Monumento a Mamma Ciociara
in foto: Monumento a Mamma Ciociara. Foto di Martina Paolucci

Il grazioso borgo di Castro dei Volsci è situato in altura su un altopiano; per questa posizione spettacolare, il paesino è conosciuto come il balcone della Ciociaria. La vista del borgo, che ha dato i natali a Nino Manfredi, diventa ancor più spettacolare quando le nuvole sono basse, poichè sembra galleggiare su un manto bianco e soffice. Castro dei Volsci si trova in provincia di Frosinone e fa parte dei borghi più belli d'Italia, anche se in passato ha avuto dei periodi bui. Durante la Seconda Guerra Mondiale il paese è stato distrutto, ma fortunatamente è stato ricostruito e ad oggi può mostrare tutta la sua bellezza. Gli anni dolorosi di Castro sono raccontati nel celebre film di Vittorio de Sica, La Ciociara.

Cosa vedere nel borgo di Castro dei Volsci

Nel borgo si può accedere attraverso quattro porte, tre delle quali permettono l'accesso a un circuito più esterno di mura, mentre la Porta dell'Orologio immette nella seconda cerchia muraria. Il centro storico è un intreccio di stradine che si inerpicano sull'altopiano e si aprono in bellissime piazzette. Questa sua conformazione fa si, che questo borgo, durante le feste natalizie si trosformi in un vero presepe, le vecchie botteghe mettono in mostra oggetti artigianali e per le strade della città gli abitanti sfilano in abiti d'epoca.

Uno dei simboli del borgo di Castro dei Volsci è la statua di Mamma Ciociaria, un monumento inaugurato nel 1964. Nelle vicinanze del centro si può visitare l'area archeologica di S. Maria del Piano, dove sono stati individuati antichi monumenti, come ville, terme e necropoli che testimoniano un insediamento con più fasi, dalla tarda età repubblicana all'alto medioevo.

Se visitate questo borgo non potete non fermarvi a provare le specialità nei tanti ristorantini. I piatti forti della tradizione ciociara sono: la pasta all'uovo, l'abbacchio, gli arrosti, lumache e la pasta e fagioli, il tutto accompagnato da vini locali.