Befana. Foto di ElisaRiva
in foto: Befana. Foto di ElisaRiva

Dopo Natale e Capodanno, la festa della Befana è l’ultimo atteso appuntamento che chiude le festività e regala un’ultimo week end di vacanze e divertimento. In tutto il mondo le piazze si animano con appuntamenti da non perdere, con eventi adatti sia ai bambini che ai loro genitori per festeggiare con musica, dolci la mitica Befana.

La Befana è nell'immaginario collettivo una vecchietta che nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, sopra una scopa, passa sopra i tetti e calandosi dai camini riempie le calze lasciate appese dai bambini, di doni, caramelle e dolciumi di ogni tipo. In realtà la festa dell’Epifania ha delle origini molto antiche che derivano da tradizioni pagane di epoca romana e il nome dato a questa festività deriva dal fantoccio esposto la notte appunto dell'Epifania. Questa pratica è connessa sopratutto a tradizioni e credenze agrarie, infatti la simbologia di questo evento è legata alla fertilità del campi ed alla bontà del raccolto per l'anno nuovo. Nel Medioevo però il significato della Befana cambia, nel periodo dell'Inquisizione, la Chiesa condanna duramente queste credenze pagane e l’epifania si trasforma quindi in un rito contro le streghe. Veniva acceso un falò e un fantoccio che rappresentava una strega veniva bruciato. Anche l’aspetto da vecchia, un po’ bruttina, che tutti ora conosciamo deriva proprio da qui.

Come si festeggia la Befana nel mondo

Ogni paese ha le sue tradizioni. Ecco delle notizie sulle tradizioni più particolari dell’Epifania nei vari paesi del mondo.

Epifania. Foto di Mabel Abel
in foto: Epifania. Foto di Mabel Abel

In Spagna arrivano i regali dei Re Magi

In Spagna il 6 gennaio tutti i bambini si svegliano presto per vedere i regali che i Re Magi hanno lasciato. Mentre il giorno precedente mettono davanti alla porta un bicchiere d’acqua per i cammelli assetati e anche qualcosa da mangiare. Inoltre si mette anche una scarpa dentro la quale verrà messo il loro regalo.

In Francia, la caccia al dolce speciale

Per i francesi l’Epifania non è un giorno festivo. Quindi si festeggia la domenica precedente o quella seguente il 6 di Gennaio. Per l'occasione si fa un dolce speciale, all'interno del quale si nasconde una fava. Chi la trova diventa il re o la regina della festa.

In Islanda si festeggia il tredicesimo

In Islanda il 6 gennaio viene chiamato il tredicesimo, perché da Natale fino a questa data trascorrono 13 giorni. Questo è l'ultimo giorno del periodo festivo nel quale si dice addio al Natale. Si inizia con una fiaccolata, alla quale partecipano anche il re e la regina degli elfi. A metà strada arriva anche l'ultimo dei Babbo Natale, il tredicesimo. La fiaccolata finisce con un falò e con dei fuochi d’artificio.

I Re Magi in Romania

In Romania, invece, la festa dell' epifania rappresenta la venuta dei Re Magi ed è un giorno festivo. Ancora oggi in alcuni paesi i bambini vanno lungo le strade e bussano alle porte per chiedere se possono entrare per raccontare delle storie. Di solito come compenso ricevono qualche spicciolo. Anche i preti vanno di casa in casa per benedire le case.

La calza della Befana in Italia

Le calze della Befana. Foto di Trevino
in foto: Le calze della Befana. Foto di Trevino

Da noi, secondo la leggenda si deve appendere al caminetto, o vicino una porta o una finestra della casa, una calza grande, così l’indomani mattina la si troverà piena di doni della befana. In alcuni paesini o borghi, nei quali la tradizione è più sentita, si costruiscono dei pupazzi di stoffa e cartapesta con l'immagine della vecchia signora.

In Gran Bretagna la Befana tutte le feste porta via

Come in altre parti del mondo, anche in Gran Bretagna vige il detto che "l’Epifania tutte le feste si porta via". La notte del 6 Gennaio viene chiamata la Dodicesima Notte, e secondo la leggenda gli spiriti si risvegliano, nascondendosi nell'agrifoglio e facendo scherzi a tutti.

In Etiopia l'Epifania dura tre giorni

In Etiopia, secondo la religione copta, l’Epifania si festeggia per tre giorni. Il nome di questa festa è Timkat, e si riproduce un rito che si ispira al battesimo di Gesù nel Giordano. In tutto il paese si organizzano celebrazioni e processioni colorate. Le persone si scambiano doni e benedizioni e si recano presso una qualsiasi fonte d’acqua per ripetere il rito di Giovanni Battista e battezzarsi.

In Russia arriva Babbo Natale

In Russia il 6 Gennaio si festeggia il Natale ortodosso. I bambini ricevono i regali, che secondo il mito sono portati da Babbo Natale, il Padre Gelo, insieme ad una simpatica vecchietta, di nome Babuschka.

In Messico è d'obbligo mangiare un dolce

In Messico il giorno della Befana si prepara una torta speciale, tipica delle popolazioni ispaniche. Questo dolce si chiama La Rosca De Reyes, e va obbligatoriamente mangiato il 6 Gennaio, altrimenti si scatenerà l’ira di una strega con la sua maledizione.

Un bagno gelato in Grecia

L’Epifania in Grecia. Foto da pixabay
in foto: L’Epifania in Grecia. Foto da pixabay

In Grecia si tramanda l’antico rituale dell’immersione della Croce nelle acque. Una lunga e solenne processione si snoda dalla basilica di Atene fino alle rive, qui il sacerdote getta una croce nel mare, croce che gli uomini della città devono ripescare gettandosi nelle acque fredde.