Certaldo: Foto di Matteo Tani
in foto: Certaldo: Foto di Matteo Tani

A luglio, quando le città ancora non sono deserte a causa delle vacanze estive, le occasioni per viaggiare non mancano di certo. Cultura, bellezze naturali, feste e sagre, ma soprattutto il buon cibo sono sempre un ottimo motivo per trascorrere un week end in Italia. Dalla Sicilia al Trentino si combatte l'afa estiva a suon di sagre ed eventi che fanno rivivere tradizioni antiche o feste originali e che costituiscono anche una buona occasione per visitare i piccoli borghi d’Italia. Se volete concedervi una breve vacanza, ecco quali sono i principali eventi nelle città italiane nel mese di luglio.

Cibo genuino e golosità dal 4 al 6 luglio
Dall'11 al 13 luglio, un week end al sapore di mare
Ritorno al Medioevo nel week end dal 18 al 20 luglio
Dal 25 al 27 luglio, musica e folklore sotto le stelle

Cibo genuino e golosià dal 4 al 6 luglio

Cuoppo napoletano: foto di alfaniculi
in foto: Cuoppo napoletano: foto di alfaniculi

– Mercatini del 600, Bassano Romano (Viterbo). Dal 4 al 6 luglio in provincia di Viterbo si tiene un mercatino alquanto particolare. Ad essere in mostra non sono i soliti oggetti ma bensì suppellettili, attrezzi e uno spaccato della vita del 600. Il mercato vuole rievocare la fiera che si teneva nel XVII secolo. Così nel piccolo borgo di Bassano Romano sfileranno i personaggi che hanno fatto la storia della città, insieme alle tradizioni culturali e folkloristiche. L'atmosfera sarà quella di altri tempi, con locande aperte dove si potrà gustare del buon vino e visite guidate che faranno rivivere la città del 600.

– Festa Medievale, Fosdinovo (Massa Carrara). Nel primo week end del mese di luglio ci sarà un'altra incredibile rievocazione medievale. A Fosdinovo nel carrarese dal 5 al 6 luglio,rivivranno gli antichi mestieri e per le strade si potrà assistere a vari spettacoli di artisti. Come i mangiafuoco, i giullari e ballerini che riproporranno anche i duelli di uomini d'arme.

– Palio dei Templari, Villastellone (Torino). Questa festa ha preso il via negli anni 70 con l'obbiettivo di non far dimenticare delle figure importanti per la vita della città. I templari vengono furono determinanti per la nascita della città di Villastellone e per onorare questo momento è stato istituito un Palio che viene celebrato il 5 luglio per le strade della cittadina.

– Sagra degli strozzapreti, Roccastrada (Grosseto). Lo strozzaprete, questo nome subito rievoca qualche strano attrezzo di tortura usato in chissà quale epoca passata. In realtà non si tratta di niente del genere, ma è solo un tipo di pasta, la cui origine del nome rimane avvolta nel mistero. Dal 5 al 14 luglio in Maremma viene  celebrata questa pasta con i migliori sughi, preparati dalle mani esperte delle cuoche del paese.

– Festa del Fungo Porcino e Sapori del Borgo, Montoro (Avellino). Buona cucina e divertimento nel primo week end di luglio. Il fungo porcino è un prodotto tipico della zona dell'avellinese, e non poteva non essere celebrato in una grande festa che raccoglie tutta la genuinità e gli antichi sapori di questa zona. Durante le giornate dal 4 al 6 luglio nel paese di Montoro tutto sarà all'insegna dell'allegria, con musiche di gruppi folk e latino americano. Saranno allestiti stand per promuovere i prodotti agricoli e l’artigianato locale.

– Festa della Pizza e Birra, Montopoli in Val d'Arno (Pisa). In provincia di Pisa per ben 10 giorni si celebrerà una coppia perfetta: la pizza e la birra. La pietanza e la bevanda nostre compagne del week end, saranno servite in tutti i modi possibili, facendoci scoprire anche qualche gusto che non abbiamo mai assaporato. Appuntamento in piazza a Montopoli in Val d'Arno dal 27 giugno al 7 luglio.

– Sagra dal Zanin, Festa del Fagiolo, Alberone di Ro (Ferrara). Dal 28 al 7 luglio si festeggia un importante prodotto tipico della zona, il fagiolo. Ad accompagnare questo prodotto della cucina povera della zona ci saranno affettati, carne e pasta tutti preparati secondo la più antica tradizione.

– Sagra della brioche con gelato artigianale, San Pancrazio (Firenze). Giorni golosi in provincia di Firenze, dal 4 al 14 luglio, si gusta uno dei dolci più amati. Ed in tema di dolcezze si sa la cucina Toscana non delude mai. 11 giorni ricchi di bontà culinarie, con antipasti, primi, grigliate annaffiate con ottimi vini e per finire la star della festa, la brioche con gelato artigianale. Tutto questo questo sarà arricchito da balli e musica, insomma una buona occasione per divertirsi.

– Sagra della Panzanella, Monterotondo (Roma). Un festa che ci riporterà alle nostre merende da bambini. Quando nel pomeriggio veniva rispettato un delizioso rituale. Pausa dai giochi e corsa a casa per mangiare la nostra merenda con pane, pomodoro ed un filo d'olio. Dal 4 al 6 luglio in provincia di Roma potrete riassaporare questo gusto. Nella piccola città di Monterotondo saranno allestiti stand con la degustazione gratuita di panzanella e vino.

– Sagra del Pesce Fritto e Grigliata, Striano (Napoli). Da non perdere assolutamente è la Sagra del pesce fitto di Striano, una vera tradizione della zona dove il sapore e la croccantezza del pesce servito nei cosiddetti "cuoppi" ha un gusto prelibato. Fritture di alghe, chele di granchi, ma anche polipetti e gamberetti delizieranno i visitatori. Tra un boccone e l'altro si esibiranno cabarettisti, ballerini e band musicali che renderanno ancor più spettacolare la festa. Appuntamento con forchetta e coltello dal 5 al 7 luglio.

Dall'11 al 13 luglio, un week end al sapore di mare

Marsala: foto di Alum Salt
in foto: Marsala: foto di Alum Salt

– Giornate medievali, Monte Cerignone (Pesaro e Urbino). Il bellissimo borgo di Montefeltro dall'11 al 13 luglio si veste di un'atmosfera magica e per due notti ritorna al XIII secolo. La città improvvisamente dimenticherà la vita moderna e si popolerà di giullari, cartomanti, mangiafuoco e falconieri. Come ogni festa che si rispetti ci sarà anche spazio per il cibo, infatti i turisti ed i cittadini potranno entrare nelle antiche cantine medievale e gustare i prodotti tipici del tempo.

– aMareFest, Marsala (Trapani). Dall'11 al 13 luglio a Marsala si tiene una festa interamente dedicata al mare, e non poteva non essere così in una città che ha fatto dell'acqua e dei suoi prodotti la sua ricchezza maggiore. Nel porto della città sarà allestito uno spazio espositivo dove si potranno ammirare ed acquistare prodotti e servizi offerti dalle aziende presenti. Inoltre si potranno provare le attrezzature e gli sport come la vela, il kitesurf, il windsurf e il nuoto per bambini con esperti istruttori.

– Sagra del Mallone, Bracigliano (Salerno). Se non avete mai assaggiato questa specialità una buona occasione è partecipare alla sua sagra dall'11 al 13 luglio in provincia di Salerno. Il Mallone è un misto di erbe di montagna e di foglie di cime di rapa, mescolate con patate grumose, peperoncino e tanto olio. Per quattro giorni questo piatto povero sarà preparato insieme a tutte le altre specialità della cucina campana, come le pennette al sugo di tracchiulelle di maiale, panino con porchetta e Mallone, pasta e fagioli, zeppole dorate e l'ottimo vino di Solopaca.

– Artigianato nella Favola, Poffabro (Pordenone). Il 13 luglio in uno dei borghi più belli d'Italia si tiene una festa da favola. Stiamo parlando di Poffabro, un piccolo comune che si trova in Val Colvera, dove ogni anno rivive un mondo fantastico. Nelle piccole case in pietra uomini e le donne lavoreranno come si faceva un tempo creando degli oggetti di artigianato. Durante la seconda domenica di luglio si potrà scoprire come un tempo si intagliava il legno, come si creavano le scarpe, o come si trasformava la terracotta. Questa esperienza è rivolta sopratutto ai bambini che potranno vivere una giornata magica ed al contempo imparare tante cose nuove.

Ritorno al Medioevo nel week end dal 18 al 20 luglio

Festa Medioevale: Foto di Nephelim
in foto: Festa Medioevale: Foto di Nephelim

– Sagra del Tartufo, Campovalano (Teramo). Dal 14 al 20 luglio, una settimana dal gusto irrinunciabile. In provincia di Teramo si celebra il tartufo, questo prodotto che in questa zona è un vero è proprio tesoro di bontà. Durante tutta la settimana sarà possibile gustare diversi piatti tutti preparati con l'ingrediente pregiato, inoltre saranno organizzate escursioni, degustazioni e visite ai luoghi storici.

– Mercantia, Certaldo (Firenze). Mercatia è una grande manifestazione che si tiene ogni anni nel comune di Certaldo e richiama tantissimi turisti. Quest'anno la festa avrà luogo dal 16 al 20 luglio. I visitatori vengono richiamati dagli spettacoli internazionali, dalle bande itineranti, il circo, le esibizioni dei maestri artigiani, mostre, installazioni, musei, spettacoli teatri che anche quest'anno non deluderanno le attese.

– Giornate Medioevali, Poggio di Otricoli (Terni). Protagonista indiscusso di questa festa è il Castello di Poggio di Otricoli, che dal 18 al 20 luglio tornerà indietro nel tempo per offrire e far rivivere le atmosfere e le tradizioni medioevali della città. Per girare nel borgo si dovrà barattare il denaro con quello stampato per l’occasione, infatti i negoziati in questi tre giorni accetteranno solo quello. All'interno del Castello si esibiranno cavalieri che metteranno in scena antichi duelli, spettacoli musicali e gli sbandieratori di corte. Sarà riservato anche molto spazio al cibo, con l'offerta di prodotti tipici nelle osterie e negli angoli più suggestivi della città.

– La Battaglia di Scannagallo, Pozzo della Chiana (Arezzo). Nella campagna di Arezzo ci sarà una vera  propria battaglia. Dal 19 al 20 luglio a fronteggiarsi saranno le città di Siena e Firenze, da sempre rivali per il predominio sulla regione. Anche se si sa che alla fine vincerà Firenze e che darà poi vita alla regione Toscana, la battaglia ogni anno lascia tutti con il fiato sospeso. Sicuramente un'occasione divertente e diversa dal solito per trascorrere un week end di luglio.

Festa del Redentore di Venezia. Tradizione antica che risale al 1577, quando la Serenissima festeggiò la fine di una terribile pestilenza edificando la Basilica del Palladio sull'Isola della Giudecca. Ancora oggi è quello il luogo sacro da cui cominciano i festeggiamenti con l'apertura del ponte votivo alle 19 di sabato 19 e la presentazione degli equipaggi. Alle 23.30 segue spettacolo pirotecnico. L'indomani segue una giornata di regate che si chiude alle 19 con la Santa messa votiva, sempre presso la Chiesa del Redentore sulla Giudecca.

Dal 25 al 27 luglio: musica e folklore sotto le stelle

A’ Chiena, Campagna – Foto di Fiore S. Barbato
in foto: A’ Chiena, Campagna – Foto di Fiore S. Barbato

– A chiena, Campagna (Salerno). L'ultimo week end di luglio il paese di Campagna viene inondato da un fiume. Non preoccupatevi non c'è bisogno di scappare, anzi è un grande spettacolo da vedere e da vivere. Il fiume Tenza viene deviato nelle strade del centro storico, ed i turisti e gli abitanti possono rinfrescarsi trascorrendo le giornate con i piedi a mollo. Tutti i sabati e domeniche fino al 15 agosto sarà un susseguirsi di eventi, manifestazioni e giochi d'acqua con legati al tema del fiume in piena.

– Latium World Folkloric Festival a Segni, Roma. Il Festival folklorico inizia il 26 luglio e terminerà l'8 agosto sotto il cielo stellato di Roma. Le serate saranno un susseguirsi di balli e musiche della tradizione popolare proveniente da tutto il mondo. Un mescolarsi di usi, costumi e folklore che faranno conoscere popoli tanto lontani ma allo stesso tempo vicini a noi.

– Mostra Mercato d’Antiquariato, Pennabilli (Rimini). Se siete appassionati di antiquariato l'appuntamento è nell'ultimo week end di luglio in provincia di Rimini. Si tratta di una delle più grandi fiere del settore che raccoglie i più grandi antiquari provenienti da tutta Italia e dall'Europa che si incontreranno nel Palazzo Olivieri. In mostra ci saranno mobili di alta epoca, sculture, dipinti, stampe, ceramiche, oggetti d’arredamento, gioielli e tanto altro. Gli amanti del genere potranno acquistare questi oggetti unici, mentre i semplici curiosi potranno ammirare queste opere di alto valore. Quest'anno all'esposizione antiquaria è stata affiancata una mostra: L’erotismo nell’arte del Novecento. La raccolta comprende opere di Pablo Picasso, di Renato Guttuso, di Salvatore Fiume e di Andrea Mauro.