Il Natale comincia ad invadere le nostre piazze, i nostri paesi ed anche le nostre case e così si inizia a sentire l'atmosfera delle vacanze di Natale. Le luci e gli addobbi ornano ogni casa e tutto sembra più bello. I luoghi che vediamo tutti i giorni acquistano improvvisamente un'atmosfera diversa, magica. Il week end dell'Immacolata è la prima festa che apre il periodo natalizio ed in Italia, come negli altri paesi, vengono organizzate svariate manifestazioni, eventi, mostre, concerti, fiere, sagre e mercatini di Natale. Quindi dopo aver addobbato l'albero e preparato il presepe, non c'è niente di meglio che organizzare un week end in Italia per scoprire i luoghi che in questo periodo diventano ancor più affascinanti. Ma le feste e sagre in giro per l'Italia non riguardano solo il Natale, ma ci sono molte occasioni per celebrare il cibo delle nostre eccellenze, come ad esempio la festa del torrone e del croccantino di San Marco dei Cavoti, che richiama molti turisti e curiosi per ammirare il megacroccantino da guinnes dei primati. Di seguito i maggiori eventi in giro per lo stivale, ora sta a voi scegliere come trascorrere il prossimo week end dell'immacolata.

La festa del torrone e del croccantino
Feste popolari
Mercatini di Natale
Sagre ed eventi eno gastronomici

La festa del torrone e del croccantino

Sta per arrivare una delle feste più attese della Campania, la festa del Torrone e del Croccantino che si tiene a San Marco dei Cavoti, in provincia di Benevento. Quest'anno la festa inizierà venerdì 6 Dicembre e durerà due settimane fino al 15 del mese. In questa festa tutto ruota intono alla dolcezza: nocciole, mandorle e cioccolato delizieranno i palati di curiosi e veri intenditori del croccantino originale, che ogni anno si riuniscono qui per seguire questo itinerario di sapori e folklore. Nei due week end della festa l'intero paese si anima attorno al simbolo della tavola natalizia, che da oltre un secolo richiama i golosi visitatori tra le strade dell'antico borgo dove potranno degustare le dolci prelibatezze create dalle sette case dolciarie del paese.

Uno dei momenti centrali della festa è la creazione del Megacroccantino, il croccantino che si è aggiudicato il primo posto nel Guiness dei Primati per la sua lunghezza. Se ammirare questo dolce gigante sarà molto suggestivo, ancor di più lo sarà quando verrà dato il via "all'assalto del croccantino", per apprezzare non solo con gli occhi, ma anche con la bocca questa delizia della tavola di Natale. In occasione della festa oltre a gustare le dolci prelibatezze, saranno celebrati anche gli altri prodotti tipici locali, come l'olio, il miele, il vin cotto ed i liquori artigianali, mentre gli appassionati di antichi mestieri potranno ammirare all'opera fabbri e ricamatrici, tra le strade del paese che per due settimane ritorna ad essere un antico borgo medievale.

Feste popolari

Un esemplare di Krampus (Foto da Flickr).
in foto: Un esemplare di Krampus (Foto da Flickr).

Nella notte del 5 Dicembre strane ed orribilanti presenze invadono il centro di Tarvisio. Esseri mezzi uomini e mezzi caproni dotati di corna e maschere diaboliche si aggirano nel centro alla ricerca dei bambini cattivi. Sono i Krampus, il loro arrivo si avverte dal suono dei campanacci e corni che portano legati al collo. Queste creature scortano San Nicolò, nella festa a lui dedicata, da cui nasce la figura di Santa Klaus. San Nicolò vestito di bianco e con una lunga barba, accompagnato dai diavoli passa per casa in casa  per dispensare di biscotti, dolci, caramelle e doni i bambini più buoni. Lasciato il corteo di San Nicolò i Krampus scatenano la loro cattiveria in giro per la città colpendo con i loro bastoni i passanti, inseguendo le ragazze e spaventando chi si trova a passare dinanzi a loro. I ragazzini non stanno con le mani in mano, ma sfidano i Krampus lanciando palle di neve e qualche petardo, fino a quando, nel cuor della notte, scompaiono per ritornare all'inferno. Chissà se quest'anno i Krampus avranno la meglio.

Sempre San Nicolò si festeggia a Villafranca in Lunigiana. La notte del 5 Dicembre, in occasione della festa, gli abitanti si radunano nella piazza del borgo per accendere il Fuoco, un enorme catasta di legno che arde per tutta la notte. Ma questa non è l'unica festa che prevede l'accensione dei cosiddetti fuochi, infatti questo periodo fin dall'antichità veniva accolto con molta ansia per il progressivo affievolirsi della forza del sole, e per esorcizzare questo ed aiutare al sole a recuperare vigore, venivano accesi grandi fuochi nelle piazze. Altra festa che vede il fuoco protagonista è la ‘Ndocciata di Agnone che si svolge la sera dell'8 Dicembre ed è uno dei più grandi spettacoli di fuoco in Europa. Gli uomini del paese trasportano a spalla delle costruzioni di legno a raggiera alte 20 metri e che supportano fino a venti fuochi. Il corteo delle ‘ndocce è molto suggestivo e crea quasi un fiume di fuoco, che rende ancor più magico questo borgo che sorge su uno sperone di roccia a picco sulla valle del fiume Verrino.

Mercatini di Natale

[Foto di Gilbertobonoli]

Questo  il periodo giusto per andare alla ricerca dei migliori mercatini di Natale, girare per le bancarelle addobbate a festa ed iniziare a comprare i regalini da mettere poi sotto l'albero. Iniziamo dal mercatino degli Angeli di Sordevolo nel biellese. Il Mercatino ha aperto i battenti il 15 Novembre e potrà essere visitato fino al 15 Dicembre. Tra i banchi di legno si può trovare qualunque cosa, dai prodotti tipici, giocattoli, dolce e l'immancabile vin brulè che riscalderà nelle giornate più fredde. Ma i mercatini più celebri e rinomati si trovano in Trentino, tra i quali quello di Pergole Valsugana, che per il week end dell’Immacolata organizza un mercatino molto caratteristico. Ad accogliere grandi e piccoli sarà lo gnomo Pezenland che guida gli ospiti fra le attrazioni della Valle Incantata come i pony, gli asini e il trenino. Da non perdere il mercatino della città di Trento, che crea un'atmosfera unica, quando la parte antica della città sarà illuminata solo dalle luci di tantissime candele.

Spostandoci dalle montagne al mare, precisamente a Cesenatico, potremmo assistere ad uno spettacolo incredibile: il presepe galleggiante. Ogni anno sulle barche si allestisce un grande presepe con più di cinquanta personaggi a grandezza naturale di legno e tela, che riproducono la scena della nascita del Bambino in un piccolo e suggestivo borgo di pescatori. Questo spettacolo si potrà ammirare dal 1 Dicembre fino al giorno dell'Epifania. Altro luogo dove il Natale è magico è Assisi, e non può essere altrimenti nel luogo in cui San Francesco per primo rappresentò la Natività dando vita al presepe. La città si arricchisce di luci, mercatini e tanti eventi che animano il periodo natalizio e per i più piccoli un vero trenino condurrà Babbo Natale in piazza del Comune per la distribuzione dei doni. Uno spettacolo da non perdere è quello di Gubbio, dove sulle pendici del Monte Igino verrà allestito l’albero più grande del mondo, che si accenderà come da tradizione il 7 dicembre.

[Foto di Raffaella from Napoli]

Un presepe molto particolare si può ammirare in Toscana. In occasione dell'Immacolata all'interno delle grotte Antro del Corchia vengono esposti dei presepi, che tra stalattiti e canali lasciano ogni anno i visitatori a bocca aperta. Altra meta per il ponte dell'Immacolata è Napoli, poichè proprio l'8 Dicembre, come da tradizione, vengono presentati al pubblico i presepi ai quali gli artigiani lavorano da mesi in attesa del Natale. Simbolo della ricorrenza è Via San Gregorio Armeno, strada conosciuta in tutto il mondo e visitata a dicembre da migliaia di turisti. Girando per i negozietti tipici si trova di tutto, dai classici pastori, fino alle caricature dei protagonisti del momento. Quindi se volete che il vostro presepe quest'anno sia originale e spiritoso non può mancare un giro per le strade di San Gregorio Armeno.

Altri mercatini da visitare sono quello della Brianza, che apriranno proprio il 7 Dicembre, per le vie di Lazzate. Caldarroste, frittelle e tante idee originale per addobbare l'albero di Natale aspettano tanti visitatori che percorreranno il centro a bordo del trenino di Natale. Sempre in Lombardia, a Milano, ci sarà l'attesa festa di Oh bej oh bej, che inizia con i festeggiamenti di Sant’Ambrgio, il 7 Dicembre. Ad attendere i visitatori ci saranno tante bancarelle di artigianato, antiquariato, abbigliamento di tutti i generi che si snodano attorno al Castello Sforzesco. Da vedere, infine, anche il mercatino di Santa Maria Maggiore in Piemonte, famoso per l'atmosfera tipicamente alpina che si respira ed i particolari manufatti in legno che sono qui si possono trovare.

Sagre ed eventi eno gastronomici

[Foto di Enzo Cositore]

Come tutti i week end, anche questo è ricco di eventi legati ai prodotti tipici italiani. A Lucca questo sarà l'ultima Domenica in cui si potrà partecipare al Desco Sapori e Saperi Lucchesi. Manifestazione che è iniziata il 16 Novembre presso le sale del Real Collegio di Lucca, e mette i mostra le prelibatezze tipiche e tradizionali di cui è ricco il territorio lucchese e toscano. Il programma della manifestazione è molto ricco ed oltre alle degustazioni si potrà partecipare ad eventi di musica, arte contemporanea e fotografia. Molto più popolare e folkloristica è la sagra del cinghiale di Suvereto, nelle colline livornesi. Durante la sagra si potrà gustare del buon cibo tipico, ed assistere a spettacoli che riporteranno il borgo nella sua originaria atmosfera medievale. Nei punti di ristoro, allestiti nel centro storico, si potranno gustare ricette della cucina tipica locale a base di cinghiale, con salciccia, bistecche e fette di polenta arrostita.

A Castelnuovo Roncone, in Emilio Romagna, l'8 Dicembre ci sarà un appuntamento imperdibile con uno dei prodotti più consumati nel periodo natalizio: lo zampone. Ma non si tratta del classico insaccato del cenone di Capodanno, bensì di un zampone gigante di 720 chilogrammi, preparato dai maestri salumieri di Castelnuovo.  Il superzampone, giovedì 5 Dicembre entrerà nella zamponiera dove rimarrà in cottura fino a domenica, quando sarà esposto in piazza e potrà essere assaggiato gratuitamente da tutti i visitatori. Durante il giorno dell'assaggio dello zampone ad arricchire la festa ci saranno esposizioni d'auto d'epoca, la casetta di Babbo Natale, ed incontri sull'allevamento e la lavorazione della carne di maiale, e la possibilità di vistare il Museo della salumeria.

Spostandoci a Mantova dal 5 all'8 Dicembre si celebra la Festa dell'osso, una sagra di piazza che mette in mostra la cultura e le tradizioni del paese. L'usanza di uccidere il maiale nei mesi invernali in questa zona è molto sentita e costituiva un momento in cui tutta la famiglia si riuniva per l'evento. Così, oggi come allora, a riunirsi è tutto il paese riproponendo questa antica usanza. Infine nel week end dell'Immacolata ci sarà spazio anche per un pò di atmosfera da Oktoberfest. Un buon boccale di birra bionda, abbinato ad un piatto di würstel e crauti o stinco di maiale sarà il vostro menù se desidererete di trascorrere il week end ad Imbersago. Un intero fine settimana dedicato alle “Birre di Natale”, che inizierà il 6 e terminerà l'8 Dicembre. Quest'anno al Christmas beer festival ci saranno più di 50 tipi di birre natalizie, tutte speciali, non solo perchè limitate alla stagione invernale e perchè caratterizzate da un gusto corposo, adatto alle rigide temperature invernali e alle abbuffate di Natale.

[Foto principale di BakOIO]