Accoglienti e forti di una tradizione che sa offrire cortesia e ottimi piatti, ma decisamente indietro per quanto concerne i servizi tecnologici. Il quadro del nostro paese fatto da Travel Appeal, società che monitora e lavora per la popolarità e reputazione dei brand di alberghi e ristoranti, è tutto sommato incoraggiante. Per 18 mesi Travel Appeal ha monitorato l'attività on line che ha interessato le strutture ricettive e l'enogastronomia di dieci città (Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino, Trieste, Venezia). Sotto la lente della sentiment analysis sono finite 82.000 strutture, 3 milioni di recensioni, 8 milioni di giudizi e quasi 90.000 conversazioni sui social network. Positivo il giudizio complessivo, dato che le reazioni positive sono state il 79,08% dei casi.

Classifica delle 10 città per sentiment positivo:

  1. Catania: 81,28% di ospiti e clienti soddisfatti
  2. Napoli: 80,86%
  3. Firenze: 80,77%
  4. Bologna: 80,19%
  5. Trieste: 79,97%
  6. Torino: 79,78%
  7. Genova: 79,45%
  8. Roma: 78,55%
  9. Venezia: 78,53%
  10. Milano: 76,24%.

Le due città del sud si sono posizionate in cima alla classifica, trainate dai punteggi positivi nelle variabili relative alla qualità del personale e della ristorazione. La prima città per qualità dei ristoranti tuttavia è Firenze, che raggiunge così il terzo posto. Il capoluogo toscano ha anche il primato di albergatori "social", ossia di coloro che rispondono alle recensioni su TripAdvisor (il 13%). Ciononostante i tempi di risposta sono molto lenti, dato che i ristoratori impiegano 17 giorni a rispondere ad una recensione su una struttura a Firenze, 16 a Torino e Trieste, 15 a Napoli, Catania e Roma. Il tempo minimo? 13 giorni a Genova.

 "Analisi Sentiment & Reputation 10 città italiane #BTO2014 (Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino, Trieste, Venezia)"  di Mirko Lalli

[Foto in apertura di Sebastian Mary]