in foto: valsugana. Foto di Renè Guerin

Amate la montagna o desiderate una vacanza che davvero vi faccia rigenerare? I luoghi dove andare possono essere diversi, ma avete mai pensato alla Valsugana? Attività all'aria aperta, escursioni, panorami mozzafiato, centri termali, buona cucina, la lista dei motivi per andare in  Valsugana è molto lunga e sembra far contenti proprio tutti. Questa zona, situata tra Trento e Padova è considerata la meno ‘trentina' e la più ‘veneta' delle valli Trentine, e da sempre legata alle vicende storiche della pianura veneta, della Serenissima e delle vallate Bellunesi. Lo si capisce anche dal dialetto che è identico a quello della periferia nord Padova.

Non è facile decidere cosa vedere in Valsugana, poiché ci sono davvero tantissime cose meritevoli di interesse. Proviamo ad indicarne alcune.

Escursioni e natura
I laghi bandiera blu
Il relax dei centri termali
Gli impianti sciistici
I misteri della Valsugana
Ammirare Artesella
Girar per Castelli

Escursioni e natura.

Levico Terme. Foto di Marcelloin foto: Levico Terme. Foto di Marcello

Una vacanza in questa amata Valle del Trentino sud-orientale è ideale per chi ama le attività all'aria aperta, le escursioni e la natura incontaminata. La Valsugana è anche il posto amato dai ciclisti. Il suo tracciato ciclabile, è considerato uno dei più belli d'Europa, che in 80 chilometri collega la valle trentina da Pergine Valsugana al Veneto, costeggiando centri, catene montuose e i laghi di Caldonazzo e Levico.

I laghi Bandiera blu.

Lago Caldonazzo. Foto di Frain foto: Lago Caldonazzo. Foto di Fra

In Valsugana ci sono due laghi entrambi Bandiera Blu Europea per la qualità dell’acqua e delle infrastrutture. Al lago di Caldonazzo si possono praticare canoa, vela, windsurf e anche sci nautico. Questo lago è il più grande del Trentino frequentato dagli amanti degli sport acquatici e grazie alle spiagge ben curate offre angoli di relax anche a chi preferisce il dolce far niente, e crogiolandisi  al sole. Il Lago di Levico è l’ideale per il relax in famiglia grazie ai verdi colli che lo circondano.

Il relax dei centri termali.

Rocegno Terme. Foto di Frain foto: Rocegno Terme. Foto di Fra

La Valsugana è anche un ottimo luogo dove pensare un pò a se stessi e rilassare corpo e anima. Levico Terme, assieme a Vetriolo, è una elegante stazione termale che esiste fin dall'Ottocento. Roncegno Terme è un centro oggi orientato soprattutto alle terapie naturali. In questa zona ci si può curare con la cosiddetta Acqua forte, ricca di ferro e altri minerali che le conferiscono molte proprietà terapeutiche.

Gli impianti sciistici.

Lagorai. Foto di Frain foto: Lagorai. Foto di Fra

In questo posto di montagna non possono mancare le attività legate alla neve. Sulla Valsugana si pratica lo sci alpino e snowboard ed è presente anche una ski area a misura di famiglia. Nella Panarotta e a Passo Brocòn i bambini possono usufruire di giochi, piste facili, esposte al sole e perfettamente battute, e dell’insegnamento di maestri specializzati. Oltre a questo c'è anche lo sci-alpinismo, che permette di ammirare le bellezze del gruppo del Lagorai e di Cima d’Asta, le camminate con le ciaspole, per un approccio più naturale alla montagna. E ancora lo sci di fondo, che può essere praticato sulle lunghe piste nello sconfinato altopiano di Vezzena. Qui c'è l’imbarazzo della scelta per gli amanti delle vacanze sulla neve.

I misteri della Valsugana.

Castello di Pergine. Foto di Ioliolain foto: Castello di Pergine. Foto di Ioliola

Tra le emozioni che la Valsugana offre c'è anche qualcosa di misterioso da scoprire. Poco distante da Trento, in zona Pergine, in una strada fortemente in salita accadono fenomeni inspiegabili. Sembra che in questo luogo la forza di gravita’ stranamente attira oggetti e auto verso la salita. In Italia molti sono i posti come questo ed il fenomeno i realtà è attribuito ad un’illusione ottica.

Ammirare Artesella.

Artesella. Foto di Olgain foto: Artesella. Foto di Olga

Questa è una stupenda esposizione di arte contemporanea a cielo aperto. Ci sono opere d’arte che i vari artisti hanno costruito in simbiosi con la natura all'interno del parco naturale della Val di Sella. Le opere infatti sono costruite prevalentemente con materiale naturale, pochissimo materiale non riciclabile, quasi tutto legno che deteriorandosi si amalgamerà perfettamente con l’ambiente naturale del parco. Le opere sono disposte lungo un percorso di 3 chilometri. Il costo del biglietto è di 7 euro.

Girar per Castelli.

Castel Telvana. Foto di Flickrin foto: Castel Telvana. Foto di Flickr

Il territorio della Valsugana è ricchissimo di antiche dimore. Da Castel Telvana a Castel Ivano, che sono i meglio conservati, fino a Castel Pergine, appartenuto all'imperatore Massimiliano I d'Asburgo. Oggi questo edificio merlato ospita un albergo e un ristorante dove si gustano piatti trentini preparati secondo antiche ricette regionali rivisitate con un tocco contemporaneo.