musei a londra

Uno dei posti che vale da solo un viaggio nel Regno Unito è il British Museum: tra i maggiori musei di storia del mondo. La storia del British Museum comincia nel 1700, quando Sir Hans Sloane, medico e naturalista, decise di donare l’insieme di curiosità e oggetti da collezione che aveva raccolto durante la sua vita a Re Giorgio II per la cifra di 20.000 sterline. Il patrimonio di Sloane era essenzialmente librario e, infatti, il museo inizialmente poteva essere considerato a tutti gli effetti una biblioteca. Negli anni della fondazione del Museo, l’Inghilterra era una prospera potenza coloniale e molti tesori provenienti dai possedimenti esotici del Regno Unito divennero parte della grande esposizione del British Museum.

Il museo conta attualmente circa sei milioni di oggetti, e la maggior parte dei volumi che furono la pietra fondante dell’esposizione sono stati trasferiti nella British Library. Gli oggetti del museo sono organizzati in base alle civiltà da cui hanno avuto origine, oltre che su temi specifici. All’intero del museo è possibile visitare la sezione dedicata all’Africa, alle Americhe, all’Asia, all’Europa sebbene le esposizioni più consistenti e più visitate siano quelle relative all’Antica Grecia, Roma, l’Egitto e la civiltà assiro-babilonese. In queste esposizioni è possibile ritrovare capolavori dell’arte antica quali i Fregi del Partenone, Il Vaso Portland risalente al I sec a.c., la Stele di Rosetta, frammenti del Tempio di Apollo Epicuro oltre a diverse mummie egiziane: una miniera di tesori da tenere in considerazione se non sapete cosa vedere a Londra. Quanto ai temi si distinguono in: Monete e banconote, Orologi, Oggetti di uso quotidiano e Illuminismo. Si tratta di esposizioni permanenti alle quali si vanno ad aggiungere, periodicamente, mostre temporanee.

Una delle collezioni più rilevanti è senza dubbio quella relativa all’Antico Egitto che occupa, da sola, sette stanze. E’ importante perché si tratta della collezione più ampia dopo quella del Museo del Cairo. All’interno dell’esposizione è possibile ammirare una serie di sculture egizie, e avere prova dei rituali egizi post morte. Occorre ricordare che il popolo egizio credeva fortemente nella vita ultraterrena, pertanto svariati reperti sono stati rinvenuti all’interno di sarcofagi e piramidi. Come abbiamo già detto poc’anzi uno dei reperti più importanti custoditi all’interno del British Museum è, senza dubbio, la Stele di Rosetta, una lastra di Basalto ritrovata sul Delta del Nilo nel 1799 che riporta un testo scritto in tre differenti grafie: il geroglifico, il demotico (ovverosia il corsivo del geroglifico) e il greco. Tale ritrovamento diede una svolta fondamentale alla interpretazione dei geroglifici attraverso il greco, unica lingua delle tre conosciuta all’epoca del rinvenimento.

Orario di apertura del British Museum

Il museo più importante del Regno Unito è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.30, ma estende il proprio orario di apertura anche alle sere del venerdì. In questo caso, tuttavia, non è possibile dare un orario preciso, dal momento che ogni ala del museo prevede un preciso turno serale che possiamo ritrovare nella sezione dedicata del sito ufficiale del museo. Per quanto riguarda i giorni di chiusura, il British Museum resterà chiuso il 1 gennaio, il Venerdì santo e il 24, 25, 26 dicembre.

I prezzi del British Museum

Conoscere le civiltà antiche non ha prezzo… ma stavolta nel senso che non è previsto il pagamento di alcun biglietto per visitare le aree più popolari di questo complesso. Le mostre stabili, come quella dell'antico Egitto, sono infatti gratuite. Per quanto riguarda le esposizioni temporanee, invece, il costo del tour varia di volta in volta. Insomma, recarsi al British Museum si ripaga da sé con una visita delle mostre gratuite, mentre si può dare un occhio alle esposizioni temporanee e valutare l'opportunità o meno di trascorrere 1-2 ore all'interno dell'affascinante museo londinese.

Come arrivare

L'ingresso principale del British Museum è a Great Russell Street. Nelle immediate vicinanze, ad appena 300 metri di distanza, troviamo quello che forse è il principale snodo della metropolitana di Londra, la fermata di Tottenham Court Road. A 500 metri, invece, troviamo la stazione metropolitana di Holborn, mentre a 800 metri ci sono quelle di Russell Square e Goodge Street. Se invece preferite i bus, allora potrete salire sulle linee 1, 7, 8, 19, 25, 38, 55, 98, 242 che vi fermeranno a New Oxford Street, le 10, 14, 24, 29, 73, 134, 390 che fermano a Tottenham Court Road se dirette verso nord o a Gower Street se dirette verso sud, i 59, 68, X68, 91, 168, 188 che fermano a Southampton Row.