Janas Ginter
in foto: Janas Ginter

1.000 anni di storia e non dimostrarli, è Brema una cittadina della Germania che nonostante non si una grande metropoli offre storie affascinanti e tante cose da fare e vedere. Conosciuta in tutto il mondo per la musica e per la fiaba dei fratelli Grimm, Brema offre tanti punti interessanti che di sicuro stuzzicheranno la vostra fantasia. La città tedesca è affascinante sotto diversi punti, è innovativa e nuova e sembra avere sempre uno sguardo proiettato verso il futuro.

Cosa vedere a Brema

Ben Kor
in foto: Ben Kor

Pur non essendo una grande metropoli Brema offre tante cose da vedere, dalla famosissima Piazza del Mercato, con il municipio, la statua di Rolande e molti altri palazzi storici. La prima cosa che non può mancare durante un viaggio a Brema è la visita alla Cattedrale di San Pietro. La struttura è imponente con vetrate, soffitto dipinto ed un grande rosone alla fine della navata. Grazie alla particolare illuminazione di notte la cattedrale appare totalmente diversa. All'interno si possono visitare le sei stanze del Museo della Cattedrale con oggetti sacri e sculture. Nella piazza del mercato, Marktplatz, è situato il Municipio, meglio conosciuto come Rathaus. Ha una facciata rinascimentale riccamente decorata ed al suo interno ci sono molti particolari frutto del designer Luder von Bentheim.

A Marktplatz si trova anche la Statua di Roland. Questa statua rappresenta il simbolo dell'indipendenza della città. Alta quasi cinque metri e mezzo si erge su un grande piedistallo, con la sua leggendaria spada Durandal. Da vedere anche il Museo Übersee che si trova accanto alla stazione centrale. Questo è dedicato al colonialismo tedesco, ma oggi si è trasformato in un esposizione etnografica che illustra le varie culture mondiali, con particolare attenzione a quelle dell'Oceania e dell'Asia. Altro museo molto bello è quello d'arte, il Kunsthalle, dove sono esposte opere di artisti dal quattordicesimo secolo a oggi.

Durante la visita a Brema non potete non passare a Böttcherstrasse, una strada storica nel centro, con architetture art-deco del XIX secolo. Uno dei luoghi più famosi di Brema è la Statua dei Musicanti, che rappresenta un asino, un cane, il gatto e il gallo della celebre fiaba dei fratelli Grimm.

bgcarvalho
in foto: bgcarvalho

Se cercate la natura Brema offre anche questo. Infatti, grazie a Botanika, un grande parco, potrete girare tra azalee e rododendri situati all'interno del parco dei Rododendri e il suo giardino giapponese. A contribuire, inoltre, alla nomea di città verde ci pensano la squadra di calcio del Werder Brema e la fabbrica "verde" della Beck's, la birra tradizionale. Altro polmone verde di Brema il Burger Park, che dista solo 15 minuti a piedi dal centro di Brema, è ricco di alberi, laghi e aree verdi nelle quali rilassarsi.

Oltre a città verde, Brema è anche città fluviale. Il centro città è attraversato dal fiume Weser, che contribuisce a creare un'atmosfera suggestiva, che si può vivere appieno passando per la celebre passeggiata della Schlachte lungo il fiume.

Le curiosità di Brema

Eduardo Martinez
in foto: Eduardo Martinez

Brema nasconde tante storie e curiosità che forse non tutti conoscono. Tra queste c'è il buco di Brema, in realtà è un tombino che è diventato una sorta di salvadanaio. Si trova a Markplatz a sinistra dell'Haus der Bürgerschaft. E' diventata ormai abitudine comune inserir delle monetine, e si dice che ogni volta che una moneta cade nel buco si sentirà la voce di uno dei quattro musicanti di Brema in segno di ringraziamento. Le monetine raccolte vanno a supporto di progetti per la popolazione locale a cura della Wilhelm Kaisen charity.

Altra attenzione strana degna di nota è la pietra dello sputo, che si trova sul fianco settentrionale della cattedrale di San Petrio. La pietra si trova nel punto esatto in cui tale Gesche Gottfried venne giustiziato, e veniva usata per mostrare il disgusto verso questo uomo, quindi si sputava su. Lo sdegno vero questa persona era dovuto al fatto che avvelenava le persone.

Una delle curiosità più strane di Brema è che fu fondato da una gallina. Si avete capito bene un volatile. In realtà la storia non è proprio così. Quando Brema ancora non esisteva, un bandito e la sua famiglia che si trovavano a navigare lungo il fiume Weser, approdarono proprio nel posto in cui una gallina aveva trovato riparo per sé e i suoi pulcini, e decisero di copiarla e di insediarsi laddove poi nacque Brema.

Anche il parco verde di Brema, il Bürgerpark, è legato ad una leggenda curiosa. Si narra che la contessa Emma von Lesum concesse alla città di Brema il parco, che doveva avere come perimetro la distanza che un uomo  poteva percorrere dall’alba al tramonto. Il cognato della contessa, preoccupato per la sua eredità, scelse allora uno zoppo per “misurare” tale distanza. Questi, armato di una grande forza d’animo, strisciò finché non riuscì a percorrere una distanza che una persona come lui non sarebbe mai riuscita a percorrere in un giorno. E questo eroe cittadino lo si trova tutt’oggi raffigurato tra i piedi del Roland, la statua che domina la piazza centrale della città.

La bella fontana che si trova nel Handwerkerhof in Böttcherstrasse, si basa su di una leggenda locale. Tempo fa c’era a Brema un contadino che aveva 7 figli i quali sembra non avessero voglia di far nulla. Per questo la gente del posto li aveva additati come pigri. Un bel giorno i 7 figli decisero di lasciare Brema e tornarono dopo anni pieni di esperienza e idee. Fecero un sacco di lavori cominciando proprio dalla piccola proprietà del padre. Ma, nonostante tutto, la gente di Brema continuava a bollari come pigri perché non si sporcavano le mani col duro lavoro dei contadini.

Come raggiungere la città tedesca

Raggiungere Brema è semplicissimo, l'aeroporto internazionale si trova solamente a 3 chilometri e mezzo dal centro storico ed è ben collegato con le maggiori città di tutta Europa.