Palazzo Comunale di Pordenone
in foto: Palazzo Comunale di Pordenone. Foto di Carlo Marino

Pordenone è una delle città più importanti del Friuli Venezia Giulia. Il suo centro storico è molto caratteristico soprattutto per i palazzi nobiliari affrescati, ma anche per i portici che ospitano antichi caffè e i monumenti del centro storico. La storia della cittadina è molto legata al suo fiume, il Noncello, un corso d'acqua che nel passato era navigabile e costituiva un passaggio indispensabile per lo sviluppo economico del paese. Le imbarcazioni, infatti, trasportavano merci e passeggeri da Pordenone a Venezia.

Cosa vedere a Pordenone

Pordenone-Corso Vittorio Emanuele
in foto: Pordenone–Corso Vittorio Emanuele. Foto di Sebi1

Il centro storico di Pordenone è molto bello e caratteristico. Ai turisti si mostra da subito con la sua doppia anima di città moderna, ma anche ricca di testimonianze storiche. Il nucleo centrale è molto elegante, grazie soprattutto alla presenza dei palazzi dipinti e dei porticati. Il centro è contraddistinto dalla presenza del Palazzo del Comune in forme gotiche, al cui interno oggi ha sede la Pinacoteca, che rappresenta una delle più interessanti raccolte d'arte dell'intera regione. Da questo Palazzo inizia corso Vittorio Emanuele II, la via principale della città. Poco lontano si trova Piazza San Marco con il suo maestoso Duomo. La Chiesa  risale al XV secolo ed è in stile gotico. All'interno si trovano importanti dipinti del "Pordenone", vale a dire di Giovanni Antonio de’ Sacchis, uno dei più importanti pittori friulani. A fianco al Duomo si innalza il campanile adornato, come il Duomo, da finestre trifore. Tra le strade del centro di Pordenone ci si imbatte nella Chiesa di San Giorgio, con il suo campanile a colonna.

Ma il vero incanto della città sono i palazzi affrescati. Le colonne e le facciate dei palazzi sono ricoperte da opere d'arte decorate con affascinanti sfumature cromatiche. La presenza delle case affrescate a Pordenone deriva da una storia del passato. Pordenone nel 1318 fu colpita da un incendio che distrusse il centro urbano. Gli abitanti a quel punto, nel ricostruire palazzi e case, vollero abbellire gli edifici storici del centro. Così le facciate dei palazzi delle famiglie più ricche iniziarono a colorarsi con tinte vivaci. Era un modo per contrassegnare la propria posizione economica e sociale. Gli affreschi presenti sui palazzi sono di derivazione veneziana, anche se molto diversi tra loro poiché sono stati realizzati in epoche differenti. Uno degli esempi più significativi è il trecentesco palazzo conosciuto con il nome di Casa Simoni.

Oltre alle bellezze architettoniche, Pordenone è anche una città dove ci si può rilassare tra la natura. A pochi passi dal centro, sulla riva destra del fiume Noncello, si apre la Riviera del Pordenone, un luogo stupendo a cui è annessa una pista ciclabile. Altra zona verde della città è il Parco Galvani, al cui interno insiste la residenza della famiglia Galvani che risale alla fine del Settecento. Questa villa, ampliata e restaurata, è diventata sede del PAFF! Palazzo Arti Fumetto Friuli, un centro polifunzionale dedicato alle arti del fumetto.  All'interno del parco è presente anche un laghetto sulla cui sponda si trova il MIRA – Museo Itineraio della Rosa Antica, un museo dove sono raccolte molteplici varietà di rose e rosai attraverso un percorso pedonale affascinante e variopinto.