Fare una vacanza salva la vita, parola di scienziato. La rivista Scientific American ha raccolto diverse ricerche scientifiche sull'importanza, per la nostra salute, del "viaggio giusto" e ha tracciato così le caratteristiche della vacanza perfetta. Le quattro regole fondamentali sarebbero: 1) pianificazione prima del viaggio, 2) soggiorno di almeno otto giorni, 3) località di campagna o comunque a contatto con la natura, 4) attività fisica ma senza eccessi. La vacanza perfetta, secondo le linee tracciate dal Scientific American, salverebbe dunque la vita. Secondo una ricerca condotta dal Psychosomatic Medicine della State University di New York, un periodo di ferie all'anno riduce il rischio di morte, per qualsiasi causa, del 29%.

1) divertiti a pianificare

La gioia comincia già al momento della pianificazione, perché, secondo gli esperti dell'Erasmus University di Rotterdam, soltanto sedersi ed immaginare un itinerario che si è prossimi a fare contribuisce ad accrescere la produzione di serotonina, il cosiddetto "ormone della felicità". Per questo, appunto, il viaggio perfetto deve implicare un'adeguata attività di pianificazione. Se poi dovessero mancare i soldi, niente paura: dedicativi alla staycation (neologismo di stay, "stare", e vacation, "vacanza"). Vale a dire: pianificate dei percorsi e delle cose da fare per approfondire la conoscenza della vostra città.

2) che duri almeno otto giorni

Lo stesso ateneo olandese ha osservato che non esiste una durata di soggiorno ideale per le proprie vacanze, ma, stando ad una ricerca della connazionale Radboud University pubblicata dal Journal of Happiness studies, il turista vede aumentare il livello degli ormoni legati al relax e alla soddisfazione personale a partire dal primo giorno, raggiungendo il massimo all'ottavo.

3) la natura, il tuo caricabatterie

Mare, montagna o campagna? Secondo i Sage Colleges di New York l'importante è che non manchi il contatto con la terra. Un esperimento condotto sui topi ha evidenziato che iniettando il Mycobacterium vaccae nei piccoli roditori, aumentava il loro livello di serotonina. Ebbene, il Mycobacterium vaccae è un batterio, non patogeno per l'uomo, molto presente nei terreni di campagna e montagna.

4) non siete in Brasile per giocare i mondiali

Che non si esageri con l'attività fisica, perché la vacanza deve essere anche relax, buon sonno e alimentazione sana. Un'indagine condotta dall'Erasmus University su mille vacanzieri ha dimostrato l'efficacia dei viaggi rilassanti. Il campione preso in esame, infatti, ha dovuto qualificare la propria vacanza come "rilassante" o "molto rilassante", evidenziando in tal modo effetti benefici più duraturi sul secondo gruppo.

[Foto di Will Spark]