Castello di Gradara
in foto: Gradara. Foto di Giorgio Minguzzi

Anche quest'anno c'è stata la proclamazione del "Borgo dei Borghi", il riconoscimento assegnato durante la trasmissione di Rai 3 "Kilimangiaro". Quest'anno a vincere il titolo di borgo più bello è Gradara, il piccolo comune della provincia di Pesaro Urbino, teatro della storia d'amore di Paolo e Francesca immortalata nella Divina Commedia di Dante Alighieri.

Il comune ha sbaragliato la concorrenza nella sfida prevista dal noto programma televisivo. I borghi rimasti in gara erano 20, dopo varie eliminazioni, nell'ultimo testa a testa, la giuria composta dalla chef stellata Cristina Bowermann, dallo storico dell'arte Philippe Daverio e dal geologo Mario Tozzi, insieme ai voti del web, ha premiato Gradara, seguida sul podio da Castroreale, in provincia di Messina e Bobbio, in provincia di Piacenza, che ha conquistato l'argento.

Il borgo medievale di Gradara diventato celebre perchè ha fatto da cornice alla storia d'amore di Paola e Francesca, decantata nei versi di Dante Alighieri. La tradizione vuole, infatti che la storia di Paolo e Francesca, i due amanti che Dante collocherà nel girone dei lussuriosi, abbia avuto come teatro il Castello di Gradara. Condannati alla dannazione eterna ma anche all’eterna commemorazione, i due personaggi sono il simbolo dell’amore puro ed incondizionato. Il Castello, oggi, continua a dominare la città, ed ospita un museo, dove, oltre all’armeria, si può visitare una sala delle torture, una cappella con sull’altare una terracotta di Andrea della Robbia e, al piano superiore alcuni ambienti con i mobili originali del Quattro e Cinquecento. Inoltre nella Rocca di Gradara si può visitare la camera di Francesca, dove si trova la botola da cui si pensa Paolo fuggì, dopo che suo fratello li sorprese insieme. Dalla torre più alta del Castello si gode uno stupendo panorama che arriva fino alla costa romagnola.