SCalata. Foto di egorshitikov
in foto: SCalata. Foto di egorshitikov

Da montagne altissime, a paesaggi mozzafiato a sentieri che attraversano stati e regioni: gli amanti dell'escursionismo hanno molto da vedere e da fare nel mondo. Le vette dell’Everest e dell’Himalaya, sono solo alcuni dei luoghi nel mondo che chi ama camminare nella natura deve vedere almeno una volta nella vita. Eccole 5 escursioni più belle ed emozionanti del mondo.

Kilimanjaro – Tanzania

Kilimanjaro. Foto da Flickr
in foto: Kilimanjaro. Foto da Flickr

Questa escursiona porta sulla montagna più alta dell'Africa ed è lunga ben 56 chilometri, tanto che per farla si impega dai cinque ai sette giorni. I viaggiatori potranno scegliere tra diversi percorsi che si snodano tra paesaggi e fauna incredibili, ma gli escursionisti devono viaggiare con una guida dato che solo una persona esperta può navigare tra i tre vulcani ed i turchesi campi di ghiaccio della cima. Da Arusha si può accedere a molte escursioni Safari. Scalare il Kilimangiaro, però, non è solo un esperienza riservata ad esperti apinisti, ma esiste una strada percorribile in 7 giorni circa di trekking adatta a chiunque abbia la giusta energia e motivazione. Stiamo parlando della Marangu Route, uno dei percorsi di trekking della Tanzania più antichi.

Il sentiero Inca – Perù

Sentiero Inca. Foto di Ziggy10
in foto: Sentiero Inca. Foto di Ziggy10

Una delle escursioni più incredibili del mondo si trova in Perù, il Cammino Inca per Machu Picchu fu progettato dagli Incas più di 500 anni fa. Il Cammino inizia nella Valle Sacra e termina nella Città Perduta degli Incas in piena foresta pluviale. 41 chilometri da percorrere tra rovine, giungla e splendidi paesaggi. Il percorso porta fino a Machu Picchu, la misteriosa "Città perduta degli Incas". L'escursione si può fare in circa 5 giorni e non è particolarmente impegnativa, anche se richiede un minimo di cautela per l’altitudine elevata (più di 3500 metri sul livello del mare).

Campo base dell'Everest – Nepal

Everest. Foto di bernyplanet
in foto: Everest. Foto di bernyplanet

Percorrere 112 chilometri, scoprire la cultura e gli abitanti dell'Himalaya e raggiungere la montagna più alta del mondo, è il sogno di tutti gli escursionisti. Dopo un'emozionate cammino tra piccoli paesi, valli grandiose e picchi ghiacciati, ci si senti padroni del mondo. Oltre al fatto di poter ammirare alcune delle vette più alte del mondo, sono anche l’accoglienza della gente e il fascino della cultura budddhista a rendere indimenticabile questa esperienza. Per affrontare questa sfida, i viaggiatori devono essere in ottima forma fisica, infatti, bisogna camminare da tre a sei ore al giorno per raggiungere la cima di questa mitica montagna. Nonostante questo, la presenza di molte agenzie di trekking e di gruppi organizzati, rendono questo percorso molto frequentato.

Monte Bianco – Francia

Monte bianco. Foto di SteenJepsen
in foto: Monte bianco. Foto di SteenJepsen

Anche l'escursione sul Monte Bianco è molto suggestiva. Il percorso si snoda in 170 chilometri e passa attraverso la Francia, l'Italia e la Svizzera, tra la bellezza dei paesaggi, punteggiati da ghiacciai e prati. Questa passeggiata non richiede competenze tecniche e tutto il percorso è dotato di alloggi e soste attrezzate per le migliaia di persone che ogni anno percorrono il sentiero. Le località più importanti che vengono attraversate dal Tour del Monte Bianco sono Courmayeur in Italia, Champex in Svizzera e Chamonix in Francia. L’ordine con cui si incontrano i paesi dipende dal punto di partenza e dal fatto che il giro venga percorso in senso orario o antiorario, non c’è infatti alcuna regola a riguardo, anche se il senso di marcia considerato più comune è quello antiorario.

Grand Canyon, Arizona – Stati Uniti

Grand Canyon. Foto di Andrés Nieto Porras
in foto: Grand Canyon. Foto di Andrés Nieto Porras

Si tratta di una vera e propria meraviglia naturale, uno degli spettacoli più incredibili del pianeta, una gola profonda quasi duemila metri e che arriva a toccare i trenta in larghezza. La Gola del Grand Canyon forma un abbisso che si divarica fra due sponde: North e South Rim. Fra queste il canyon si allarga e si restringe lungo il suo interminabile percorso, arrivando anche a una distanza di 29 chilometri. Ottenendo una particolare autorizzazione, rilasciata gratuitamente, è possibile campeggiare nel Canyon e quindi immergersi completamente nella maestosità della natura.