Bath. Foto di ing
in foto: Bath. Foto di ing

Entrare nella lista dell'Unesco è vanto di ogni paese e se l'Italia ne vanta ben 53, anche il Regno Unito può essere soddisfatto dei suoi 33 siti dichiarati Patrimonio dell'Umanità. L'ultimo sito inglese ad entrare nella lista è il Lake District inglese, aggiunto alla lista nel 2017. Sono paesaggi, castelli, cattedrali, siti preistorici, ponti, fabbriche e meraviglie naturali sparsi in Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord, ma anche a Gibilterra e nelle remote isole del Nord e del Sud Atlantico, dei Caraibi e del Pacifico meridionale.

Ecco quali sono:

1. Lake District Inglese

Lake District. Foto di Dliff
in foto: Lake District. Foto di Dliff

L'ultimo sito entrato nella lista dell'Unesco, si trova nell'angolo nord Occidentale dell'Ingliterra e copre oltre 885 metri quadrati. La regione comprende oltre 50 laghi e laghetti di montagna, nonché la montagna più alta dell'Inghilterra, Scaffell Pike.

2. La città di Bath

Dalle sue terme romane di 2.000 anni, alle sue terrazze georgiane, l'intera città di Bath è entrata nella lista Unesco nel 1987, una delle prime città del mondo ad essere iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale. Le terme romane e il complesso del tempio, insieme ai resti della città romana, sono le più famose e importanti rovine a nord delle Alpi. Sono uno dei pochi complessi termali romani in tutto il mondo attualmente riscaldati da sorgenti termali naturali.

3. Paesaggio industriale di Blaenavon

Blaenavon, situato nel Galles del Sud, è stato uno dei maggiori fornitori mondiali di carbone e ferro. La città è stata iscritta nella lista nel 2000 per la grande importanza che ha avuto nella prima rivoluzione industriale. Oggi, i visitatori possono scendere nelle minuere e vivere un'sperienza unica ed incredibile.

4. Il Palazzo di Blenheim a Woodstock

Il Palazzo di Blenheim è uno dei pochi a non essere appartenuto ad un reale, infatti, fu un dono della regina Anna a John Churchill, il primo duca di Marlborough e antenato di Winston Churchill. La concessione era in riconoscimento della sua vittoria militare nella battaglia di Blenheim. La casa del 18° secolo si trova in un parco di 2.100 ettari, dove spuntano laghi e una favolosa cascata che sembra naturale.

5. La cattedrale di Canterbury, l'abbazia di Sant'Agostino e la chiesa di San Martino

Considerata la "Chiesa Madre" della Comunione Anglicana, la Cattedrale di Canterbury risale alle origini di Sant'Agostino, inviato a convertire i britannici più di 1400 anni fa. Le rovine dell'Abbazia di Sant'Agostino, appena fuori le mura della città, risalgono al 597 d.C. La Cattedrale è anche il luogo in cui San Tommaso fu martirizzato. La Chiesa di San Martino, una chiesa parrocchiale fondata prima del 597 d.C., inclusa anch'essa nella lista del Patrimonio Mondiale, è la più antica chiesa nel mondo di lingua inglese.

6. Castelli e mura della città di Re Edoardo a Gwynedd

Harlech Castle. Foto di William Warby
in foto: Harlech Castle. Foto di William Warby

Se siete appassionati di storia una meta da non perdere è il Galles del nord. I castelli di Beaumaris e Harlech, opera del grande architetto James of Saint George, e i complessi fortificati di Caernarfon e Conwy si trovano nella regione che costituiva gran parte del regno gallese medievale di Gwynedd, proprio nel Nord del Galles. I monumenti si presentano come eccezionalmente ben conservati e sono esempi di grande importanza delle opere di colonizzazione e fortificazione eseguite sotto il regno di Edoardo I, nel XIII secolo, nonché esempi dell'architettura e delle tecnologie dell'epoca.

7. Paesaggio minerario della Cornovaglia e del Devon occidentale

Nel XVIII e XIX secolo, la Cornovaglia e il Devon occidentale dominavano la fornitura mondiale di rame e stagno. Le miniere della regione, le sale motori, le fonderie, le nuove città, porti e scali merci e le industrie ancillari riflettono la prolifica innovazione di questo periodo che hanno trasformato queste miniere in industrie capaci di gestire i due terzi del fabbisogno di rame nel mondo. Le tecnologie che qui furono messe a punto sono state in gran parte esportate in tutto il mondo e le zone della Cornovaglia e del Devon furono patria della tecnologia d'estrazione mineraria in un periodo in cui questo settore fu in rapida diffusione.

8. I mulini della valle del Derwent

La valle del Derwent nell'Inghilterra centrale ospita numerosi mulini e fabbriche della lavorazione del cotone costruite tra il XVIII e XIX secolo. Le moderne industrie sono la prosecuzione di attività iniziate a Cromford, dove le invenzioni di Richard Arkwright furono messe in pratica per la prima volta su scala industriale. Le abitazioni dei lavoratori, ancora intatte, offrono un quadro della situazione socioeconomica e dello sviluppo di quest'area nel corso degli anni.

9. La Jurassic Coast (costa del Dorset e del Devon orientale)

Tutti conoscono Jurassic Park, ma non tutti sanno che in Inghilterra esiste una vera Jurassic Coast. Si tratta di 95 miglia situate nel Devon orientale e la costa del Dorset. Circa un terzo di esso è di proprietà e protetto dal National Trust. Questa zona è composta da spiagge selvagge, scogliere bianche e incredibili formazioni rocciose. In questo sito sono incluse importanti testimonianze della storia della vita sulla terra di1 85 milioni di anni fa.

10. Il Castello e la Cattedrale di Durham

Secondo un sondaggio della BBC la Cattedrale di Durham è l'edificio più amato della Gran Bretagna. Questa Cattedrale è stata costruita tra l'XI e XII secolo per ospitare le reliquie di San Cuthbert, prmo evangelizzatore della Northumbria, e quelle di Beda il Venerabile. L'edificio attesta l'importanza della prima comunità monastica benedettina in questa area ed è il più grande e più bell'esempio di architettura normanna in Inghilterra. Dietro la cattedrale si erge il castello, antica fortezza normanna che fu la residenza dei principi vescovi di Durham.

11- 12 – 13. I confini dell'Impero Romano: Vallo di Adriano, Vallo Antonino

Vallo di Adriano. Foto di George Hodan
in foto: Vallo di Adriano. Foto di George Hodan

Questo è un sito multinazionale che riflette l'estensione più settentrionale dell'Impero Romano nel II secolo d.C. Parte di questo sito che fa parte del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO si estende attraverso la Germania settentrionale. Lungo questo confine si trovano resti di mura difensive, fossati, forti, fortezze, torri di guardia e tracce di insediamenti civili. Nel Regno Unito, ci sono due aree importanti: Vallo di Adriano, e il Vallo Antonino. Il primo, fu costruito su ordine dell'imperatore Adriano nel 122 d.C. a nord dei confini della provincia romana di Britannia. Il Vallo Antonino, una fortificazione lunga 60 chilometri è situato in Scozia fu iniziato durante il regno di Antonino Pio nel 142 d.C. come difesa contro i barbari del nord.

14. Selciato del gigante e Causeway Coast

The Giant's Causeway, vicino a Bushmills sulla costa nord della contea di Antrim, nell'Irlanda del Nord, è un'incredibile fenomenno della natura. Il sito si compone di circa 40.000 colonne massicce di basalto nero che spuntano dal mare e sulla spiaggia. Questo insolito panorama ha ispirato leggende di giganti scozzesi in cerca della propria amata o in lotta tra loro. Studi geologici di queste formazioni nel corso degli ultimi 300 anni hanno notevolmente contribuito allo sviluppo delle scienze della terra, e dimostrato che questo paesaggio suggestivo è stato causato da attività vulcaniche durante il periodo Terziario, circa 50-60 milioni di anni fa.

15. Il cuore delle Isole Orcadi neolitiche

Visitando le isole Orcadi si è subito colpiti dall'enorme concentrazione di misteriose strutture preistoriche che punteggiano le isole. Alcune hanno più di 5.000 anni, precedendo Stonehenge e le Piramidi di diverse migliaia di anni. Il sito include due cerchi di pietre molto diversi, The Standing Stones of Stenness e The Ring of Brodgar. C'è anche un tumulo a camera detto Maeshowe, pieno di rune vichinghe di epoca successiva, e un villaggio di 5.000 anni, Skara Brae, con un numero di tumuli e siti non scavati.

16. La Gola di Ironbridge

Conosciuto come simbolo della rivoluzione industriale settecentesca, il ponte di ferro, appunto Ironbridge, è testimonianza dello sviluppo delle miniere estrattive e le imponenti linee ferroviarie. Il ponte, elemento centrale di questo sito Unesco, fu il primo ad essere realizzato utilizzando il ferro ed ebbe un'influenza considerevole sullo sviluppo dell'architettura e della tecnologia legate al settore industriale.

17. Liverpool, città mercantile marittima

Città famosa per i Beatles, in realtà le prime fortune della città inglese sono legate al commercio internazionale. Il suo ruolo nel commercio degli schiavi ne fa un luogo importante da visitare per chiunque sia interessato a questo aspetto della storia.

18. Greenwich marittima

Royal Naval College. Foto di Martin Falbisoner
in foto: Royal Naval College. Foto di Martin Falbisoner

Il complesso di edifici a Greenwich e il parco in cui sono posizionati è simbolo dello spirito artistico e scientifico che animò l'Inghilterra dei secoli XVII e XVIII. La casa della regina, opera di Inigo Jones, è il primo esempio inglese di arte palladiana, mentre il complesso del Collegio navale fu disegnato da un genio come C. Wren. Il parco, realizzato su progetto di André Le Nôtre, ospita l'antico osservatorio reale, opera di Wren e Robert Hooke.

19. Palazzo ed Abbazia di Westminster, e Chiesa di Santa Margherita

L'abbazia di Westminster è stata la sede di incoronazioni, matrimoni reali e funerali reali da secoli. Il Palazzo di Westminster, ricostruito dal 1840 sul sito di un'importante sito medievale è un incantevole esempio di architettura neogotica. Il sito, che comprende anche la piccola chiesa di Santa Margherita di età medievale, è emblematico del Gotico perpendicolare, uno stile tipico del complesso di Westminster.

20. Acquedotto e canale di Pontcysyllte nel Galles settentrionale

L'acquedotto di Pontcysyllte e il relativo canale, lunghi 18 chilometri sono un miracolo di ingegneria civile della rivoluzione industriale, completato nei primi anni del XIX secolo. In una posizione geografica sfavorevole, la costruzione del canale ha richiesto audaci soluzioni ingegneristiche. L'acquedotto è un capolavoro pionieristico di ingegneria e architettura in metallo, dall'aspetto monumentale, ideato dal celebre ingegnere Thomas Telford. Le due opere hanno ispirato molti progetti simili in tutto il mondo.

21. Giardini Botanici Reali di Kew

Questo giardino di 300 acri nella periferia occidentale di Londra, a Kew, è una delle collezioni botaniche e micologiche più grandi e diversificate del mondo. Nato come giardino reale nel 1759 sul sito di un precedente giardino esotico, nel 1840 divenne un'istituzione nazionale. Il sito comprende 44 edifici tra cui diverse serre con struttura in ferro. I giardini ospitano oltre 30.000 piante e almeno sette milioni di esemplari conservati. Oltre ad essere un centro di ricerca mondiale per lo studio delle piante, della conservazione e dell'ecologia, Kew è anche un grande esempio di arte del giardino e design.

22. Saltaire, un villaggio modello vittoriano

Saltaire, nello Yorkshire occidentale è un esempio ben conservato di villaggio industriale della seconda metà dell'Ottocento. Le sue industrie tessili, i suoi edifici pubblici e gli alloggi dei lavoratori si armonizzano perfettamente l'un l'altro in edifici progettati in ossequio ai più alti standard allora vigenti di architettura industriale e piani urbani. Il sito del Patrimonio Mondiale dimostra l'emergente preoccupazione paternalistica dei datori di lavoro vittoriani per il benessere sociale, la salute e l'istruzione dei loro lavoratori.

23. Stonehenge, Avebury e siti associati

Stonehenge. Foto di Neil Howard
in foto: Stonehenge. Foto di Neil Howard

Nessuno sa chi abbia costruito Stonehenge, o perché lo abbiano fatto, ma è diventato il simbolo della Gran Bretagna catturando l'immaginazione di visitatori per decine di secoli. Il bene Unesco consiste in due santuari, sotto forma di cerchi formati da pietre megalitiche sistemate in forma vagamente circolare il cui significato simbolico e astronomico non è stato ancora del tutto svelato. Nelle vicinanze Avebury e Silbury Hill sono luoghi misteriosamente spirituali.

24. Il parco Reale di Studley e le rovine dell'Abbazia di Fountains

Le abbazie in rovina nel Regno Unito sono moltissime, la maggior parte sono i resti della dissoluzione dei monasteri voluta da Enrico VIII. Fra le tante che meritano una visita, l'Abbazia di Fountains è particolare perché circondata da un parco acquatico disegnato nel XVIII secolo appositamente per valorizzarla.

25. La Torre di Londra

L'imponente torre bianca di Londra fu costruita da Guglielmo il Conquistatore per proteggere la città e come espressione forte del suo potere. La robusta fortezza conserva oggi molte stratificazioni storiche ed è diventata il simbolo del potere monarchico del Regno Unito.

26. Arcipelago Saint Kilda

Questo arcipelago di natura vulcanica, con i suoi panorami spettacolari, comprende le isole di Hirta, Dun, Soay e Boreray. L'arcipelago ospita alcune delle più alte scogliere d'Europa ed è habitat per numerose specie protette di uccellli. L'arcipelago, disabitato solo dagli anni 30 del secolo scorso, conserva i segni di 2000 anni di presenza umana in condizioni geografiche estreme. Alcuni segni sono le modifiche ai campi, utilizzati per l'agricolutra e resti di edifici tra cui spiccano le cleit, tradizionali case rupestri dell'arcipelago.

27. Isola di Henderson

L'isola di Henderson, situata nel Sud del Pacifico, è uno dei pochi atolli del mondo il cui ambiente naturale è rimasto pressoché immutato e non intaccato dalla mano dell'uomo.

28. Città vecchia e nuova di Edimburgo

Vista di Edimburgo. Foto di Juan Antonio Segal
in foto: Vista di Edimburgo. Foto di Juan Antonio Segal

Capitale scozzese sin dal XV secolo, Edimburgo si compone di due aree distinte: la città vecchia, dominata dalla fortezza medievale, e la città nuova, in stile neoclassico, il cui sviluppo dal XVIII secolo in poi riflette i progressi in campo urbanistico dell'intera Europa. La giustapposizione armoniosa di queste due aree è ciò che rende la città unica nel suo genere.

29. Riserva naturale dell'Isola Goughe dell'Isola Inaccessibile

Le scogliere dell'Isola di Gough e dell'Isola inaccessibile, che dominano il paesaggio oceanico sono prive di specie animali introdotte dall'uomo e habitat per molte colonie di uccelli marini. L'isola di Gough, inoltre, è endemica per due specie di uccelli terrestri, la gallinella viola americana e la Rowettia di Gough, così come di una dozzina di specie vegetali. L'isola inaccessibile, invece, è abitata da due specie di uccelli, otto di piante e almeno dieci specie di invertebrati endemici.

30. New Lanark

New Lanark è un insediamento del XVIII secolo nel sublime paesaggio scozzese, in cui gli ideali umanisti e utopici di Robert Owen dettero vita a un modello di comunità industriale agli inizi del XIX secolo.

31. Città storica di Saint George e fortificazioni

La città di Saint George's, fondata nel 1612, è un esempio meraviglioso di uno dei primi insediamenti coloniali inglesi. Le sue fortificazioni mostrano lo sviluppo dell'ingegneria miliatare inglese a cavallo tra i secoli XVII e XX.

32. Forth Bridge

Questo ponte ferroviario che attraversa l'estuario del fiume Forth in Scozia ha aperto nel 1890 e continua a trasportare passeggeri e merci. Innovativo nello stile, nei materiali e nelle dimensioni, il Forth Bridge è una tappa importante nella progettazione di ponti e di costruzione durante il periodo in cui le ferrovie dominavano i viaggio terreni a lunga distanza.

33. Complesso della grotta di Gorham

Le scogliere calcaree sul lato orientale della Rocca di Gibilterra contengono quattro grotte con depositi archeologici e paleontologici che testimoniano l'occupazione di Neanderthal in un arco di oltre 100.000 anni. La ricerca scientifica su questi siti ha già contribuito in maniera sostanziale ai dibattiti sull'uomo di Neanderthal e sull'evoluzione umana