Estate tempo di vacanze. Attenzione però alle truffe, sempre più frequenti, che possono rovinare i viaggi in famiglia o con gli amici e che arrivano soprattutto dal web. Il 46% degli italiani, infatti, si affida ormai a internet per cercare un immobile vicino al mare o in montagna dove trascorrere qualche giorno di relax. Tuttavia, è facile imbattersi in falsi annunci, il cui unico obiettivo è quello di spillare soldi agli utenti più incauti. Insomma, le fregatura è dietro l'angolo, come ha mostrato Fanpage.it. Non è difficile frodare decine di persone che cercano online un alloggio dove passare le vacanze. Come è successo al nostro giornalista, che si è finto in cerca di un casa: una volta versata la caparra con un metodo di pagamento non tracciabile, l'annuncio scompare e il numero contattato viene disattivato, mentre all'utente ingannato non resta che denunciare un prestanome ignaro a cui è stata rubata l'identità.

Come riconoscere le cyber-truffe

Tuttavia, è possibile evitare queste cyber-truffe facendo attenzione ad alcuni dettagli, così come sottolinea la Polizia postale. Di seguito cinque azioni che riducono sensibilmente la possibilità di incorrere in truffe:

  1. verificare l'esistenza della struttura scelta attraverso Google Immagini, per controllare che le foto proposte non siano state copiate e incollate da altri siti;
  2. andare su Google Maps e vedere effettivamente se l'immobile si trova esattamente nel luogo in cui dice di trovarsi l'inserzionista;
  3. paragonare sempre il prezzo della casa a quello di altri annunci per capire se è coerente con il resto del mercato;
  4. non dare mai una caparra superiore al 20% dell’importo pattuito;
  5. per il pagamento utilizzare sempre metodi tacciabili, quindi mai fare versamenti su carte ricaricabili o impiegare servizi di trasferimento di denaro.