Bruges
in foto: Bruges. Foto di Wolfgang Staudt

Un tour dal unico dal sapore magico tra città incantate e campagne fiamminghe. Sono le Fiandre, una delle regioni del Belgio dove il tempo sembra essersi fermato. Le Fiandre sono la patria delle ottime birre, i castelli, il cioccolato e stupefacenti architetture.

Gent: la città delle luci

Gent
in foto: Gent. Foto di Christian Kortum

Una città fantastica soprattutto di sera, quando gli antichi palazzi delle corporazioni del Graslei si illuminano secondo il progetto del lighting designer Roland Jéol e specchiano le loro facciate nell'acqua del Leie. Il centro anche di giorno è molto affascinante con musei, musei, chiese antiche e tantissimi ponti che comunicano tra le due rive del fiume che scorre nella città. Molto bello è anche il quartiere di Patershol con le sue labirintiche strade acciottolate, il castello dei Conti di Fiandra e la torre campanaria, il "belfort", riconosciuta dall'Unesco come patrimonio dell'umanità. La particolarità di queste città è la possibilità di perdersi tra viuzze e canali e scoprire dal nulla delle piccole perle architettoniche.

Bruges: la Venezia del Nord

Bruges
in foto: Bruges. Foto di Pixabay

Romantici canali e ponti suggestivi, torri medievali e case in mattoncini, vicoli acciottolati e carrozze trainate da cavalli. L'impressione è di essere tornati indietro di qualche secolo, eppure non ci sono macchine del tempo. A Bruges l'effetto Medioevo è tutto naturale. La città belga possiede uno dei centri storici meglio conservati d'Europa: proprio per questo dal 2000 si fregia del titolo di Patrimonio Unesco, oltre ad essere stata eletta Capitale della Cultura nel 2002. Bruges è un museo a cielo aperto, ricco di storia e attrazioni culturali. I suoi numerosi canali le hanno valso l'appellativo di "Venezia del Nord". Da vedere a Bruges è la favolosa architettura fiamminga dei palazzi e i meravigliosi cigni che fanno il bagno nei canali. A proposito di cigni, non perdete il Minnewater, il lago dell'amore, che ospita una colonia di questi splendidi animali. Il ponte del 1720 offre una delle più belle vedute sulle torri e sui tetti di Bruges. Il centro storico di Bruges si è sviluppato attorno a due nuclei medievali: il Burg e il Markt, le due piazze principali. Il Markt, la piazza del mercato, presenta sullo sfondo le variopinte case che un tempo ospitavano le corporazioni. Qui troneggia il Belfort, l'imponente campanile del XIII secolo che domina la città dall'alto dei suoi 83 metri.  Con un'arrampicata di 366 gradini è possibile salire fino in cima per godersi il panorama di Bruges.

Nei dintorni del Markt c'è il Burg, circondato da edifici storici come il trecentesco municipio gotico e l’ex Registro civile in stile rinascimentale che ospita il Museo Storico. Non può mancare una visita a musei come il Groeningemuseum che ospita opere di Hyeronimus Bosch e l'Antico ospedale di San Giovanni, noto come Memlingmuseum, dedicato al pittore fiammingo Hans Memling.

Anversa: la città dell'eleganza

Anversa
in foto: Anversa. Foto da Pixabay

Anversa è una città che lascia i visitatori a bocca aperta. Si possono esplorare edifici come il celebre MAS ed ammirare palazzi medievali come l'impressionante municipio e i palazzi affacciati sulla piazza principale. Eclettico è anche l'edificio che ospita il tribunale di giustizia e le gemme dell'Art Nouveau. Passeggiare nella città di Anversa è incantevole anche per le numerose boutique internazionali che fanno di Anversa la meta per eccellenza dello shopping nelle Fiandre.

Bruxelles: il cuore dell'Europa

Bruxelles
in foto: Bruxelles. Foto di bosmanerwin

Bruxelles non è solo il centro politico dell'Unine Europea e della Nato, ma ha anche molti aspetti interessanti. Dai fumetti, al cioccolato più buono del pianeta, passando per gli artisti originali, un viaggio nella Capitale del Belgio nasconde tante cose incredibili da fare. Inoltre, con i suoi 80 musei, il Palazzo Reale e una storia assai ricca è anche una delle capitali delle Arti. Da non perdere la Grand Place, patrimonio UNESCO, costruita nel XIII secolo come piazza del mercato, considerata una delle più belle piazze del mondo. Inoltre, il Manneken-Pis è il simbolo di Bruxelles; un piccolo ometto spesso vestito con uno dei suoi 654 costumi tutti esposti alla Maison du Roi, sulla Grand-Place.

Mechelen: città dai mille volti

Mechelen
in foto: Mechelen. Foto da Wikipedia

Il centro di Mechelen è ricco di palazzi antichi e chiese che affascinano tutti i visitatori. Ci sono almeno 336 monumenti e palazzi protetti tra cui otto chiese gotiche e barocche che spaziano dal XIV al XVII secolo. In città non mancano e attrazioni per i più piccoli, che possono giocare sulle installazioni in città, divertirsi al Museo dei Giocattoli, allo zoo o al parco per divertimenti Tivoli, o ancora far atterrare un aeroplano a Technopolis. Gli adulti, invece, possono fare un giro a Het Anker, uno dei birrifici più antichi di tutto il Belgio. Gli studenti vengono da tutto il mondo per imparare a suonare le campane alla scuola di carillon di Mechelen. Mechelen è anche famosa perché ospita uno dei pochissimi luoghi al mondo ancora in grado di restaurare e riparare arazzi antichi, il Royal Manufacturers De Wit.

Lovanio: tra università e birra

Lovanio
in foto: Lovanio. Foto di Nadia

Lovanio, sede di una delle più antiche università di tutta l'Europa, la KU Leuven, fondata nel 1425. I suoi palazzi storici dominano le piazze e le vie del centro, ha il suo beghinaggio costruito nel XIII secolo e attualmente patrimonio dell'umanità UNESCO, dove alcuni fortunati studenti risiedono durante gli studi. Ma non solo, Lovanio, è anche la capitale fiamminga della birra, infatti, è il quartier generale di Inbev, la seconda società del mondo per produzione di birra, famosa per la Stella Artois. Proprio a Lovanio si tiene il festival Zythos ed un intero mese è dedicato alla celebrazione di questa bevanda.

Lovanio