Abbazia di San Fruttuoso
in foto: L’Abbazia di San Fruttuoso e la baia. Foto di Aloa

Uno dei luoghi simbolo della Liguria è l'Abbazia di San Fruttuoso. Un monastero romanico che risale all'anno Mille, posizionato proprio a ridosso del mare. Il luogo è avvolto in un fascino unico, scopriamo il perchè.

Cosa sapere sull'Abbazia di San Fruttuoso

Interno dell'Abbazia di San Fruttuoso.
in foto: Interno dell’Abbazia di San Fruttuoso. Foto di Irene Grassi

Ammirare l'Abbazia, anche da lontano, è un'esperienza incredibile. L'edificio appare incastonato in un'insenatura, come se facesse parte del contesto naturale. Questa sua posizione, quasi inaccessibile e la presenza di una sorgente di acqua dolce, hanno favorito la fondazione di una chiesa nel VIII secolo d.C., anche se le sue origini sono incerte. Secondo la tradizione lo stesso martire Fruttuoso scelse il luogo, indicandolo in un sogno al vescovo Prospero, che scappava dalla Spagna con le reliquie del santo da portare in salvo.

La chiesa fu ricostruita nel X secolo come monastero benedettino. La sua storia successiva è legata alla famiglia Doria che ne modificò alcune parti, trasformando una zona in sepolcreto familiare. Alla famiglia Doria è dovuto anche lo splendido loggiato che si affaccia sul mare. La famiglia nel 1983 donò il complesso al FAI (Fondo per l'ambiente italiano). Da questo momento il sito è stato rivalutato e sottoposto alle dovute cure e restauri, conclusi solo qualche anno fa. Oltre al monastero, a completare il complesso ci sono il chiostro e le tombe Doria, la chiesa primitiva e la parrocchiale e vari reperti archeologici. Interessante da visitare è anche il Museo, allestito  in due piani dell'Abbazia del XIII secolo. Questo luogo custodisce documenti relativi alla storia dell'Abbazia e della vita dei monaci. Dall'Abbazia si può raggiungere la Torre Doria attraverso un sentiero leggermente in salita. La torre aveva il ruolo di proteggere la baia dalle incursioni dei pirati. L'interno della torre viene spesso utilizzato per l’allestimento di mostre ed esposizioni.

Tutto questo insieme alla scoperta del piccolo borgo valgono sicuramente una visita.

Nella baia di fronte all'Abbazia è collocata la celebre statua del Cristo degli abissi. Questa statua, realizzata in bronzo ed alta 2,5 metri, è stata posta sul fondale marino ad una profondità di 17 metri, nel 1954 e restaurata negli anni novanta. Il Cristo degli abissi è stato realizzato per ricordare tutti coloro che hanno perso la vita in mare o che al mare hanno dedicato la propria vita.

Come raggiungere l'Abbazia di San Fruttuoso

Abbazia di San Fruttuoso e la baia
in foto: Abbazia di San Fruttuoso e la baia in estate. Foto di giuliaduepuntozero

L'Abbazia si può raggiungere da Camogli in due modalità, o attraversando un sentiero, oppure in traghetto. I sentieri che conducono all'Abbazia di San Fruttuoso potrebbero sembrare abbastanza impegnativi, ma una volta raggiunto il luogo, lo sforzo fisico sarà di sicuro ripagato. I percorsi panoramici sono due: il primo che scende dal Monte di Portofino e l'altro che percorre la costa partendo dalla baia di Portofino.

Più veloce e comodo è sicuramente il tragitto in battello. Le tratte via mare sono molteplici, si può partire da Camogli, con un servizio attivo tutto l'anno, oppure da Recco, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Sestri Levante, Lavagna, Chiavari e Genova, dove è previsto un servizio stagionale.