Roccaraso: in vacanza sulla neve

Roccaraso sorge nella provincia de L'Aquila, in una regione, l'Abruzzo, che ancora oggi soffre le conseguenze umane e materiali del terremoto. Nonostante il ricordo di quella tragedia resti vivo nella memoria degli italiani, l'Abruzzo, e Roccaraso nello specifico, resta una meta turistica estremamente importante nel panorama del Bel Paese. Su tutte le attrattive, prevalgono decisamente quelle dal carattere tipico e naturale. Non sono solo i profumi culinari dell'Abruzzo a catturare turisti, ma anche le meravigliose vette, che regalano agli amanti degli sport invernali magnifiche discese, e agli insofferenti dell'estate sollievo verso cui riparare.

Non è un caso se proprio Roccaraso si è aggiudicata nel 2010 l'assegnazione di luogo ufficiale per i mondiali di Hockey in line 2011. Tra il 2 ed il 16 luglio 2011, infatti, si sono svolte a Roccaraso i mondiali di uno sport che fonde rollerblades ed hockey tradizionale. Se non si tratta della più nota versione di sport sul ghiaccio, bisogna anche notare che Roccaraso ha scalzato niente di meno che il Canada come luogo deputato ad ospitare i mondiali.

A parte l'evento sportivo, Roccaraso ha sempre attratto turisti da tutta Italia e, in particolar modo, dal Sud del paese. Il legame con Napoli, ad esempio, risale alla fine dell'Ottocento, quando la linea ferroviaria nuova iniziò a portare i partenopei sulle montagne abruzzesi. Tuttora la presenza a Roccaraso della più grande area sciistica del Meditarraneo rende la regione particolarmente idonea a tutti coloro che vogliono divertirsi "sci ai piedi", senza per questo doversi impegnare in stressanti viaggi in aereo.

In estate, invece, Roccaraso diventa luogo di ristoro specie per coloro che, abitando nelle zone interne della penisola, scappano dal caldo "scalando" le vette abruzzesi. Va peraltro aggiunto che Roccaraso non rappresenta la cittadina moderna nata sulla spinta di dinamiche meramente commerciali. La fondazione della città si fa risalire intorno all'anno 1000, nei torrente Rasinus, da cui il nome, appunto, di Rocca Rasina prima e Roccaraso oggi.