Vista sulla Puebla
in foto: Puebla. Foto di Diego Delso

A poca distanza da Città del Messico si trova uno dei centri storici più apprezzati e caratteristici del Messico. Puebla, capoluogo dello stato omonimo, è una città che vale la pena di visitare, il cui centro, dichiarato Patrimonio mondiale dell'Unesco, è uno scrigno di bellezze dal fascino senza tempo. La città si estende tra stradine che si incrociano tra loro, costeggiando vivaci case colorate e edifici ricoperti dalle belle ceramiche di Talavera. Oltre alle cose da vedere, Puebla è conosciuta anche per essere la sede della fabbrica Volkswagen che dagli anni 70 produce la linea del Maggiolino.

Puebla, cosa vedere nella città messicana

Cattedrale di Puebla
in foto: Cattedrale di Puebla. Foto di David.pure

Il centro di Puebla è conosciuto cme il Zócalo, un centro storico dalla bellezza mozzafiato, tanto che si dice che sia stato costruito dagli angeli. Da ammirare in tutta la sua meraviglia in plaza Mayor è la Cattedrale dell'Immacolata Concezione di Maria Vergine, con un sobrio esterno grigio e due torri alte 74 metri che sorvegliano la città. L'interno è riccamente decorato in stile barocco. Molto sentita a Puebla è la festa del cinco de Mayo, festa nazionale messicana e proprio in onore alla miracolosa vittoria del 1862 Puebla ospita il monumento al generale Ignacio Zaragoza sull’Avenida 5 Mayo. Il monumento da accesso al parco della Forteza de Loreto, luogo in cui le truppe del vile General Berriozabal in quella giornata storica si rintanarono e non intervennerò in soccorso dei compagni in battaglia.

Nelle vicinaze della Cattedrale c'è la Casa de los Muñecos (casa dei Pupi), un'abitazione che all'epoca fece scalpore, infatti, era più alta del palazzo del comune. Questo fu considerato dal sindaco un affronto al potere e ordinò che venissero murate le finestre di questo costruttore considerato maleducato. Ma come vendetta, furono dipinte sulla facciata della casa le caricature dei membri del consiglio municipale. L'edifico ad oggi ospita il Museo Universitario, che al primo piano espone strumenti scientifici, mentre il secondo piano è riservato alla pinacoteca.

Sempre all'interno del centro storico si può ammirare un sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità, la Capilla del Rosario. Questo luogo viene raggiunto ogni anno da milioni di pellegrini e curiosi, che rimangono senza parole di fronte alla ricchezza della Cappella ornata con circa 100 chili d'oro.

Estrella de Puebla, ruota panoramica
in foto: Estrella de Puebla. Foto di Carlos Hernández Landero

L'opera diventata simbolo di Puebla è senza alcun dubbio la Estrella, non solo la ruota panoramica più alta dell’America latina coi suoi 84 metri ma anche la ruota trasportabile più grande al mondo. Questa incredibile attrazione si trova nel parco di Puebla, formata da 54 cestelli, di cui 6 speciali, con pavimento di vetro aria condizionata, musica e poltrone confortevoli.

Durante la visita a questa città, non si può perdere un giro nel quartiere degli artigiani. Partendo dalla Plazulela de los Sapos, si possono visitare tantissimi negozi di artigiani, fino ad arrivare al Barrio del Artista, un viale sul quale si affacciano botteghe di pittori e scultori. La camminata termina al Mercado de Artesanias, El Parian, dove si trova davvero di tutto.

A Puebla si possono assaporare tutte le delizie della cucina messicana, a partire dai camotes, una specie di pasta di mandorle, in realtà fatta con patate dolci cotte con lo zucchero. Da non perdere il gustoso mole poblano, un piatto a base di pollo e riso, accompagnati da una salsa di cacao, peperoncino, mandorle, arachidi e varie erbe aromatiche.