Flickr
in foto: Flickr

Un viaggio sui monti, li dove si respira aria buona, il verde ti rapisce.. e le caprette ti faccio ciao! Dite la verità  in un posto del genere vi sentite un  po' Heidi, la protagonista dell'anime che ha appassionato tante generazioni e ancora oggi viene seguito. In realtà c'è un posto in Austria dove non dovrete solo immaginare di essere la bambina dei monti ma potrete esserlo per davvero. Questo luogo incantato si trova sui Monti Nockberge, all'interno del Parco Nazionale. Un luogo perfetto per trascorrere delle fantastiche vacanze in famiglia, alla scoperta della natura, della favola e della magia. il parco tematico di Heidi, la Heidi Alm si trova a circa 1900 metri d’altezza, è attraversato da un sentiero circolare, decorato qua e là dalle statue del celebre romanzo di Johanna Spyri, scritto nel 1880. La Carinzia, dove sorge questo posto, è un a meta ideale per passare dei giorni all'insegna della tranquillità e del relax. Il parco dedicato a Heidi, si trova vicino ad un hotel che celebra anche esso questo personaggio nei minimi dettagli. Heidi, Peter, il nonno e Fiocco di Neve sono impressi ovunque, dalle posate ai muri.

Il mondo di Heidi
La favola continua anche nelle vicinanze
Come arrivare in Carinzia

Il mondo di Heidi

Ma cosa si trova in luogo fiabesco? Il parco di Heidi è un incanto immerso negli alberi con tanto di laghetto, che mette in scena i capitoli principali della bellissima storia. Camminando si incontrano grandi figure tridimensionali e che con cartelli descrittivi, che si snodano lungo tutto il percorso. Il parco è una gradevole passeggiata di circa un'ora, durante la quale spalancare continuamente gli occhi alla vista di quella che infondo è l'eroina un pò di tutti. Non mancano ovviamente due caprette vere, che potrebbero anche fare ciao, e un recinto dove vivono alcune marmotte, che socializzano con grande facilità con adulti e piccini.

Anche l'hotel riproduce i personaggi e parti della storia di Heidi dappertutto. Potrete mangiare con piatti e posate con raffigurati i protagonisti della storia e alla colazione vi ritroverete una scatola con l'immagine della bimba da scartare. Nella camera da letto prima di andare a dormire le immagini di Peter ed Heidi vi strizzeranno l'occhio, mentre sulle tende rosse troverete impressa la baita del nonno e la stessa Heidi con la gonna al vento. L'hotel organizza inoltre tante attività per coccolare i suoi ospiti. Si può scegliere tra fare un bagno di fieno o rilassarsi in piscina, o ancora optare per un delicato massaggio al miele piuttosto che dedicarsi alla coppia, lasciando i bambini con le baby sitter che si dedicano a loro per molte ore. Ma la cosa più entusiasmante avviene il venerdì con la parata delle mascotte, durante la quale Heidi e Peter passano tra i tavoli per salutare i bambini.

La favola continua anche nelle vicinanze

Se amate i posti incantati anche spostandovi dal parco troverete quello che fa per voi. Nei dintorni, infatti, ci sono tantissime attività quasi "magiche", come la Biosfera o la Malga di Nocky. Quest'ultimo è un luogo a 2000 metri di altezza dove gioco, scoperta e divertimento si uniscono in un percorso didattico dislocato in sette attrazioni, che coinvolgono bambini e adulti di tutte le età. Si tratta di giochi d’acqua, la corsa di velocità, la siepe sonora, i giochi con la sabbia e la divertentissima discesa con lo slittino su rotaia, attiva sia in estate che in inverno, e raggiungibile con la funivia. I bambini con l biglietto d'ingresso ricevono anche un disco dove sono segnalate le attrazioni. Ad ognuna si viene accolti dal coniglietto Nocky, se si inserisce il disco nella sua bocca si avrà diritto ad un timbro, un gioco che diverte molto i più piccoli.

Poco distante si trova la Biosfera, Biosphärenpark Nockberge. Un habitat meraviglioso che si estende su una superficie di 184,3 chilometri quadrati, tutto immerso nel verde. Per arrivarci bisogna percorrere cinquantadue tornanti, ognuno con il nome di un fiore. Alla Biosfera si possono scoprire piante e gli animali che abitano qui. Protagonista della Biosfera e della Carinzia è il pino cembro, che ha eccezionali effetti sull'organismo umano. Per esempio vivere in una casa arredata con pino cembro rallenta i battiti cardiaci, arrivando fino a 3.500 battiti in meno al giorno.

Altro posto magico è la Silva Magica, un bosco dove sui fiumi sono stati messi pipistrelli trasparenti, ai sassi sono stati disegnati occhi azzurri e vestito un grande Pino Cembro con legni appesi, perché il vento possa farne musica. Se non  fantasia questa? Nelle vicinanze si trova anche un piccolo Museo del Legno, dove insegnano a riconoscere i tre tipi di alberi più diffusi in Carinzia, il pino cembro, l’abete rosso e il larice, ma anche come contare gli anni degli alberi.

Come arrivare in Carinzia

Per arrivare in Carinzia in aut dall'Italia bisogna percorrere l'autostrada A23 fino a Udine e seguire poi direzione Austria. Prendere l'uscita Pontebba, attraversare Pontebba e proseguire sulla strada provinciale del Passo di Pramollo. L'alternativa è prendere l'autostrada A23 Udine – Tarvisio.

S si viaggia in treno bisogna scegliere lo snodo ferroviario di Villach con i treni regionali in direzione Kötschach-Mauthen.