Stanley Park vancouver 2010 giochi invernali

Da venerdì 12 a domenica 28 febbraio 2010 si terranno i giochi invernali nella splendida cornice di Vancouver. Per l'occasione, il sito delle note guide Lonely Planet edite dalla Edt suggerisce, a chi voglia inoltrarsi nelle orgogliese terre canadesi, i posti meno noti da visitare in città.

Il suggerimento degli esperti della Lonely Planet cade su tre luoghi: Downtown Eastside, Granville Island e lo Stanley Park (nella foto un suggestivo scorcio).

Downtown Eastside è la parte di Vancouver che fino all'inizio della seconda guerra mondiale ha rappresentato la "città più vivibile del mondo". L'evento bellico aveva tuttavia rivoluzionato il quartiere, rendendolo uno dei più degradati del Canada. Adesso è possibile tornarvi per poter toccare con mano una nuova crescita, perché è vero che "non si può dire che il Downtown Eastside sia tra i quartieri chic della città, però si respira una positiva aria di rinascita".

Attraversando il Granville Bridge si giunge su un isola: la Granville Island. Qui il turista può muoversi tra gallerie d'arte, simpatici negozi e il mercato, sia quello di vestiario, sia quello alimentare. Un mercato, quest'ultimo, così caratteristico e profumato che la Edible BC organizza un tour di ben tre ore tra visita e degustazioni.

Infine lo Stanley Park, tra i parchi più grande dell'America del Nord (di cui 8.800 metri costeggiano il mare), viene indicato dalla Lonely Planet quale punto privilegiato da cui poter gettare uno sguardo di insieme sui giochi olimpidi di Vancouver. Da apprezzare è la statua dedicata a Harry Jerome, collocata all'interno del parco stesso.

Nelle vicinanze anche il Vancouver Aquarium Marine Science Centre, in cui vale la pena prolungare il proprio viaggio per farsi rapire dalle singolare meduse fluorescenti. S'intende: metaforicamente.

Danilo Massa