A cosa servono i social network? Sicuramente a divertirsi, restare in contatto con i propri amici e a pubblicare selfie molesti in situazioni improbabili. Ma non solo e a dimostrarlo è una simpatica vicenda che ha per protagonista un viaggiatore sedicenne, Adam Greenwood, e per luogo un treno partito il 2 dicembre 2014 dalla stazione Euston di Londra e diretto verso Glasgow. Tutto comincia con un bisogno primordiale e con la triste scoperta: il bagno del treno non è provvisto di carta igienica. Da cui la trasposizione social con tanto di selfie con espressione dubbiosa e preoccupata ed un tweet: "ne ho fatta tanta e non c'è carta igienica nel treno della Virgin", con tanto di mention al profilo ufficiale della società ferroviaria. Dopo due minuti risponde la Virgin, sempre via Twitter, e chiede in quale vagone si trovi Adam, questi dà le indicazioni giuste e dopo poco un impiegato della società, come racconta il ragazzo, bussa alla porta del bagno e fa scivolare la carta igienica all'interno.

Seguono i ringraziamenti divertiti del giovane, la cui vicenda è stata seguita in diretta dai suoi follower. Adam ha raccontato che voleva soltanto far sorridere i suoi amici e che non si aspettava certo che ci sarebbe stata una risposta da parte della Virgin. Torniamo alla domanda iniziale: a cosa possono servire i social network? A chiedere aiuto in caso di bisogno e a fare un marketing forte, efficace, spendendo poco, pochissimo. Diciamo poco più del costo di un rotolo di carta igienica.