Un lago che delle volte c'è e delle volte non c'è! Siamo in Irlanda del nord e parliamo del lago Loughareema, conosciuto anche con il nome di Vanishing Lake, il lago che scompare. Costeggiando il bacino d'acqua, si può trovare il lago pieno d'acqua e se si è fortunati si può assistere al suo prosciugamento in così breve tempo da non potersi dare una spiegazione.

Un fenomeno misterioso che è stato attribuito a strane presenze e a leggende fantasiose. Si dice, infatti, che 1898 il colonnello John Magee McNeille doveva raggiungere Ballycastle con gran fretta. Il militare a bordo della sua carrozza sbagliò a calcolare la profondità delle acque del lago e ordinò al cocchiere di attraversarlo. Quando la carrozza, trainata da due cavalli, si trovò al centro dello specchio d’acqua, l’acqua fredda toccò il ventre degli animali rendendoli nervosi. A quel punto, il cocchiere usò la frusta per convincere i cavalli a tornare indietro. Ma appena tentarono di girarsi, persero l’equilibrio e finirono in acqua. Con loro morirono annegati anche il cocchiere e il colonnello. Al lago è legata anche un'altra leggenda ancora più inquietante. Pare infatti che quando il bacino è pieno ci sia un fantasma che si aggiri nei dintorni. La tradizione popolare vuole che, nelle notti in cui le acque raggiungono il livello massimo, i fantasmi di coloro che sono affogati infestino la riva.

In realtà, la vera spiegazione della scomparsa del lago è stata spiegata scientificamente. La sua scomparsa dipende dall'ostruzione di un canale naturale. L'acqua si concentra al di sopra di un letto all'interno del quale vi è un una cavità che porta al canale. Quando è ostruito, l’acqua ristagna, quando è libero il deflusso delle acque va a finire nelle condotte nel sottosuolo. Questo processo avviene talmente velocemente da lasciare chi lo osserva a bocca aperta.