Panorama di Narni sovrastata dall'imponente Rocca dell'Albornoz
in foto: Panorama di Narni sovrastata dall’imponente Rocca dell’Albornoz. Foto di ImagoAnimae

Un viaggio in Umbria ci porta alla scoperta di splendidi borghi arroccati dove sembra che il tempo si sia fermando, regalando alla nostra vacanza un'atmosfera fiabesca e incantata. Un bellissimo borgo da scoprire in Umbria è Narni a cui è legata anche una particolare festa popolare, chiamata la "Corsa dell'anello".

Narni è un paese molto antico e passeggiando tra le sue strade si possono ancora ammirare delle bellissime testimonianze del passato. In questa breve guida del borgo umbro scopriremo le attrazioni principali della piccola cittadina.

Cosa vedere durante una visita a Narni

Narni Piazza Principale
in foto: Narni Piazza Principale. Foto di Odoacre

Una delle testimonianze più significative da ammirare durante una visita a Narni è il Ponte di Augusto. Questa struttura è eccezionale e si pensa che sia stato il più grande ponte mai costruito in epoca romana.

La chiesa più importante di Narni è quella di San Giovenale, patrono della città. L'ingresso principale attraverso il quale si accede alla Cattedrale si trova a Piazza Cavour, anche se l'accesso più imponente è situato lateralmente in Piazza Garibaldi. La chiesa è stata costruita a partire dal 1047 sui resti di un'antica necropoli medievale e consacrata nel 1145 da Eugenio III.

Di epoca rinascimentale sono, invece, il Palazzo dei Priori, il Palazzo del Podestà che risale al XIII secolo. Quest'ultimo oltre a materiali archeologici molto significativi, custodisce una mummia egizia e un affresco che è stato attribuito al Torresani.

Narni nasconde anche degli affascinanti sotterranei, dove sono celati i segreti della Santa Inquisizione. Sotto la città ci sono siti di grande importanza, come una cisterna medievale, un acquedotto romano, e le cripte delle chiese. Durante una visita a Narni si può ammirare lo Speco di San Francesco, un santuario che si trova nelle vicinanze di una grotta dove il santo si ritirava in solitudine in preghiera.

Anche Narni, come gli altri borghi umbri, è sovrastato da una rocca. Questa fortezza fu edificata dal condottiero spagnolo Egidio Albornoz nella seconda metà del XVI secolo. La sua struttura è formata da una pianta quadrangolare, circondata da mura e torri che corrono intorno ad un cortile. L'accesso avviene tramite due antichi portali. Attualmente il cortile della rocca ospita un parco medievale, dove si può rivivere l'atmosfera dell'epoca passata. Il parco, infatti, è una riproduzione fedele di un villaggio trecentesco, molto spesso protagonista di eventi e manifestazioni come rievocazioni storiche, spettacoli degli sbandieratori, concerti e danze di musica medievale e avvincenti gare di tiro con l'arco.

Ma la rievocazione più sentita e seguita di Narni è la "Corsa all'anello". Una giostra che si svolge tra i mesi di aprile e maggio e ripropone, da oltre cinquant'anni, una tradizione che risale al Medioevo. La sua edizione moderna è stata creata nel 1969 e il suo momento culminante è il grande corteo storico con la vera competizione dell'anello. La Corsa all'Anello prevede una gara a cavallo durante la quale tutti i partecipanti in sella dei loro destrieri devono cercare di infilare un anello appeso. Oltre alla corsa, il programma della manifestazione prevede spettacoli di vario genere come mostre, intrattenimento per i più piccoli e dell'ottima gastronomia locale.