Borgo di Suvereto.
in foto: Borgo di Suvereto.

Un piccolo gioiello toscano che fa vivere ai turisti emozioni indimenticabili trasportandoli in un mondo fatto di castelli, vicoli inerpicati e cavalieri. Suvereto è un piccolo borgo situato nella Val di Cornia in Toscana, dove molte famiglie hanno scelto di vivere, fuggendo dal traffico, dal rumore, assaporando i prodotti genuini che la terra può offrire e la compagnia di molti animali. In questa zona, infatti, negli ultimi anni sono nati molti agriturismi e poderi ristrutturati che si sono trasformati in stupendi appartamenti. Passeggiando per le stradine del piccolo borgo, all'interno delle sue mura, ci si immerge in un'atmosfera affascinante e senza tempo, con le case e le botteghe medievali del colore rosso della pietra locale, tra vicoli e piazzette incantevoli.

Cosa vedere a Suvereto

Paio della botte a Suvereto
in foto: Paio della botte a Suvereto

Il borgo di Suvereto conserva la cinta muraria dove si possono vedere alcuni degli otto torrioni che ne facevano parte. Ancora fuori dal borgo si può ammirare la chiesa della Pieve di San Giusto, di probabile origine altomedievale, è uno dei più interessanti edifici romanici della provincia di Livorno. Entrando nel borgo si può ammirare la Chiesa della Madonna di Sopra la Porta. Questo edificio religioso fu edificato nel XIII sec, e all'interno è da segnalare la Vergine col Bambino, dipinto cinquecentesco collocato sopra l’altare maggiore. Il centro storico di Suvereto è costruito di case in pietra così come era in origine, raccolto nelle sue mura e con i suoi palazzi gentilizi. Uno degli edifici più caratteristici di Suvereto è il Palazzo Comunale, uno straordinario esempio di edilizia medievale. Il Palazzo fu costruito agli inizi del 1200 ed è dotato di una magnifica Loggia dei Giudici che sovrasta la scala di accesso. Dalla struttura principale si innalza la torre con l’orologio. Un edificio di grande importanza è l’ex convento di San Francesco, edificato nel lontano 1288 per ospitare i frati minori. Convertito al giorno d'oggi in abitazione. Tutto attorno all'antico borgo si alternano le colline coperte di boschi, tra cui diverse sugherete, anche se molto meno di quante ve n'erano in passato, e che sono all'origine del nome del paese. Salendo sulla collina del borgo si stagliano i resti della Rocca Aldobrandeschi, sorta attorno al X secolo. Trasformata nel tempo con vari interventi, oggi grazie ad un importante restauro è aperta al pubblico.

Da non perdere a Suvereto è un Museo molto particolare: il Museo della Bambola. Si tratta di un locale tipico del centro storico all'interno del quale si trovano straordinarie collezioni di bambole di vari periodi e di diverse produzioni. L’intera collezione appartiene alla Sig.ra Maria Micaelli, curatrice dello stesso museo. Gli esemplari più importanti sono quelli che appartengono alla serie Lenci, fondata a Torino nel 1919.

La zona della Val di Cornia è particolarmente conosciuta per la produzione vinicola e fa parte della Strada del Vino della Costa degli Etruschi, dove si producono sangiovese, cabernet, merlot e sirah, il Val di Cornia Doc ed il Suvereto Doc. Ma non solo, Suvereto è anche inserita nel circuito delle "Città del vino e dell’olio", nota anche per i suoi frantoi. Il piatto del borgo è rappresentato dal cinghiale, le cui pregiatissime carni sono al centro della Sagra di Suvereto, ma basta oltrepassare la porta merlata del borgo per trovare norcinerie con la famosa salsiccia di cinghiale, il prosciutto col pelo e altre specialità.

Tra gli eventi de borgo, imperdibile è il Palio di Suvereto, che si svolge per due volte all'anno nelle stradine di Suvereto. La prima data del palio è prevista in maggio, in concomitanza con la festa patronale, mentre la seconda ha luogo il 14 agosto.

Come arrivare al borgo di Suvereto

Se si proviene da nord conviene prendere l’autostrada A12, uscendo al casello di Rosignano Marittimo e proseguendo lungo la SS1 in direzione Venturina-Piombino-Isola d’Elba. Ad un certo punto bisogna immettersi sulla SS398 e da lì si giungerà direttamente a Suvereto. Se si proviene da sud l'autostrada da percorrere sarà sempre l’A12, ma ovviamente in direzione Civitavecchia. Usciti dall'autostrada si può percorrere sempre la SS1 ma questa volta in direzione Grosseto ed in linea di massima si possono seguire le indicazioni fornite sopra.

Se si viaggia in aereo gli aeroporti  più vicini sono quello di Pisa e quello di Firenze, distanti rispettivamente 105 chilometri e 168 chilometri.