Sassi di Matera
in foto: Sassi di Matera. Foto di turkish414

La città di Matera è un grande orgoglio non solo della Basilicata, ma di tutta la nostra Italia. Una città che si è rialzata e ha saputo costruire una grande storia di successo turistico e culturale. Tutto questo troverà il suo apice nel 2019, quando Matera affronterà la nuova sfida di essere Capitale Europea della Cultura. Il titolo torna in Italia dopo ben 15 anni, dopo Genova nel 2004. A partire da Gennaio, Matera, già inserita nel 1993 nella lista dei patrimoni culturali dell’umanità dell’Unesco, ospiterà 50 settimane di eventi con 330 giorni di programmazione.

Il programma di Matera Capitale della Cultura 2019

San Pietro Caveoso, Matera
in foto: San Pietro Caveoso, Matera. Foto di chatst2

Il 19 Gennaio si accenderanno i riflettori sulla città di Matera, infatti, ci sarà la cerimonia inaugurale che incoronerà la città della Basilicata capitale europea della cultura 2019. Lo slogan della manifestazione è "Matera 2019 open future", un claim che segue il concetto di cultura aperta. La programmazione ruota intorno ai cinque temi che sono stati presentati nel dossier di candidatura: Radici e percorsi, Continuità e rotture, Futuro remoto, Utopie e distopie, Riflessioni e connessioni. Durante la kermesse si susseguiranno mostre ed eventi, progetti locali e altri di stampo europeo, con oltre 300 eventi la cui lista completa si trova sul sito ufficiale. Per seguire i vari eventi si potrà acquistare il "Passaporto 2019" che, al costo di 19 euro, permetterà di assistere a tutte le manifestazioni e di acquisire la cittadinanza temporanea. Quest'ultima darà la possibilità di vivere appieno l'offerta culturale e comporta anche il dovere di portare a Matera un oggetto che rappresenti la propria idea di cultura. Gli oggetti racconti daranno vita  al una mostra dal titolo "Open future".

La cerimonia inaugurale, fissata il 19 Gennaio, sarà una vera festa a ritmo di musica con la partecipazione di 54 bande, acune provenienti dai comuni della Basilicata, altre dalle regioni italiane e da tutta Europa che faranno il loro ingresso in città. Lo spettacolo sarà in Eurovisione, dalle 19.00 alle 20.00. Durante l'anno Matera diventerà un grande racconto, in particolare quattro mostre racconteranno Matera e la Basilicata: "Ars Excavandi" (dal 19 gennaio), "Rinascimento visto da sud" (19 aprile 2019); "La poetica dei numeri primi" (21 giugno); "Stratigrafie. Osservatorio dell’Antropocene" (6 settembre). Il programma prevede anche percorsi urbani collegati alle cinque tematiche, con installazioni pubbliche realizzate da artisti internazionali. Inoltre, ogni comune della Regione potrà essere "Capitale per un giorno" con iniziative che riprendono i temi di Matera 2019.

Un breve tour nella città di Matera

Matera, Patrimonio Unesco
in foto: Matera, Patrimonio Unesco. Foto di chatst2

Matera è una città perfetta per un viaggo breve, infatti, per visitarla bastano tre giorni. L'attrazione che colpisce di più di Matera rendendola famosa in tutto il mondo, sono i sassi. Si tratta dei rioni storici del paese, dove le vecchie abitazioni contadine sono addossate l'una all'altra. Queste costruzioni da fuori sembrano semplici case, invece, all'interno appaiono come delle grotte, infatti, furono costruite utilzzando gli spazi naturali delle caverne. Oggi queste abitazioni sono state recuperate ad un uso moderno e si possono prendere in affitto.

Altra grande attrazione di Matera sono le chiese, molte delle quali scavate nella roccia. Queste costruzioni suggestive sono più di un centinaio ed alcune ospitano importanti affreschi duecenteschi. Insieme alla chiese da vedere sono anche i palazzi storici. Le dimore si trovano soprattutto nella zona della Civita e molti sono stati trasformati in musei e gallerie d'arte. Uno di questi è il Palazzo Lanfranchi, splendido esempio barocco che ospita il Museo d'arte medievale e moderna della Basilicata. Il Palazzo più suggestivo è Palazzo Pomarici, che ospita il Musma, il Museo della Scultura Contemporanea di Matera, con più di 250 opere di artisti internazionali. Il museo è conosciuto con il nome di Palazzo delle Cento Stanze, ricavato all'interno della roccia, è un complesso labirinto di gallerie che attirano l'attenzione forse più della mostra interna.

Per un approfondimento su cosa vedere a Matera potete leggere: Guida di Matera: cosa vedere nella città Capitale Europea della Cultura.