Ormai è ufficiale, perché se il declino di Alitalia era già visibile nei dati del 2013, questa volta a non lasciare più alcun dubbio è il rapporto dell'Enac sul traffico aereo del 2014. Nell'anno precedente c'era stato un testa a testa tra Alitalia e Ryanair che aveva portato il vettore italiano a vincere per una "manciata" di viaggiatori: 23,99 milioni di passeggeri contro 23,01 milioni. Nel 2014, però, non ci sono stati dubbi, perché mentre il vettore irlandese faceva un balzo in avanti portandosi a 26.119.246 passeggeri trasportati negli scali italiani, la compagnia di bandiera non solo non cresceva, ma retrocedeva attestandosi su 23.375.954  passeggeri (accorpando tutti i brand del Gruppo Cai: Alitalia Cai, Cai First, Cai Second, Air One e Air One Cityliner).

La classifica delle compagnie aeree operanti in Italia
Gli aeroporti italiani con il maggior traffico

L'ascesa di Ryanair era per molti versi prevedibile, non soltanto per la politica dei prezzi, ma anche e soprattutto per una presenza sempre maggiore negli scali italiani, tale che il brand con l'arpa non solo è cresciuto nel traffico Italia-Ue ed extra-UE, ma anche in quello nazionale. D'altro canto a far registrare una battuta d'arresto – in un contesto comunque di crescita del traffico aereo rispetto al 2013 – è il settore delle compagnie tradizionali che, pur detenendo la maggioranza del mercato nazionale (81.411.648 passeggeri, ossia il 54,19%), è calato del -4,86% rispetto al 2013. Il low cost, intanto, cresceva del +18,79%, attestandosi a 68.831.494 passeggeri per una quota del 45,81%. Easyjet, intanto, è saldamente sul podio e porta a due su tre il numero di compagnie low cost che in Italia sfonda quota dieci milioni di passeggeri. Di seguito la classifica delle prime dieci compagnie operanti in Italia in base al numero totale dei passeggeri trasportati 2014:

  1. Ryanair: 26.119.246 passeggeri
  2. Alitalia – Cai: 23.375.954
  3. Easyjet: 13.364.429
  4. Lufthansa: 4.511.415
  5. Vueling: 3.872.496
  6. Gruppo Meridiana Fly: 3.427.598
  7. British Airways: 2.949.989
  8. Air France: 2.819.357
  9. Wizz Air:  2.681.028
  10. Air Berlin: 1.925.437

L'aeroporto con il traffico complessivo nazionale e internazionale maggiore è, come prevedibile, Roma Fiumicino. Seguono due scali milanesi (con Bergamo al quinto). Tra i primi dieci scali, quelli in cui la maggior parte del traffico viene da tratte internazionali sono gli aeroporti di Roma (entrambi), quelli di Milano Malpensa, Bergamo, Venezia, Bologna. Napoli Capodichino, seppur di poco, si conferma scalo prevalentemente nazionale (il 51,4% dei passeggeri contro il 48,6%). Di seguito la classifica in base al numero totale di movimenti aerei commerciali:

  1. Roma Fiumicino: 312.046 passeggeri, +3,4% rispetto al 2013, 23,4% di incidenza sul totale
  2. Milano Malpensa: 162.953, 1,4%, 12,2%
  3. Milano Linate: 90.833, -0,3%, 6,8%
  4. Venezia: 76.003, -3,8%, 5,7%
  5. Bergamo: 66.390, -5,1%, 5,0%
  6. Bologna: 60.278, -1,6%, 4,5%
  7. Catania: 59.637, 10,4%, 4,5%
  8. Napoli: 51.214, 5,2%, 3,8%
  9. Roma Ciampino: 47.148, 1,9% 3,5%
  10. Palermo: 41.212, 2,4%, 3,1%.

La graduatoria delle tratte nazionali più usate mette in evidenza l'importanza del trasporto aereo da e verso la Sicilia, dato che i primi quattro tragitti per numero di passeggeri sono da Catania a Roma Fiumicino e viceversa e da Palermo allo stesso scalo romano e viceversa. Segue Roma Fiumicin-Milano Linate. Per quanto riguarda la tratta UE più "usata" è Roma Fiumicino-Parigi De Gaulle a far contare il maggior numero di passeggeri; quella internazionale è invece diretta verso New York John F. Kennedy, partendo sempre dall'hub romano.