Bernkastel–Kues. Foto di Pilar Torres
in foto: Bernkastel–Kues. Foto di Pilar Torres

Una delle mete più romantiche dove andare in vacanza. La Valle della Mosella, il tratto tedesco del fiume, che nasce in Francia e attraversa il Lussemburgo, scorrendo per 195 chilometri da Treviri a Coblenza, atraersando borghi incantatati e ottimo vino. Il fiume Mosella, nel suo percorso delinea una delle zone più interessanti della Renania, sia per i paesaggi che per l'aspetto storico e culturale. Nella Valle incantata si susseguono numerosi villaggi che si affacciano sulle rive, circondati dal colline con castelli e fortezze.

Una crociera nella Valle della Mosella

Koblenz. Foto di cnadia
in foto: Koblenz. Foto di cnadia

Un modo unico per scoprire ala Valle della Mosella è la crociera fluviale che attraversa i borghi con fantastiche atmosfere. Un percorso molto romantico che offre paesaggi di grande suggestione. Imbarcandosi a St. Goar si può scegliere fra le molte fermate fra le due rive. Bacharach ha i vigneti impervi orientati a sud e una cinta muraria del 1356, ancora percorribile e resa attuale dalle molte abitazioni che vi si affacciano. A pochi chilometri, si trova Geisenheim, una delle facoltà di viticoltura ed enologia più quotate al mondo: l'università del vino. Da qui, seguendo il grande fiume si arriva a Magonza, la città di Gutemberg, a cui è dedicato un interessante museo. Da visitare, oltre all’imponente Duomo romanico, la chiesa di Santo Stefano illuminata dalle meravigliose vetrate di Marc Chagall, policrome su base azzurra. Di una bellezza assoluta.

Spira, è invece un elegante cittadina che vanta una storia antichissima. Il suo fiore all’occhiello è sicuramente la passeggiata imperiale, che dalla maestosa Altportel, porta della città, lungo la bella Maximilian Strasse, conduce all’immensa e romanica cattedrale, patrimonio dell’Unesco che al suo interno conserva la cripta degli Imperatori tedeschi. Ma ciò che incanterà maggiormente i visitatori è il centro storico, dall'atmosfera fiabesca in un susseguirsi di case color pastello, sinuose viuzze e angoli fiabeschi.

Cattedrale di Treviri. Foto di Christian R. Hamacher
in foto: Cattedrale di Treviri. Foto di Christian R. Hamacher

La media valle del fiume ospita Treviri, la città più antica della Germania, fondata nel 16 a.C. dai Romani e in seguito residenza imperiale di Costantino. Le testimonianze romane sono molto forti, come le Terme, Il Palazzo imperiale e l’Anfiteatro. Nel centro cittadino, si può visitare la casa/museo di Karl Marx e il Duomo, patrimonio UNESCO, costituito da due chiese appoggiate, una romanica e la Liebfrauenkirche, gotica. Uscendo dalla città attraverso la Porta Nigra, appaiono i vigneti di Argitis Minor, da cui pare derivi il Riesling.

Scendendo fra i vigneti si arriva a Kröv, piccolo paese in riva alla Mosella, uno dei tanti lungo il fiume con le cantine che offrono visite e degustazioni. Staffelter Hof, donato nell’ 862 da Lotario II all’Abbazia di Stavelot, è la più antica.

Cochem è una bella città dominata da un castello dell’XI secolo e rinomata per l’ottimo vino delle sue cantine. Di fronte a Cochem, sull’altra sponda della Mosella ci sono Cond e Sehl, due antichi villaggi di pescatori. Il castello di Cochem, a circa un’ora di cammino dal centro della città, e del nucleo originale sono rimasti solamente le mura, è stato ricostruito nel XIX secolo e convertito in un museo medievale. La seggiovia, funzionante nel periodo estivo, permette di raggiungere la Pinna Kreuz, le alte montagne che sovrastano Cochem.

Il pittoresco paese di Beilstein si trova sull’altra riva del fiume, a monte di Cochem dalla quale si può raggiungere in nave attraversandoo le chiuse della Mosella. Le antiche case a graticcio di Beilstein sono adagiate su un’ansa e protette dalle sue fortificazioni, come la casa della decima in Marktplatz, vicino la chiesa di San Cristoforo. Fuori dal borgo ci sono le rovine del castello di Metternich.

Infine, ricordiamo la cittadina di Worms celebrata per essere la città in cui si riunì la nota dieta di Worms del 1521, nella quale l’imperatore Carlo V d’Asburgo bandì Martin Lutero dall’impero e ricordato con un monumento eretto nel 1868. Qui si trova anche il Judengasse, il più antico cimitero ebraico d’Europa e la celebre cattedrale dei santi Pietro e Paolo che, insieme a quelle di Magonza e Spira, compongono il famoso itinerario dei duomi imperiali lungo il Reno.

La Valle del vino

Reil. Foto di Bernard Blanc
in foto: Reil. Foto di Bernard Blanc

Inoltre durante il vostro viaggio lungo la Valle della Mosella avrete modo di degustare i famosi vini della zona nelle innumerevoli cantine e trattorie che sono sparse negli angoli più belli delle sue vallate. La Mosella, infatti, è una delle località più amate dagli esperti ed appassionati di vino. I vigneti che si rincorrono nella valle della Mosella producono soprattutto vini bianchi, secchi, leggeri e dal sapore delicato. La qualità di questo vino è dovuta al riesling, il vitigno dominante, al terreno scistoso e a una vendemmia molto tardiva, solitamente a fine novembre.