tramonto

A largo del Mar Ionio, sul versante greco, l'isola di Cefalonia risulta la più grande di quest'area geografica e ha molto da offrire ai suoi visitatori. L'agricoltura locale, costituita dai campi di cereali e le ampissime viti, hanno reso il posto molto forte economicamente in epoca classica. Il turismo è diventato parte integrante dell'economia dell'isola negli ultimi anni, forte delle splendide spiagge e delle grotte che attirano numerosi visitatori ogni anno.

Mare e spiagge – Vicino al villaggio di Sami, si trova la spiaggia Antisamos, caratterizzata dalle acque verde smeraldo e dalle montagne che ne circondano il litorale. Le scogliere di Petani e Agia Paraskevi, rendono suggestive queste mete grazie alla vista che creano questi ammassi rocciosi attorno alle spiagge. La sabbia bianca di Lourdas è un'ottima attrattiva, ben sfruttata grazie alla ricca presenza di strutture balneari. Molto attrezzata è anche Makrys Gialos, ritenuta da molti tra le spiagge più belle dell'isola. Myrtos è la più nota, non solo localmente, ma gode di una fama mondiale, qui le acque assumono diverse tonalità in base al periodo in cui la visita ed ogni ora si differenzia dall'altra.

asos

Divertimento – La vita notturna di Cefalonia non è adatta ai più giovani, vista la scarsa presenza di discoteche e locali vari sull'isola. La serata qui si svolge nei ristoranti tipici greci, accompagnati da musiche antiche da cantare assieme ai residenti, che raccontano storie e leggende del posto. Da poco sono presenti sul posto teatri e cinema, in particolare nei cinema sono proiettati film americani in lingua originale. Il posto offre inoltre un gran numero di casino, che attirano molti turisti che tentano la sorte prima di tornare a casa. Un locale molto suggestivo si trova ad Argistoli, il Katravorte è costruito sugli scogli e si sviluppa sul mare, creando un'atmosfera molto particolare, in combinazione agli ottimi drink e alla musica lounge.

myrtos

Cosa vedere – I luoghi da visitare sono sicuramente la caverna Drogarati ed il lago sotterraneo Melissani. L'impronta veneziana è scandita dal castello di Cefalonia. Il museo archeologico di Argostoli, insieme al museo del folclore sono molto importanti per comprendere a pieno la cultura del posto. La tomba fuori Poros, ancora in fase di scavo, si crede appartenga ad Ulisse. Il monastero di Panagia Atrou si trova su un pendio a 500 metri di altitudine, che offre una panoramica sull'isola eccezionale. L'antica città di Krani è visitabile nelle sue rovine, dove sono stati rivenuti molti edifici, tra cui un tempio dorico dedicato alla Dea Demetra.

petani

Come arrivare – L'isola è collegata via aereo a molte città europee, tra cui Pisa e Milano Orio, da cui partono voli diretti Ryanair, da Milano Malpensa partono i voli Easy jet, che offrono prezzi molto vantaggiosi. Per quanto riguarda i collegamenti marittimi, il viaggio in nave dall'Italia parte da Brindisi, gestito dalla Endeavour Express. La Superfast Ferries offre un collegamento da Ancona a Patrasso, per poi ripartire alla volta di Cefalonia con la Strintzis Ferries in un viaggio dalla durata totale di 23 ore, sistemati in comode poltrone, con la possibilità di portare anche l'auto.

[La foto in apertura è di Martin Belam, le restanti di Matt Sims]