Il carro di Masha e Orso al Carnevale dell’Orciolaia (dal sito Carnevale Aretino).
in foto: Il carro di Masha e Orso al Carnevale dell’Orciolaia (dal sito Carnevale Aretino).

La festa di Carnevale più famosa in Toscana è a Viareggio, ma quella ideale per i bambini è ad Arezzo ed è già cominciata. Domenica 31 gennaio alle 15.00 è iniziato il Carnevale Aretino Orciolaia, giunto alla sua quarantanovesima edizione. Dopo un anno di stop nel 2014, la festa carnascialesca è tornata a nuova vita l'anno scorso: lungo via Fiorentina si riunisce una folla festosa in attesa dei carri allegorici, costruiti proprio nei cantieri limitrofi alla strada. Ci sarà anche una rappresentanza dal Carnevale di Viareggio, che invece dà il via alla festa il 7 febbraio.

Il Carnevale dell'Orciolaia è iniziato il 31 gennaio e finisce il 7 febbraio e prevede alle 15.00 nelle due domeniche l'uscita di carri e trenini. Tra le creazioni che sarà possibile osservare ce ne sarà una che sarà particolarmente gradita ai bambini: il carro di Masha e Orso, uno dei cartoni più seguiti in televisione a dispetto delle poche puntate mandate in onda, in continua replica. Allo show si aggiungono Re Carnevale, sei trenini e un altro carro di satira politica che in genere è "dedicato" al sindaco ma che quest'anno descrive ironicamente il decreto Salva-Banche: Renzi pilota uno schiacciasassi che macine banche e non i risparmiatori, con la scritta "voleva salvare capre e cavoli ma ha salvato solo boschi di cavoli". Il prezzo del biglietto è di 5 euro.

Il Carnevale dei ragazzi va in scena nella provincia di Arezzo, a Monte San Savino, che dopo le domeniche del 24 e del 31 gennaio torna il 7 febbraio con corsi, balli e musica. Nella vicina Bucine compare anche Peppa Pig dall'alto di un carro, che sfilerà con altri due: La Carrozza e L'arca di Noè. La protagonista dell'omonimo cartone si mostrerà l'1, l'8 e il 15 febbraio a partire dalle 14.30. Il 7 è anche l'ultima occasione per partecipare al Carbevale dei ragazzi di Rassina con altri carri allegorici e tanti stand gastronomici.