardaland, l’Arena di Verona, Piazza S. Pietro e il Colosseo. Velocità e comodità, dunque, sembra siano due qualità apprezzate anche da chi visita le bellezze storiche del Bel Paese.

La fitta presenza di attrazioni culturali e naturali dell'Italia favorisce tra l'altro vacanze itineranti, durante le quali, muniti di auto, si può spaziare da Trieste a Palermo, passando per (tempo permettendo!) campagne toscane, mare salentino e tanto altro ancora. Anzi, dato che ci si prepara alle vacanze estive, valga come possibile idea di viaggio…

Articolo sponsorizzato