San Sebastian, spiaggia
in foto: San Sebastian, spiaggia. Foto di Almudena_Sanz_Tabernero

La Spagna del Nord è un luogo che sorprende ed affascina. I Paesi Baschi, in particolare, nascondono inaspettate meraviglie e sono la meta ideale per i vaggiatori che amano l'avventura. Una della città da scoprire nei Paesi Baschi è San Sebastian, un luogo che seduce ed incanta al primo sguardo. Un mondo da fiaba che si estende tra pittoreschi vecchi quartieri e i cosiddetti pintxos, bar caratteristici del nord della Spagna. Oltre a questo non bisogna dimenticare le sublimi spiagge situate proprio a due passi dal centro.

Cosa vedere a San Sebastian

Pettine del vento. San Sebastian
in foto: Pettine del vento. Foto di jaspe85

Il centro storico di San Sebastian è molto pittoresco ed incorniato dal monte Urgull e la bellissima baia la Concha. Il tour nel centro del paese passa attraverso edifici importanti, tra cui la Basilica di Santa Maria, la Piazza della Costituzione, il mercato e il Museo di San Telmo. La Basilica di Santa Maria è la chiesa più antica del paese basco, ed è fatta risalire al 1743, anche se la sua realizzazione è attrubuita ad alcuni secoli prima su una presistente chiesa romanica. L'aspetto che colpisce maggiormente della chiesa è la facciata in un mix di stile gotico, neoclassico e un particolare tipo di barocco spagnolo. A rendere questa chiesa ancora più affascinate è una leggenda. Si narra che un prete stanco di salire sempre le scale per pregare alla vergine Maria situata nel coro, decise di rubarla nascondendola sotto la sua veste e portandola a casa sua. Ma una volta varcata la sogna della sua dimora improvvisamente si immobilizzo, non riuscendo più a muovere nessun muscolo del suo corpo. Per questo motivo da quel momento gli abitanti decisero di collare la madonna sull'altare Maggiore e non spostarla mai più.

Per ammirare un panorama senza eguali della città basta salire sulla funicolare. Un'opera che risale al 1912 che conduce in cima ad una montagna dove si trovano un parco di divertimenti, una torre, un faro e soprattutto una vista spettacolare.

Nel centro di San Sebastian è possibile far visita anche all'acquario, una delle attrazioni più famose dei Paesi Baschi. All'interno di questo meraviglioso mondo marino vivono importanti specie del Mar Cantabrico e i visitatori possono passeggiare in un tunnel di vetro. Altro luogo d'interesse è il museo Municipale di San Telmo suddiviso in tre sezioni: Belle Arti, Archeologia e Storia.

Di San Sebastian da vedere è anche il "Pettine del vento", un’opera di Eduardo Chillida ancorata alle rocce in una posizione che da l'impressione di accogliere le onde che si infrangono sulla scogliera. Il pettine è formato da tre opere in acciaio che pesano 10 tonnellate ciascuna. Incantevole, ma al tempo stesso da brividi.

Inoltre in questa zona sono concentrati un gran numero di pintxos, bar carattristici della zona nord della Spagna. I pinrxos sono gli stuzzichini locali, abbastanza simili alle tapas. Durante la visita a San Sebastian potrete girare tra i vari pintxos ed assaporare diversi tipi di aperitivi, che vanno dalle olive condite e arrivano a elaborati piatti di pesce o carne.

Il mare di San Sebastian

Spiagge San Sebastian
in foto: Spiagge San Sebastian. Foto di BarbeeAnne

Proprio a due passi dal centro della città basca si trovano le bellissime spiagge di San Sebastian. La miglior spiaggia urbana è La Concha, chiamata anche la Perla, situata proprio a ridosso del centro, ideale per fare un bagno rigenerante durante i periodi caldi, ma anche per una piacevole passeggiata in inverno grazie allo splendido lungomare. La sabbia di questa spiaggia è finissima e le acqua trasparenti. Poco distante dalla spiaggia si vede l'isola di Santa Clara, raggiungibile in barca o a nuoto. Questo isolotto ospita il faro, alcuni bar e una mini spiaggetta di solo 30 metri.

Altra spiaggia meravigliosa è la Zurriola, situata in un punto in cui la baia è più aperta, formando delle onde molto amate dai surfisti.