Non deve essere poi così banale individuare il momento più idoneo per la prenotazione di un volo se arriva un altro studio che almeno apparentemente nega i precedenti. Con l'approssimarsi dell'estate torna la solita urgenza di "decidere dove andare" per le ferie e di fare il prima possibile per poter risparmiare sul volo. Non molto tempo fa uno studio di Skyscanner aveva spiegato qual è la data migliore per prenotare un volo, differenziando il momento più conveniente in base alla tipologia di volo. Per i collegamenti low cost si suggeriva di acquistare il biglietto circa sei settimane prima della partenza. Una valutazione su cui non deve trovarsi d'accordo Claudio Piga, professore di economia italiano presso la Keele University, che sulla prenotazione dei voli Ryanair ha ridotto il tempo di anticipo a poco più di una settimana dalla partenza: per risparmiare bisogna aggiudicarsi il biglietto circa dieci giorni prima del decollo. La logica che decide il prezzo, dunque, non è così scontata, perché non è la scarsità di posti a far lievitare il prezzo – tale che i primi paghino meno degli ultimi – ma una diversa politica aziendale finalizzata alla massimizzazione del profitto e all' "educazione" del cliente.

Il prezzo del biglietto di Ryanair dopo l'apertura del booking non è il più basso perché, secondo il professore italiano, i vettori sanno che molti clienti, per questione professionali, possono e devono prenotare il prima possibile e ottimizzano gli introiti facendo scendere solo successivamente il prezzo del biglietto. Il costo aumenta dal 50 al 75% negli ultimi giorni prima della partenza, anche per incentivare in questo modo la prenotazione in anticipo, in modo tale che la compagnia aerea ne benefici in termini di organizzazione. Un portavoce di Ryanair ha definito "perdutamente imprecise" le valutazioni del prof. Piga, aggiungendo che "le tariffe più basse di Ryanair seguono l'ordine di arrivo al primo acquirente e aumentano tanto più velocemente quanto più rapidamente viene riempita la classe economica nei sei mesi precedenti la partenza". Lo studio del prof. Piga verrà comunque presentato nel corso di questa settimana in occasione della Royal Economic Society a Manchester.