Volare risparmiando è anche questione di attesa e tecnica. Certo, la fortuna gioca un ruolo determinante, perché non sempre è possibile scegliere quando partire e quando prenotare. Tuttavia aumentano gli studi, fatti soprattutto da operatori del settore, che danno al viaggiatore le coordinate utili per affrontare il proprio volo spendendo il meno possibile. L'ultima ricerca sull'argomento è quella di momondo.it, sito di comparazione prezzi di voli, hotel e noleggio auto. Il sito indica il giorno e l'orario in cui è preferibile volare per risparmiare e quanto tempo prima prenotare. Bisogna aggiungere che non sempre le ricerche convengono sui giorni per partire e quelli per prenotare, fatto sta che l'analisi di momondo si è basata sull'osservazione delle cento destinazioni più cliccate sul sito e su circa 7,5 miliardi di tariffe prese in considerazione.

Da qui si sono potute evincere le percentuali medie di risparmio (differenza tra il risparmio maggiore e minore), che hanno stabilito che, di solito, il prezzo più basso di un volo si ottiene 53 giorni prima del decollo con risparmi che arrivano al 29% del costo del biglietto. Il giorno ideale per partire, invece, è il martedì ed è facile intuirne il motivo. I viaggi non di lavoro portano il picco delle prenotazioni nel weekend, giorni in cui le compagnie aeree rispondono all'aumento della domanda facendo crescere il prezzo del servizio. Il martedì, invece, si parte solo per lavoro, oppure nei casi fortunati in cui si abbia la libertà di non partire per le vacanze nei giorni più caotici. Partire il secondo giorno della settimana vuol dire risparmiare fino al 13% sul costo del biglietto. L'orario migliore in cui partire è spesso quello serale, grazie al quale si può risparmiare ancora fino al 6% sul prezzo del volo.

I suggerimenti di momondo si basano sempre su medie, ma ogni tratta ha la sua peculiarità e può accadere spesso, ad esempio, che l'orario più economico a cui partire sia quello dell'alba o che un particolare evento renda proprio il martedì il giorno più costoso per quella determinata località e quel determinato periodo (un Martedì grasso a Venezia, ad esempio). La particolarità delle singole tratte ha portato il motore di ricerca turistico a creare un grafico intitolato "Previsioni di volo" per le cento destinazioni più cliccate. Di seguito l'esempio sul volo Milano-Dublino.