in foto: Cortona. Foto di Patrick Denker

In provincia di Arezzo, su un rilievo montuoso posto tra la Valdichiana e la Valle del Tevere sorge il borgo etrusco di Cortona. E' un centro molto amato dai visitatori grazie alla sua architettura medievale, fatta di antichi palazzi, vicoli stretti, piccole botteghe artigiane e trattorie tipiche toscane. Cortona racchiusa da una cinta muraria in cui ancora oggi sono visibili tratti etruschi e romani, è stata costruita su di un colle, che raggiunge circa 600 metri di altezza. Questa posizione consente di ammirare gli splendidi paesaggi della Valdichiana, con lo sguardo che arriva fino al lago Trasimeno. Cortona è stata consacrata al grande pubblico, soprattuttto anglofono, dal libro diventato poi film "Under the Tuscan Sun", e merita certamente tutto questo interesse perché ha tanto da offrire sotto ogni punto di vista.

Cosa vedere a Cortona.

Piazza di Cortonain foto: Piazza di Cortona. Foto di Wyzic

Il borgo è abbastanza piccolo, ma nonostante questo offre molte cose interessante da ammirare e da fare. Il centro si snoda attorno alla Piazza principale, Piazza della Repubblica, sulla quale si affaccia il Palazzo Comunale. Sulle vie principali del centro si affacciano bei bar, negozi di artigianato, caratteristici ristoranti e tante gallerie d’arte. Durante una passeggiata nel borgo di Cortona da visitare è il Museo Diocesano ed il MAEC, Museo dell' Accademia Etrusca e della Città di Cortona, nel quale sono esposti molti reperti provenienti dalle diverse aree etrusche della zona.

Durante la visita a Cortona potrete ammirare il Parco Archeologico della città, un complesso di monumenti che abbracciano il periodo etrusco e quello romano. All’interno di Cortona si possono apprezzare i resti della città nel periodo etrusco con le principali opere costituite dalle poderose mura, dalla porta bifora, e da una serie di strutture sotterranee; del periodo romano si possono osservare resti dell’acquedotto costituito da condutture in cocciopesto presso porta Montanina e dalla cisterna dei "Bagni di Bacco" accanto alla chiesa di S. Antonio. Da non perdere la visita al bellissimo Santuario di Santa Margherita, patrona della città, ed alla Fortezza del Girifalco. Entrambi si trovano sul punto più alto del colle, al quale si può tranquillamente arrivare camminando, anche se la strada è in salita. Lungo le mura cittadina c'è un percorso dal quale si gode di bellissimi panorami sui dintorni.

Poco fuori dalle mura di Cortona, si trova l' Eremo francescano Le Celle, primo convento costruito da San Francesco d' Assisi nel 1211, nel quale oggi vive una piccola comunità di frati. Nel corso dei secoli l' eremo ha subito diversi interventi di ristrutturazione ed ampliamento, durante i quali è tuttavia stata preservata la piccola cella di San Francesco, ancora oggi visitabile.

Come arrivare a Cortona.

Il borgo di Cortona è ben collegato con treni regionali che partono con corse frequenti e regolari da Firenze e da Roma. La fermata più vicina è quella di Camucia, da dove si può raggiungere Cortona a piedi o in autobus. Vi sono anche treni frequenti che partono da Arezzo. Se viaggiate in auto da Firenze, bisogna seguire direzione sud, scegliendo la strada panoramica, con uscita Arezzo e continuando verso Cortona sulla SR71. L'alternativa è scegliere l'autostrada (Autostrada del Sole) con uscita a Bettolle-Perugia. Se invece si arriva da sud, si segue comunque l'autostrada del sole, per poi uscire a Bettolle-Perugia da dove si raggiunge Cortona in meno di 30 minuti.