Isola di Skye
in foto: Isola di Skye. Foto da pixabay

Paradisi nascosti, circondati dal mare cristallino e dalla fitta vegetazione. Non stiamo descrivendo gli atolli sperduti del Pacifico, ma isole che si trovano in Europa e vale la pena di visitare. Un arcipelago da sogno si trova in Scozia, parliamo delle meravigliose delle isole Ebridi. Un luogo prezioso che trasporta i visitatori in atmosfere magiche senza tempo.

Le Isole Ebridi sono situate al largo della costa occidentale della Scozia. Sono avvolte dall'impetuosità dell'oceano che si infrange sulle rocce, ma tra i massi si celano baie con spiagge sabbiose. L'arcipelago delle Ebridi è diviso in due gruppi, le Ebridi Esterne e le Ebridi Interne, più vicine alla costa. Ecco quali sono i luoghi più suggstivi e più belli da visitare.

Isole Ebridi Interne

Isola di Islay
in foto: Isola di Islay. Foto di travelmag.com

Le Ebridi Interne, raccolgono le isole più vicine alle coste della Scozia e includono Skye, Mull, Islay, Jura e le Small Isles. Un vero paradiso è l'isola di Skye, formata da coste selvagge e qualche centro interessante. All'interno dell'isola da visitare è il Dunvengan Castle, un maniero suggestivo custode del passato.

A sud dell'isola di Skye è situata Mull. Questo luogo è il paradiso della natura, si possono avvistare le balene e i delfini. La città principale dell'isola è Tobermory, che risalta per i colori accesi delle abitazioni e un'incatevole vista sull'Oceano.

Scendendo ancora più a sud si trova l'isola di Islay, posto celebre per i whisky richiesti in tutto il mondo. L'isola vanta spiagge bianche da sogno, in uno scenario immerso nella natura selvaggia.

Isole Ebridi Esterne

Lewis e Harris - Gearrannan Blackhouse Village
in foto: Lewis e Harris – Gearrannan Blackhouse Village. Foto di Sergio

Queste isole sono un paradiso per i soggiorni estivi e un posto meraviglioso per rilassarsi. Le Ebridi Esterne comprendono alcune delle zone più belle della Scozia, caratterizzate da sabbia dorata, imponenti catene montuose e una vasta brughiera. Queste isole includono Lewis e Harris, North Uist, South Uist e Saint Kilda.

Tra i luoghi più conosciuti delle isole Ebridi Esterne ci sono Lewis e Harris, che compongono un'unica isola. Sull'Isola Lewis si può ammirare una delle torri a forma circolare chiamata Dun Carloway alta ben 7 metri e con un diametro di 14. Inoltre ci sono vari siti d'interesse come Gearrannan, un piccolo villaggio di case con tetti in paglia chiamate blackhouses (case nere). Interessante è anche il sito archeologico di Calanais Standing, fondato nel 1800 a.C., composto da un agglomerato megalitico, con una pietra alta quasi 5 metri è circondata da 13 pietre giganti attorno alle quali sono disposte altre file di massi. Questi circoli megalitici secondo le fonti risalgono a 3000 – 5000 anni fa.

Nelle Ebredi Esterne segnaliamo anche l'arcipelago di Saint Kilda con l'Isola di Hirta. Questo arcipelago di natura vulcanica, con i suoi panorami spettacolari, comprende oltre ad Hirta, l'isola di Dun, Soay e Boreray. L'arcipelago ospita alcune delle più alte scogliere d'Europa ed è habitat ideale per numerose specie protette di uccellli. L'arcipelago è stato abitato fino a trenta anni fa e conserva le testimonianze della presenza umana. Tra questi spiccano alcuni resti di edifici come le cleit, tradizionali case rupestri e le modifiche ai campi per adattarli all'agricoltura.

Questo territorio incontaminato è stato dichiarato nel 1986 patrimonio dell'umanità dell'Unesco, per l'incredibile presenza di bellezze naturali e marittime insieme a quelle storico culturali. L'Isola di Hirta è un angolo di paradiso, i visitatori restano affascinati dalle imponenti scogliere che creano un'atmosfera suggestiva e ricca di fascino.