Monti Lussari. Foto di Alessio Milan
in foto: Monti Lussari. Foto di Alessio Milan

Maestosa e timida, riservata e mondana: tutto questo è Camporosso, un borgo montano del Friuli. Qui si respira un'atmosfera da favola, con le piccole casette di montagna che riportano in un mondo incantato. Camporosso è una frazione del comune di Tarvisio, rinomata meta turistica per le vacanze in montagna in Friuli sia in estate che in inverno.  Oltre alla bellezza del paesaggio, la zona oggi è un'importante destinazione sciistica, dotata di vari impianti di risalita.

Estate a Camporosso
Inverno a Camporosso
I laghi di Fusine
Come arrivare

Estate Camporosso in Valcanale e nelle vicinanze

Laghi di Fusine. Foto da Wikipedia
in foto: Laghi di Fusine. Foto da Wikipedia

La zona del Tarvisio è un crocevia al confine tra l'Austria e Slovenia e anche i paesaggi, ma soprattutto i gusti risentono di questo. In estate si possono fare tante escursioni a piedi, ma oltre alle passeggiate si può fare trekking, mountain bike o anche una piacevole cavalcata tra i sentieri. Nelle vicinanze si trova il “Parco Sella Nevea”, un luogo di divertimento per tutta la famiglia che da l'opportunità di fare percorsi avventurosi su diversi piani di difficoltà.

Non lontano dal borgo si può raggiungere facilmente il Lago di Fusine, collegati da incantevoli itinerari, e la Val Saisera, con imponenti cime. Verso il confine sorge Cave del Predil, un tempo paese di minatori, ospita oggi il Museo della Tradizione Mineraria. Da lì parte un sentiero minerario di 2 chilometri, che si fa in parte a piedi in parte in trenino e conduce il visitatore per un intenso spaccato su una realtà vicina che pure appare così lontana. Sulla strada che porta a Sella Nevea, appare, come una perla tra le montagne il Lago del Predil, dove si può andare in barca a vela e kayak.

Inverno a Camporosso: neve e sci

Laghi di Fusine. Foto di Alessio Milan
in foto: Laghi di Fusine. Foto di Alessio Milan

D'inverno la zona è interamente ricoperta di neve e richiama gli amanti degli sci. Ma non solo, se vi trvate in vacanza qui il 5 del mese di dicembre potrete assistere alla comparsa dei temibili “Krampus”, i diavoletti che gridando e agitando i loro campanacci annunciano l'arrivo di San Nicolò. Tornando alla neve, l'impianto più conosciuto è la funivia che conduce al Monte Santo di Lussari, utilizzata in estate dai pellegrini e dai turisti in gita, in inverno frequentata da sciatori e snowboarder. I pellegrini, ma talvolta anche gli sportivi salgono fino al Santuario Mariano, dedicato alla Madonna del Lussari e detto dei tre popoli perché rappresenta l'unione spirituale delle tre comunità che si trovano ai suoi piedi: gli italiani, gli austriaci e gli sloveni.

I laghi di Fusine

Laghi di Fusine. Foto da Flickr
in foto: Laghi di Fusine. Foto da Flickr

Questi laghi regalano uno spettacolo eccezionale. Sono di origine glaciale, collegati tra loro da facili sentieri e abbracciati da un fitto bosco di abete rosso e posti alla base della catena montuosa del Gruppo del monte Mangart. I due laghi di Fusine, compresi all'interno del Parco naturale di Fusine, sono forse tra i più belli specchi d'acqua della regione. Si trovano all'interno di una conca racchiusa da un un imponente arco montuoso dominato dalla mole del monte Mangart.

Come arrivare a Camporosso in Valcanale

Se si viaggia in macchina dall'Italia bisogna seguire l'Autostrada A23 Venezia – Udine – Tarvisio. In aereo, invece, gli aeroporti più vicini sono stranieri. L'aroporto Klagenfurt (Austria) si trova a 70 chilometri di distanza, e quello di Lubiana (Slovenia) si trova a 90 chilometri. L'aeroporto italiano più vicino è quello di Ronchi a 150 chilometri di distanza dalla città. Il borgo di Camporosso si può raggiungere anche in treno, la linea da seguire è Venezia-Udine-Tarvisio, con arrivo alla stazione di Valbruna o Boscoverde.