I calzini sporchi fotografati dai Jenkinson e pubblicati su TripAvisor.
in foto: I calzini sporchi fotografati dai Jenkinson e pubblicati su TripAvisor.

E' uno sporco, fetido, marcio tugurio puzzolente

Recensione su TripAdvisor
Nel diritto pubblico si sarebbe trattato di un vero e proprio reato di opinione, nel privato è solo una clausola contrattuale. Per Tony Jenkinson e la moglie Jan, rispettivamente 63 e 64 anni, aver recensito negativamente su TripAdvisor il Broadway Hotel a Blackpool ha comportato il pagamento di una penale di 100 sterline (circa 125 euro). Nel contratto d'albergo, infatti, si stabiliva esplicitamente che gli ospiti non avrebbero potuto recensire negativamente l'hotel on line, pena un'ammenda dal valore massimo di 100 sterline. E così, appena due giorni dopo la pubblicazione della recensione il 30 agosto, ecco che i Jenkinson si sono trovati l'addebito sul conto concorrente.

"E' uno sporco, fetido, marcio tugurio puzzolente", aveva scritto la coppia riferendosi alla propria stanza d'albergo. La recensione è una stroncatura senza possibilità di appello, con allegate le foto che provano la trasandatezza della struttura. Macchie di umidità, carta da parati scollata, rattoppi in muratura, calzini sporchi di precedenti ospiti, moquette sporca e non aderente al pavimento, arzigogoli di fili elettrici ovunque, colazione insufficiente. Il giudizio finale è chiaro: "questo posto dovrebbe essere chiuso, non so se abbia mai ricevuto un'ispezione, ma, se così, non riesco proprio a capire come l'abbia potuta superare". Insomma, chiosa l'adirato sessantatreenne, "statene alla larga".

Le recensioni dell'albergo sono, ad oggi, 255 e quasi tutte negative. Se per ogni giudizio negativo la direzione ha trattenuto cento sterline, è possibile pensare a penali che ammontano in totale ad un paio di decine di migliaia di sterline. Tesoro che evidentemente non è stato speso in ristrutturazioni. Della vicenda si è comunque interessata anche la politica. Il consiglio comunale ha assicurato giustizia, mentre Tim Coglan, capo del Trading Standards di Blackpool, ha riferito di aver parlato con la dirigenza del Broadway Hotel ed aver concordato l'eliminazione della clausola. Le 100 sterline, intanto, sono state restituite ai proprietari. Ripagati e liberi di recensire secondo coscienza.