Cervara di Roma
in foto: Cervara di Roma. Foto di Umberto Rotundo

Cervara di Roma, è un piccolo comune della capitale conosciuto come il paese degli artisti. Il nome dela cittadina in realtà deriva dalla grande presenza di cervi che un tempo popolava la zona. Cervara di Roma è posto in una splendida posizione arroccato sui monti, appare quasi in simbiosi con la roccia ed offre una magnifica vista sulla valle dell’Aniene. Il Comune è il più alto della provincia di Roma ed insieme a Filettino è uno dei borghi più alti del Lazio. Ma la particolarità per la quale è conosciuto è un'altra. Cervara per secoli ha ospitato grandi artisti provenienti da tutta Europa.

Ma come mai questa città è tanto amata dagli artisti? Scopriamo i segreti e le bellezze di Cervara di Roma che hanno ispirato tantissimi uomini di cultura.

Cervara: il paese degli artisti

Panorama di Cervara di Roma
in foto: Panorama di Cervara di Roma. Foto di Roberto Ventre

Situato in una posizione fiabesca, arrocato su un monte, Cervara di Roma ha ospitato tanti artisti di fama mondiale. Per esempio l'artista francese Ernest Hébert ha vissuto a Cervara nel 19° secolo e ha dipinto una serie di quadri raffiguranti le donne del villaggio, come Les Cervaroles, dipinto esposto al Musée d’Orsay a Parigi. Intorno al 1810 Joseph Anton Koch si trovava a Cervara e ha trasportato su tela i suoi magnifici paesaggi. L'artista è stato seguito da Bartolomeo Pinelli, Corot e Oscar Kokoschka. Anche Samuel Morse, inventore del codice dal suo stesso nome, è rimasto affascinato da questo luogo tanto che ha dichiarato "C’è qualcosa di stranamente maestoso in un luogo come questo. È governato, per la maggior parte, da un silenzio perfetto."

Non a caso uno dei simboli della cittadina di Cervara è la scalinata degli artisti. Questa struttura, omaggio a tutti gli artisti che hanno scelto Cervara come luogo d'ispirazione, da accesso al centro storico e da Piazza San Giovanni XXIII conduce fino alla piazza principale Umberto I. La scala è stata realizzzata da giovani artisti arrivati da ogni parte del mondo, insieme agli allievi dell'accademia delle Belle Arti di Firenze. E' ricca di sculture, dipinti, murales e poesie scolpite nella roccia.

Il paese di Cervara è stato vittima della distruzione della Seconda Guerra Mondiale, che ha comportato l'abbandono di molti abitanti. Durante questo periodo storico tragico, gli artisti vollero dare la loro testimonianza per celebrare questo villaggio, considerato uno dei più affascinanti d'Italia. Cervara fu così decorata con bellissime sculture, dipinti e decantato in poesie. Persino Ennio Morricone, cittadino onorario, ha dedicato due composizioni a Cervara.

Il centro storico di Cervara

Cervara di Roma e dintorni
in foto: Cervara di Roma e dintorni. Foto di Umberto Rotundo

Il centro del borgo di Cervara ha un classico impianto medievale e custodisce alcune significative testimonianze storiche. Tra le più importanti troviamo la  Chiesa di Sant'Emidio e la Chiesa di San Rocco. Molto interessante è anche la chiesa di Maria Santissima della Visitazione. L'edificio religioso è costruito in pietra locale e presenta un campanile e un portale d'ingresso risalente al XV secolo. All'interno della chiesa sono conservate pregievoli opere d'arte, come il quadro della Visitazione del Seicento e il dipinto dell'altare maggiore, che raffigura la Madonna del Carmine. Sotto l'altare maggiore è custodito il corpo del martire della chiesa ritrovato nelle Catacombe di San Callisto a Roma e donato a Cervara di Roma da Pio VI. Tra le strade del borgo si può ammirare la Chiesa di Santa Maria della Portella, che si trova nelle vicinanze della porta del paese. Merita una visita anche il Museo della Montagna, che si trova nelle vicinanze della Chiesa di Maria Santissima della Visitazione. Il museo mette in mostra testimonianze della cultura contadina e oggetti sacri. Da vedere anche l'antica Rocca Medievale che risale alla prima metà del XI secolo. Oggi la rocca è protetta dalla statua della Madonna Immacolata.

Oltre alla Scalinata degli artisti, citata nel paragrafo precendete, a Cervara c'è anche la scalinata della Pace. Questa struttura collega il centro abitato ai resti della Rocca medievale. Lungo la scalinata sono raffigurate figure che simboleggiano la pace e la solidarietà fra i popoli.

Anche i dintorni di Cervara di Roma, offrono molte attrazioni interessanti da visitare. Il borgo si trova nelle vicinanze del Parco Regionale dei Monti Simbruini, una delle aree naturali più importanti del Lazio. All'interno dei Parco si accede ad una serie di sentieri che coprono i 30.000 ettari del'aria, attraversando boschi, vallate, borghi, torrenti e praterie ad alta quota. Nelle vicinanze di Cevara meritano una visita anche altri borghi, come Subiaco, immerso nella natura e famoso per i suoi monasteri meta di pellegrinaggi da tutt’Italia. Seganaliamo anche Arsoli con il suo Castello Massimo.