Foto di Collin Parker.
in foto: Foto di Collin Parker.

SpaFinder, motore di ricerca internazionale dei centri benessere, ha individuato nel suo report annuale le principali novità relative ai servizi offerti dalle Spa. Lo sforzo di differenziarsi l'un l'altre e di conquistare nuove e facoltose nicchie di pubblico porta le società che gestiscono le stazioni termali ad aprire ai propri clienti nuovi orizzonti di benessere. Tra questi trend compare anche quello del benessere sessuale, che, nella lettura di SpaFinder, apparirebbe come una risposta ai problemi nati da una civiltà iper-sessualizzata dal porno e, allo stesso tempo, frustrata da morali religiose.

Per i centri benessere parlare di sesso non è facile. In Asia, da quando le Spa hanno cominciato a diffondersi, i centri benessere offrivano ai propri clienti servizi di vera e propria prostituzione, che per reazione hanno portato gli altri attori del mercato a bandire la parola "sesso" per non creare equivoci. Successivamente si è cominciato a parlare di "benessere sessuale", declinato come argomento da "terapia di coppia". Ora, però, il sesso diventa elemento fondamentale di un benessere incentrato anche sulla persona singola, a cui vengono proposti esercizi per rinforzare i muscoli pelvici, così come percorsi per raggiungere consapevolezza ed equilibrio psicologico.

Tra le Spa citate c'è anche un'italiana. Si tratta del pluripremiato resort Borgo Egnazia, a Savelletri, una frazione di Fasano (Brindisi). Il centro benessere pugliese riscrive le regole del massaggio di coppia, accomodando i due amanti testa contro testa e sottoponendoli al trattamento Paraveis: attraverso mani e piedi i due ospiti sono legati l'un l'altro, mentre i terapeuti eseguono il massaggio contornato da un rituale fatto di danze tradizionali e di combattimenti con la spada. Riferimenti ad un benessere sessuale non esplicitato, ma presente.

Altrove il richiamo al sesso è chiaro come lo è un kit che contiene preservativi, lubrificanti e vibratore. Accade all'SLS di Las Vegas, ma anche negli appuntamenti dell'Orgasmic Enlightenment Retreats (ad Ubud a Bali e nel 2016 nel Xinalani Resort di Puerto Vallarta, in Messico). Qui si stabilisce un vero e proprio calendario di esercizi sessuali da fare da soli o con il partner, si prescrive il sollevamento pesi vaginale e si "assegnano" sex toys. Il tutto intermezzato da yoga, champagne e tartufo. Al Banyan Tree Mayakoba (Riviera Maya, Messico) un consulente porta alla coppia quello che vuole. Al Drake Holte di Toronto è possibile scecliere dal "menu del piacere" “Pleasure Menu” vibratori, oli, film erotici , erotic movies, bende, lacci di velluto e dildo a 24 carati.

Lo yoga è una pratica quasi onnipresente nei centri benessere con un'attenzione al piacere sessuale. Molto meno presente, ma decisamente in crescita è l'uso del burlesque a cui viene affidato il compito di riportare il sesso al gioco e liberarlo dai tabù culturali. Al Canyon Ranch a Tucson, Arizona (Usa) nel 2015 era prevista una sessione sul burlesque, mentre a febbraio 2016 comincerà "Women, Sensuality & Health" rivolto alle donne desiderose di accrescere il piacere sessuale. Quali che siano le tecniche applicate, la consapevolezza di fondo è sempre la stessa: se "centro benessere" deve essere, non si può prescindere dal benessere sessuale.