The Twelfth, una manifestazione da non perdere…
in foto: The Twelfth, una manifestazione da non perdere…

Il 12 luglio va in scena a Belfast una manifestazione che spesso si conclude con episodi di violenza a danno della comunità cattolica e della polizia. Si tratta del Twelfth, la marcia degli orangisti, una fazione estremista dei protestanti di Belfast, che commemora la Glorious Revolution (1688) e la vittoria di Battaglia del Boyne del re protestante Guglielmo d'Orange sul re cattolico Giacomo II (1690). Da tempo le autorità locali stanno cercando di trasformare l'evento in una manifestazione di interesse culturale, convoglionado l'attenzione anche dei turisti. Un impegno che, suo malgrado, ha coinvolto anche il vettore britannico easyJet, che sul suo giornale di bordo suggerisce ai turisti di assistere alla manifestazione argomentando che "il 12 luglio centinaia di sfilate colorate si svolgono in tutta l'Irlanda del Nord, festa nazionale per commemorare la Battaglia del Boyne del 1690. Sono grandi da guardare".

Notte del 13 luglio 2015, la manifestazione continua.
in foto: Notte del 13 luglio 2015, la manifestazione continua.

Sammy McNally, blogger residente in Irlanda del Nord, ha osservato la particolare attenzione posta da easyJet sull'evento. "Non ho potuto fare a meno di chiedermi – nota causticamente la blogger – se easyJet copra anche altri ‘festival' che al tempo stesso celebrano ed esacerbano le tensioni etniche". Un portavoce della compagnia britannica ha spiegato al MailOnline: "Ci affidiamo ad una rete esterna di scrittori con sede in ciascuna delle nostre destinazioni per fornire suggerimenti utili per le nostre guide nell'easyJet Traveller. Questi scrittori risiedono sul posto che descrivono e sono giornalisti affermati nella loro comunità ed è proprio la loro esperienza e conoscenza reale della loro terra a rendere così utile il contenuto delle nostre guide. In questo caso l'autore della guida di Belfast ha sentito di dover includere la manifestazione nelle attrazioni di interesse culturale per i nostri lettori, tuttavia capiamo bene quali siano le sensibilità intorno all'evento e ci scusiamo per non averlo notato".